Il mio nome è leggenda: martedì l’ultimo episodio su Sky Arte

Il mio nome è leggenda: martedì l’ultimo episodio su Sky Arte

Martedì 4 gennaio andrà in onda alle ore 21.15 su Sky Arte il sesto e ultimo episodio di “Il mio nome è leggenda” dal titolo “Conte Vlad III di Valacchia – Dracula”, “Sangue del mio sangue“. Disponibile anche on demand e in streaming su NOW.

Il mio nome è leggenda: protagonista Vlad Tepes

Il mio nome è leggenda news
Foto di Camilla Cattabriga

Ultimo appuntamento settimanale con “Il mio nome è leggenda” su Sky Arte, il 4 gennaio alle 21.15. La produzione con Matilda De Angelis, ideata e realizzata da Bottega Finzioni, approfondirà la figura de conte Vlad III di Valacchia, che ha dato vita al mito di Dracula.

Vlad III, nato nelle foreste della Transilvania nel novembre del 1431, è il figlio del condottiero Vlad II Dracul, noto per essere un coraggioso militare dell’Ordine del Drago.

Vlad III, che sarà ricordato come uno dei più violenti esseri umani della storia, nel corso della sua carriera militare verrà chiamato Vlad Tepes, il cui significato rumeno è “Vlad l’impalatore“. Una delle pratiche sadiche che l’uomo infliggeva al nemico ottomano era infatti la morte per impalamento, con l’assurda scusa di giustiziare i nemici del cristianesimo, di cui si sentiva protettore.

La sete di sangue di uno spietato condottiero

Queste le parole del condottiero, che, malgrado abbia mietuto un altissimo numero di vite con spietatezza, non poteva lontanamente immaginare che la sua sete di sangue, da metaforica che era, sarebbe divenuta effettiva, se non nella realtà, almeno nella finzione di uno dei romanzi più famosi di tutti i tempi:

“Ho ucciso contadini, donne, vecchi e giovani che vivevano a Oblucitza e Novoselo (…). Abbiamo ucciso 23.884 turchi senza contare quelli che sono stati bruciati vivi nelle loro case o quelli le cui teste sono state tagliate dai nostri ufficiali…”.

A 420 anni dalla morte di questo folle omicida, viene realizzato “Dracula”, il romanzo epistolare dello scrittore irlandese Bram Stoker. La storia gotica narrata da Stoker parte dal personaggio realmente esistito e reinventa una figura mitologica antichissima, trasformando una creatura priva di intelletto in un vampiro, mostro intelligente e romantico che cambierà per sempre il concetto stesso di quest’essere sovrannaturale, divenendone l’archetipo.

La sesta e ultima puntata de “Il mio nome è Leggenda” si è avvalsa della partecipazione del mass-mediologo Roberto Grandi e della storica Elena Pirazzoli.

La vera storia di Vlad III

Queste le note delle autrici:

“Sangue del mio sangue” racconta di Vlad III, principe rumeno e condottiero assetato di sangue che ha ispirato ‘Dracula’ di Bram Stoker. La sua è soprattutto la storia umana di un legame con un fratello amato con cui ha condiviso per anni la prigionia presso i Turchi, che diventa poi il suo nemico giurato fino alla morte.
Alberta Lepri

“Sangue del mio sangue”, la storia di Vlad III non ha davvero nulla da invidiare a quella di Dracula. È stato appassionante conoscere e raccontare la vita di un uomo le cui prodezze s’intrecciano a una storia più grande, fatta di popoli in conflitto tra loro, battaglie sanguinarie e terre da conquistare.
Silvia Pelati

“Il mio nome è Leggenda” è una produzione originale Sky Arte, ideata e realizzata da Bottega Finzioni. Un programma di Michele Cogo, Giuseppe Cassaro, Gianmarco Guazzo e Antonio Monti, scritto da Michele Cogo e dagli ex-allievi di Bottega Finzioni Gianmarco Guazzo, Alberta Lepri e Silvia Pelati, con la produzione esecutiva di Giuseppe Cassaro e la regia di Antonio Monti. Hanno partecipato in forma di partnership il Comune di Bologna e Bologna Welcome, mettendo a disposizione una delle location più suggestive della città: il Salone del Podestà a Palazzo Re Enzo.

Roberta Rosella

3/01/2022

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.