Kingpin: i fratelli Farrelly sono a lavoro per il sequel

Kingpin: i fratelli Farrelly sono a lavoro per il sequel

“Kingpin” non ha ancora  una sceneggiatura e nemmeno un cast, ma il progetto è ormai in via di sviluppo e ci sono proprio i fratelli Farrelly dietro la produzione.

Kingpin: è in lavorazione il secondo capitolo della commedia

C

Peter e Bobby Farrelly sono pronti a produrre un sequel della loro commedia di bowling del 1996 “Kingpin”, e il progetto è attualmente in sviluppo presso la Village Roadshow Pictures. La notizia è stata rilasciata in esclusiva da  Collider.

La trama, l’ambientazione e il periodo di tempo del sequel di “Kingpin” vengono tenuti ancora nascosti. Pertanto, non è chiaro se i fratelli Farrelly dirigeranno o avranno una mano nella sceneggiatura, sebbene il primo film sia stato scritto da Barry Fanaro e Mort Nathan. Dal momento che non c’è ancora una sceneggiatura anche il cast rimane sconosciuto.

Nel “Kingpin” originale c’è Woody Harrelson nei panni del prodigio del bowling Roy Munson, che viene indotto a unirsi ad un truffatore. Quest’ultimo lo lascia con una mano storpia per il resto della sua vita. Anni dopo, un Roy squattrinato si imbatte nel suo biglietto per la fama e la fortuna quando scopre un fenomeno del bowling Amish, Ishmael, interpretato da Randy Quaid. Nel film troviamo poi il grande Bill Murray che recita nel ruolo della leggenda del bowling Big Ern McCracken. Al suo fianco hanno recitato attori come Vanessa Angel, Chris Elliott, Rob Moran e Lin Shaye.

Un cult tra le commedie dei Farrelly

Kingpin

Anche se “Kingpin” non ha ricevuto molti apprezzamenti è diventato comunque un cult tra gli appassionati di commedie nei 25 anni dalla sua uscita. Come le altre commedie dei Farrelly di quel tempo, è intriso di un grande cuore oltre a grandi risate.

Il Kingpin originale è stato prodotto dall’ormai defunta Rysher Entertainment. Il film fa parte di una grande proprietà della società madre della Village Roadshow Vine Alternative Investments. Una volta distribuito, il film ha incassato ben 25 milioni di dollari al botteghino nazionale, anche se ha trovato il suo pubblico in home video.

Francesca Reale

10/06/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *