Don’t look up: un cast stellare per il nuovo film di Adam McKay

 

Il regista Adam McKay dirigerà un cast stellare per il suo nuovo film, targato Netflix, “Don’t look up”. Oltre ai già confermati Jennifer Lawrence, Jonah Hill, Cate Blanchett, Matthew Perry, Rob Morgan, Ariana Grande, si uniranno al progetto anche Leonardo DiCaprio, Meryl Streep e Timothée Chalamet.

“Don’t look up” un film che promette bene

Un cast d’eccezione per un film che sembra aver già tutte le carte in regola, grazie anche alla regia di Adam McKay. “Don’t look up” seguirà le vicende di due astronomi, interpretati probabilmente da Jennifer Lawrence e Leonardo DiCaprio, impegnati in un tour. L’obiettivo è mettere in guardia il mondo sull’arrivo di un imminente asteroide che potrebbe porre fine all’umanità. L’inizio delle riprese è fissato per la fine dell’anno.

Adam McKay torna dietro la macchina da presa dopo film di grande successo. Grazie a “La grande scommessa”, incentrato sulla crisi finanziaria del 2008, ha vinto l’Oscar per la Miglior Sceneggiatura Non Originale. Mentre invece con il film biografico sul vicepresidente degli Stati Uniti Dick Cheney, “Vice – L’uomo nell’ombra”, ha ottenuto 8 nomination ai premi Oscar nel 2015.

A fine anno dovrebbero uscire altri due film con Meryl Streep: “The Prom”, un musical diretto da Ryan Murphy e la commedia di Steven Soderbergh “Let Them All Talk”.
Leonardo DiCaprio è invece impegnato anche nelle riprese di “Killers of the Flower Moon” di Martin Scorsese, adattamento del libro di David Grahn e incentrato sulla storia dei nativi americani dell’Oklahoma.
Anno di successi e traguardi per Timothée Chalamet che ha preso parte al remake di “Piccole donne” di Greta Gerwig e di “Dune” di Denis Villeneuve, la cui uscita è stata posticipata a ottobre 2021 a causa della pandemia. Vestirà, inoltre, i panni del poliedrico Bob Dylan nel biopic di James Mangold e sarà di nuovo Elio (protagonista di “Chiamami col tuo nome) nel sequel diretto da Luca Guadagnino e ispirato al nuovo libro di André Aciman “Cercami”.

Chiara Canova
15/10/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *