Il Trono di spade 8: Recensione e Spoiler Episodio 2

La seconda puntata di questa stagione, pur essendo ancora di natura preparatoria, ben rende l’idea dell’attesa di uno scontro inevitabile. Gli autori ci mostrano, intelligentemente e attraverso l’utilizzo di scene ben congegnate, lo spirito di comunità e impazienza che regna sovrano a Grande Inverno.

Il Trono di Spade: la quiete prima della tempestaIl trono di spade s08e02 still 4

 

La puntata inizia col “processo” a Jamie, che appena arrivato al Nord viene condotto davanti a Daenerys, Jon e Sansa. A fronte delle accuse che gli vengono rivolte, il fratello di Tyron e Cersei risponde in modo onesto, ammettendo senza remore che le sue azioni, frutto dello stato di guerra in cui verteva Westeros, pur deplorevoli, erano solo frutto della sua volontà di difendere la sua famiglia e casata.

Bran, pur essendo presente all’incontro, evita di aggiungere ulteriore carne al fuoco non rivelando quanto la sua sorte dipenda dalle gesta del maggiore dei Lannister. E’ però solo grazie all’intervento di Brienne che Jamie sfugge al suo destino, la donna infatti racconta del loro incontro e della buona indole dell’uomo, convincendo Sansa prima e poi tutti gli altri ad accettarlo nell’esercito. La scena successiva lo vede confrontarsi con suo fratello in uno scambio nel quale entrambi ammettono il loro errore, essersi fidati della loro sorella.
Daenerys è infatti contrariata dalla fiducia che Tyrion aveva riposto in Cersei, fidandosi di lei e della sua promessa di mandare il suo esercito a Grande Inverno, tanto da mettere in discussione la sua posizione di Mano del(la) Re(gina). Solo le parole di Jorah e di Sansa potranno poi convincerla della sua adeguatezza per il ruolo.

Andando poi a parlare con Bran, Jamie scopre che il ragazzo non prova risentimenti nei suoi confronti, confermando ormai il suo totale distacco da certe logiche terrene. In una scena toccante, che vede anche il ritorno del dotato scudiero Podrick, Brienne accetta di avere lo Sterminatore di Re nel suo battaglione. Il loro rapporto è ulteriormente approfondito da quella che forse è la scena più bella di tutta la puntata, ma ci arriveremo con calma.

Il Trono di Spade: la notte è lunga e piena di terrori

La minaccia degli Estranei, di cui viene annunciato l’arrivo entro l’alba, è incombente, e ognuno a suo modo si prepara psicologicamente e fisicamente alla battaglia. Arya per esempio, dopo essersi fatta costruire la sua arma da Gendry, gli rivela di non aver mai provato l’amore, e decide di passare quella che potrebbe essere la sua ultima notte a letto con lui. Questo non prima di aver avuto uno scambio con il Mastino e Beric Dondarrion nel quale li definisce due rifiuti umani.

Sotto consiglio di Jorah, Daenerys prova a cercare un terreno comune con Sansa, mostrandoci quello che sembra essere un altro filo conduttore della puntata, il rapporto tra le donne e il comando.
Oltre a questo scambio vedremo infatti diverse scene in cui giovani donne si rifiuteranno di mettersi al sicuro nelle cripte (più volte citate come il luogo più sicuro di tutta Grande Inverno…)  per poter combattere per la loro casata, come ad esempio Lyanna Mormont, o per la loro famiglia, come nel caso della giovane ragazza che chiede la zuppa al cavaliere della Cipolla.

Sansa è inizialmente confortata dall’idea di poter parlare da pari con la madre dei draghi, ma il loro rapporto si incrina appena le due iniziano a parlare di quello che potrebbe succedere una volta (e se) sconfitta la minaccia che viene dal Nord. Ma non è il momento di perdersi dietro a queste cose, perchè la battaglia è incombente.

Il Trono di Spade: una strategia comune

Trono di spade s08e02 still 1

Vediamo infatti subito dopo il nutrito gruppo, al quale si è unito anche Theon, arrivato e subito ben accolto da Sansa, riunito intorno ad una mappa e intento a mettere a punto la sua strategia. Jon rivela che secondo lui uccidendo il Night King ci sono buone possibilità di arrestare l’avanzata della sua armata, che viene interamente controllata da lui.

Il piano è usare Bran, ovvero il Corvo a tre occhi, come esca per attirare il comandante degli Estranei. Scopriamo infatti, più o meno, quale sia il vero obbiettivo del Night King, e del perchè la presenza di Bran potrebbe invogliarlo a uscire allo scoperto. Il suo scopo è portare ad una notte infinita, cancellando totalmente il ricordo del vecchio mondo. Per questo uccidere il Corvo a tre occhi, memoria vivente, sarebbe fondamentale per portare a termine il suo piano.

Bran dovrà farsi trovare al Parco degli Dei, nella speranza di potergli tendere un’imboscata. A difenderlo ci sarà Theon, che per portare a termine il suo processo di redenzione, ha intenzione di difendere proprio il ragazzo al quale una volta aveva tolto il regno. Poco distanti ci saranno anche i draghi, nella speranza che il loro fuoco possa ferire o meglio uccidere il temibile Re della Notte.

Jon decide anche, giustamente, che è arrivato il momento di rivelare a Daenerys il loro grado di parentela, confermando la tendenza del giovane ragazzo di dire sempre la cosa giusta nel momento peggiore.
Non abbiamo modo di scoprire a fondo le conseguenze di questa rivelazione, né tanto meno quale sia la reazione della sua amata, perchè subito dopo avergli fatto notare che in quanto erede maschio Targaryen avrebbe più diritto lui al trono, i due sono attirati dai rumori di corno che si sentono in lontananza, segno che la battaglia sta per inziare.

Il Trono di Spade: metti una sera davanti al fuoco con gli amici

La migliore di tutta la puntata, per atmosfera e capacità di farci avvertire il peso del tempo, è però sicuramente la scena che vede riuniti davanti al fuoco, accompagnati da calici ricolmi di vino,  Jamie, Tyrion, Ser Davos, Brienne, Podrick e Tormund. Questa inusuale compagnia preferisce aspettare l’imminente scontro confrontandosi e raccontandosi a vicenda le loro (dis)avventure piuttosto che dormendo.

E’ cosi che scopriamo l’origine della forza di Tormund, che a 10 anni dopo aver ucciso un gigante scala il suo letto e viene allattato per tre mesi dalla moglie, in una scena tanto assurda quanto ben riuscita e divertente.

Tornando ad uno dei temi latenti della puntata, scopriamo che Brienne non è mai potuta diventare cavaliere perchè l’ordine non permette alle donne di ricevere questo titolo. In realtà secondo Jamie qualsiasi cavaliere può nominarne un altro, ed è per questo che nella scena successiva la chiede di inginocchiarsi.

Il trono di spade S08e02 still

L’immagine migliore vede quindi riconosciuto il grande onore sempre dimostrato dalla donna, nominata cavaliere proprio dall’uomo che ad inizio puntata aveva aiutato a riabilitare.

Toccanti e ben girate, è grazie a scene come questa che la serie riesce a ritagliare dei ritratti umani e possibili di questi personaggi così lontani da noi ma coi quali abbiamo passato così tanto tempo da affezionarci.

Un bel respiro prima della fine

La fine sta arrivando, e sicuramente sarà piena di sorprese, colpi di scena e morti. Ma se questa stagione fosse iniziata subito in medias res probabilmente gli stessi che si stanno lamentando della lentezza dell’avanzamento del racconto si lamenterebbero della troppa fretta.

Ogni buona storia ha bisogno dei suoi tempi per svilupparsi, anche solo per ricordare al pubblico la strada percorsa insieme e la posta in gioco , ed è per questo che questa puntata può considerarsi molto più che ben riuscita, anche più della scorsa.

Gli Estranei sono (letteralmente) alle porte, settimana prossima non avremo modo di respirare per oltre 80 minuti, quale modo migliore di prepararsi ad una maratona se non con una bella serie di respiri profondi?

Il Trono di spade s08e02 still 3

PS: due piccoli bonus

Il primo è una considerazione che sorge spontanea, per tutta la puntata ci viene detto come le cripte siano il posto più sicuro di tutta Grande Inverno, possibile che nessuno abbia pensato che un luogo pieno di cadaveri non sia il luogo migliore dove stare durante una battaglia contro un esercito che può resuscitare i morti?

Il secondo è il video ufficiale della canzone che accompagna uno dei momenti più toccanti della puntata, cantata durante i titoli di coda da Florence + the Machine.

Se te la sei persa, leggi ora la nostra recensione della prima puntata.

 

Federico Renis

22/04/2019

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *