James Cameron: Nuova serie sulla fantascienza!

James Cameron: Nuova serie sulla fantascienza!

Una serie sulla fantascienza prodotta da uno dei registi che più di tutti negli ultimi anno ha dato nuovo vigore a questo genere, James Cameron.

James Cameron: Una nuova docu-serie sulla storia della fantascienza per l’AMC

James Cameron
James Cameron sul set di “Terminator 2” con Arnold Schwarzenegger nel 1996

AMC, l’emittente televisiva statunitense che ha lanciato già “Breaking Bad” e “The Walking Dead”, durante il press tour della Television Critics Association ha annunciato la produzione di “James Cameron’s Story of Scienze Fiction”, ovviamente un titolo ancora in lavorazione. La fiction è una serie di documentari dove Cameron parla ed esplora la storia della fantascienza e sarà composta da sei episodi, ognuno dei quali della durata di un’ora. La serie, che debutterà nel 2018, tratterà come la fantascienza si sia evoluta da genere di nicchia poco battuto a evento popolare e ricercato in ogni ambito artistico.

Prodotta da Left/Right, la serie si dimostrerà sicuramente all’altezza delle aspettative, avendo dietro come produttore esecutivo non solo l’esperto regista, ma anche i produttori di serie tv Banks Tarver, Ken Druckerman e Maria Wilhelm, quest’ultima nota anche come l’autrice del libro “Avatar – Rapporto confidenziale sul mondo di Pandora” insieme a Dirk Mathison.

James Cameron: Ripercorrere la nascita della fantascienza per rispondere alle domande da bambino del regista

Il regista di “Termiantor” e “Alien”, che ha fatto della fantascienza il suo campo di battaglia, introdurrà ogni episodio con una delle “Big Question” (“Grandi Domande”) che l’umanità ha affrontato nella storia, scavando all’interno della fantascienza e mostrando come essa sia nata nell’immaginario culturale e dove la stessa umanità vuole arrivare tramite questo fenomeno. Queste domande sono simili a quelle che Cameron si è posto da bambino, leggendo i libri di fantascienza, come lui stesso ha asserito durante l’annunciazione della serie, e che lo hanno portato a diventare oggi quello che è, uno dei maggiori registi di fantascienza. Qui di seguito troviamo l’intento della serie, descritto proprio dal suo creatore:

“Con questa serie, stiamo tornando alle origini della fantascienza, seguendo il DNA di questa idea per risalire alla fonte. Senza Jules Verne e H. G. Wells non ci sarebbero stati Ray Bradbury o Robert A. Heinlein, e senza di loro, non ci sarebbero Lucas, Spielberg, Ridley Scott o me stesso. Come regista specializzato in fantascienza, mi interessa esplorare le lotte e trionfi che hanno dato vita a queste storie incredibili e riflettere su come l’arte imiti la vita, così come la fantascienza imiti e, talvolta, informi la scienza.”

Erika Micheli

16/01/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *