Ezra Miller: nuove accuse per l’attore

Ezra Miller: nuove accuse per l’attore

Ancora guai per Ezra Miller con nuove accuse. L’attore avrebbe molestato una donna in Germania. Nel frattempo la donna aggredita in Islanda ha interrotto il silenzio.

Ezra Miller: aumentano le accuse di violenza

Ezra MillerSecondo quanto riportato da Variety, Ezra Miller ha ricevuto nuove accuse. Sembrano infatti non finire i guai per l’interprete del supereroe Flash, dopo le accuse che hanno portato la Warner Bros. a riflettere sui futuri progetti con l’attore.

Tutto sembra essere iniziato nella primavera del 2020, proprio quando la pandemia stava espandendosi a livello globale. Lo stesso periodo in cui Miller avrebbero dovuto incominciare a Londra le riprese di “Animali fantastici: i segreti di Silente“, poi interrotte e slittate in attesa delle riaperture. Bloccata in Islanda, la star, allora ventisettenne, ha cominciato a frequentare abitualmente i bar della capitale Reykjavik, facendo amicizia con la gente del posto ma mostrando al contempo un aspetto instabile della sua personalità che ha iniziato a preoccupare gli islandesi.

Coinvolto spesso in risse che finivano il più delle volte senza esiti particolarmente violenti, non è passata inosservata l’aggressione a una giovane donna, tra l’altro filmata. Il video che mostra Miller che stringe il collo della ragazza e poi la spinge a terra, è diventato subito virale e per il giovane attore sono iniziati i guai.

Ebbene recentemente la donna ha interrotto il silenzio, rilasciando un’intervista a Variety.

Le violenze in Germania

Un’altra donna, che ha deciso di rivelare solo il nome di battesimo, ovvero Nadia, sostiene di aver vissuto un’esperienza simile con l’attore, con la differenza che tra i due esisteva già un rapporto di amicizia che stava durando da un paio d’anni: dopo un incontro sessuale avvenuto poco prima dell’inizio della pandemia hanno mantenuto i contatti esclusivamente via messaggi a causa del Covid e dei propri impegni. Sempre attraverso Variety la donna ha raccontato di averlo invitato nel suo appartamento a Berlino una sera del febbraio 2022. Dopo un inizio di convenevoli Miller si è incupito quando Nadia gli ha chiesto di non fumare in casa.

“Questo lo ha fatto esplodere” ha dichiarato Nadia a Variety “Ha cominciato a darmi della nazista (Nadia afferma più avanti nell’articolo di Variety di avere origini ebraiche, nda). Gli ho chiesto di andarsene circa venti volte, forse di più. Ha cominciato a insultarmi. […] Girava per casa mia, guardando e toccando tutto, spargendo tabacco sul pavimento. Ha cominciato a diventare invadente, instabile e disgustoso”.

Dopo circa mezz’ora Nadia ha chiamato la polizia e Miller si è convinto ad abbandonare l’appartamento. La discussione l’ha lasciata profondamente turbata: sebbene non ci sia stato un vero scontro fisico né la donna ha temuto di subire una violenza sessuale. Ha avvertito una grande tensione in casa e la vivida sensazione che potesse avvenire un’aggressione fisica da un momento all’altro. Cinque persone che hanno avuto modo di parlare con Nadia subito dopo il presunto incontro con l’attore hanno confermato la versione della donna, che ha presentato ad aprile una denuncia penale alla Procura di Stato tedesca a Berlino. Vale la pena far notare tuttavia che l’ufficio del pubblico ministero, che stava indagando sull’accusa di violazione di domicilio, ha dichiarato di aver interrotto il procedimento poiché Miller non si trova più in Germania.

Il futuro di Ezra Miller per le ripetute accuse appare dunque sempre più incerto come star del cinema. Sebbene la Warner Bros sia attualmente determinata a far uscire “The Flash” (che lo vede questa volta nei panni di protagonista assoluto) nelle sale intorno a giugno 2023, non è dato sapere se continuerà a recitare in questo ruolo o in qualsiasi altro con la storica casa di produzione.

Mehdi Ben Temime

01/07/2022

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.