Emma Corrin in “The Crown” racconta la bulimia della principessa Diana

Emma Corrin in “The Crown” racconta la bulimia della principessa Diana

Emma Corrin ha spiegato il motivo per il quale ha voluto affrontare in “The Crown” il tema della bulimia di Diana, un aspetto della vita della principessa probabilmente poco conosciuto dalla maggior parte degli spettatori.

Emma Corrin nei panni di Lady Diana

Emma Corrin nei panni di Lady Diana

“The Crown” è finalmente in streaming su Netflix, e tra le new entry c’è Emma Corrin nel ruolo di Diana Spencer.

Secondo quanto riportato da Variety, l’attrice ha raccontato di aver suggerito al team degli sceneggiatori di mettere in luce senza sconti i lati oscuri dell’amatissima Lady D, spiegando anche il motivo per cui ritrarre il disordine alimentare della principessa era così importante per lei.

“Ho fatto un sacco di letture preliminari e ho sfogliato le biografie, cercando di dare un senso a tutte le cose che sono state dette su di lei, cercando di filtrare le notizie  false da quelle vere. Ho iniziato a cercare documentari e ho finito per averne solo uno, che è “In Her Own Words”. È il documentario più superbo da lei narrato in una serie di nastri che ha fatto con Andrew Morton.  Lei non solo ha raccontato la sua storia ma  c’erano solo delle vaghe allusioni alla sua bulimia. Molte delle nostre ricerche finirono per essere incentrate sulla bulimia di Diana, perché era la causa di  tutto ciò che stava vivendo” ha dichiarato Emma Corrin.

L’intervista dell’attrice

Durante l’intervista, sono state poste diverse domande all’attrice Emma Corrin, la quale ha risposto in modo esaustivo.

Ha parlato con qualcuno che conosceva Lady Di?

“Ricordo di aver parlato con il suo segretario privato Patrick Jephson. Non ricordo cosa gli ho chiesto, ma mi ha detto che lei era così felice. Nonostante tutto, nonostante la tristezza che provava e sentiva, aveva quel tipo di personalità totalmente incline alla felicità. Mi piaceva molto ritrarla nelle prime scene così felice e circondata dai suoi amici. È stato un vero piacere mostrarla in quel modo”.

Come si interpreta Diana Principessa del Galles?

“Non lo fai e non puoi, interpreti la versione che è stata scritta per te”.

La serie mette in evidenza il divario di età tra il principe Carlo e Diana e lo indica come un fattore significativo per il fallimento del loro matrimonio. La principessa Anna lo chiama addirittura “un abisso di età”. Cosa ne pensi?

Non è solo il divario di età, ma anche il fatto che queste due persone non hanno nulla in comune. Una cosa è avere 13 anni di differenza se si è molto adatti e ci si innamora perché si hanno tante cose in comune, ma si tratta di due persone in circostanze straordinarie, e il divario di età è stato reso ancora più grande perché entrambe avevano bisogno della stessa cosa l’una dall’altra. Diana era stata un po’ trascurata dai suoi genitori, da quanto ho letto e capito, il che significava che voleva quel tipo di amore parentale. E Charles, da quanto abbiamo visto nella terza stagione, aveva bisogno della stessa cosa a causa della freddezza del suo rapporto con i genitori. Entrambi avevano bisogno di qualcuno che fosse quella figura nella loro vita, ma non potevano darsi questo.

Emma Corrin parla del disturbo alimentare di Lady Diana

Emma Corrin nei panni di Lady Diana
 

Durante l’intervista la protagonista di “The Crown”, Emma Corrin, si è voluta soffermare sul disturbo alimentare della principessa Diana.

All’attrice gli è stato chiesto se la lotta contro la bulimia è stata una parte importante del suo personaggio nella quarta stagione.

Emma Corrin ha risposto dicendo:

“Ricordo di aver ricevuto le sceneggiature  dove era semplicemente accennato questo disturbo alimentare ma io ho chiesto ai redattori se potevo fare delle ricerche per approfondire l’argomento. Volevo davvero rendergli giustizia e pensavo che era importante mostrare tutti i suoi lati, anche quelli più oscuri. Volevo saperne di più su questo disturbo alimentare proprio per rappresentarlo al meglio anche nel rispetto di chi lo sta vivendo o l’ha già vissuto.  È un disturbo alimentare, che si ha a causa di altri problemi. Sono state  scene difficili da filmare”.

Erika Zagari

19/11/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *