Il principe di Roma: al via le riprese del film con Giallini

Il principe di Roma: al via le riprese del film con Giallini

Primo ciak per  “Il Principe di Roma”, nuova fatica di Edoardo Falcone con Marco Giallini. Il film è una rivisitazione in chiave italiana del classico di Dickens “Il canto di Natale”.

Il principe di Roma: una rivisitazione del classico di Dickens con Marco Giallini

Marco Giallini

Sono partite le riprese del film “Il principe di Roma”, prodotto da Lucky Red con Rai Cinema e in collaborazione con Sky. La pellicola nasce dall’intenzione di adattare da un punto di vista italiano e nello specifico romano, “Il canto di Natale” grande classico della letteratura inglese, nato dalla penna di Charles Dickens. La storia diverte commuove e insegna e, nonostante il passare del tempo, riesce a veicolare un messaggio sempre attuale.

Edoardo Falcone, presente dietro la macchina da presa, parte da un soggetto scritto insieme a Marco Martani e da una sceneggiatura realizzata con Paolo Costella.

L’Ebenezer Scrooge italiano è Bartolomeo, un uomo d’affari senza scrupoli che fa di tutto per diventare nobile. Deciso a raggiungere il suo scopo, l’uomo deve recuperare il denaro necessario per poter accordarsi con Accoramboni, un principe che dovrebbe dargli in moglie la figlia.

Questa ambizione porterà Bartolomeo a intraprendere un viaggio tra passato, presente e futuro.

Regia e cast

Edoardo Falcone, sceneggiatore e regista, con “Il principe di Roma” dirige il suo terzo lungometraggio ed è alla terza collaborazione con Marco Giallini che ha diretto in “Se Dio vuole” e “Io sono Babbo Natale”, quest’ultimo in uscita nelle sale il 3 novembre.

Amato per i suoi molteplici ruoli televisivi, primo tra tutti Rocco Schiavone, Marco Giallini, oltre al sopracitato “Io sono Babbo Natale” è stato impegnato nel 2021 nel film di Massimiliano Bruno “Ritorno al crimine”.

Nel cast, oltre a Giallini, figurano Giulia Bevilacqua (“Ritorno al crimine”, 2021), Filippo Timi (“I delitti del Bar Lume – Battaglia navale”, 2018), Sergio Rubini (“Se mi vuoi bene”, 2019), Denise Tantucci (“Tre piani”, 2021), Andrea Sartoretti (“Figli”, 2020) e Giuseppe Battiston (“È per il tuo bene”, 2020).
Roberta Rosella

29/10/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *