Black Panther: Wakanda potrebbe diventare reale

Black Panther: Wakanda potrebbe diventare reale

Dopo avere lasciato il segno nel campo cinematografico con “Black Panther“, Wakanda potrebbe diventare un luogo reale, in quanto il rapper Akon lo vuole costruire in Senegal.

Black Panther: il regno di Wakanda in Senegal

Black Panther città

Dopo “Wakanda forever” il grido potrebbe presto trasformarsi in “Acon city forever”, dal momento che il rapper americano  Akon ha deciso di investire 6 miliardi di dollari per costruire una città ispirata al regno Marvel di T’challa, un luogo fittizio, ma ben definito.

Wakanda è in “Black Panther” una nazione dell’Africa Orientale, ricchissima grazie ai suoi giacimenti di vibranio. Wakanda confina con il lago Turkana, la Somalia, il Kenya, l’Etiopia e le immaginarie nazioni di Canaan e Narobia.

Il progetto era stato già proposto un paio di anni fa, ma proprio in concomitanza della scomparsa dell’attore che dava il volto al sovrano, Chadwick Boseman, il cantante ha svelato le sue intenzioni, presentando addirittura un video illustrativo, con la presentazione in 3d di “Akoncity l’estensione del mare nel paesaggio” con indicate le varie destinazioni d’uso dei luoghi, residenziali e commerciali, l’architettura proposta e il posizionamento geografico della nuova città.

Un tributo per la Marvel

Akon ha annunciato che la costruzione inizierà nel 2021, ipotizzando il sito come un luogo di accoglienza per gli afroamericani vittime di discriminazioni razziali, e nuove opportunità di lavoro per i senegalesi. La collocazione geografica scelta si troverà a pochi chilometri di distanza dalla capitale Dakar, esattamente a Mbodienne.
Gli edifici si ispireranno alle tipiche sculture africane, realizzati in metallo e vetro, con attività commerciali, un casinò e degli studios cinematografici in un’area chiamata Seawood.

L’artista prevede che ci vorranno almeno tre anni per terminare la costruzione e ha svelato che la nuova Wakanda dovrebbe avere anche una sua moneta, l’Akoin.
Chadwik Boseman dunque avrà lasciato ben più di un ricordo.

Chiaretta Migliani Cavina

07/09/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *