Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere: nuovi dettagli sulla serie tv

Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere: nuovi dettagli sulla serie tv

Nuovi dettagli sulla storia de “Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere” confermano che la serie seguirà la creazione degli Anelli del Potere, portando per la prima volta in live action molti dei personaggi di JRR Tolkien preferiti dai fan.

Le prime foto della serie TV “Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere” 

"Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere"

La serie si svolge dopo che il dio malvagio Morgoth è stato sconfitto in una guerra che ha quasi decimato l’intera terra. Anche il generale e apprendista di Morgoth, Sauron, scomparve dopo il conflitto. Ambientata migliaia di anni prima del viaggio di Frodo e Sam per distruggere l’Unico Anello, la serie inizierà quando il leader degli elfi Galadriel darà la caccia al servitore rimasto di Morgoth che si nasconde ancora nell’ombra.

Dal momento che “Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere” si svolge in passato, saremo in grado di vedere alcuni luoghi familiari con occhi nuovi. Ad esempio, il regno dei nani Khazad-dûm verrà mostrato in tutta la sua gloria molto prima che diventi la fossa comune che vediamo ne “La compagnia dell’anello” di Peter Jackson. “Gli anelli del potere” adatterà anche la storia di un marinaio di nome Isildur ( Maxim Baldry ), che avrebbe tagliato il dito di Sauron durante l’ultima resistenza della Terra di Mezzo contro l’agente delle tenebre. La serie esplorerà anche la vita di Celebrimbor (Charles Edwards), il fabbro elfo che forgia gli Anelli del Potere. Elrond (Robert Aramayo) fa anche parte della narrazione, molto prima di diventare il Signore di Gran Burrone.

"Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere"

Sebbene “Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere” dia vita a molti personaggi preferiti dai fan, la serie avrà anche deviazioni significative dal lavoro originale di Tolkien. Mentre tutti gli eventi presenti nella serie si svolgono nel corso di migliaia di anni nei romanzi originali, Patrick McKay e JD Payne hanno deciso di comprimere tutto in un unico momento.

 

Spiega Payne:

 

Potrebbero esserci dei fan che vorrebbero un documentario sulla Terra di Mezzo, ma racconteremo una storia che unirà tutto questo”.

 

Anche il regista JA Bayona ha commentato la serie, sottolineando come ha usato la sua esperienza personale per affrontare la presenza persistente di Sauron, che torna come un tiranno per tormentare la Terra di Mezzo. Bayona è cresciuto in Spagna, dove, per riprendersi da una brutale dittatura che ha governato il paese per 40 anni, ci sono voluti decenni. 

 

“Abbiamo avuto una dittatura per 40 anni, quindi si notano le ripercussioni della guerra e l’ombra del passato. Penso che tutto questo riguardi le ripercussioni della guerra. C’è un’idea che sembra molto fedele a Tolkien, che è l’intuizione. Galadriel ha l’intuizione che le cose non sono aggiustate, e c’è ancora qualcosa in agguato”.

 

“Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere” sarà presentato in anteprima venerdì 2 settembre su Prime Video, con nuovi episodi che usciranno settimanalmente ogni venerdì.

 

Michela De Paolis

11/02/2022

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.