Belle & Sebastien: l’avventura continua – Recensione

  • Titolo originale: Belle et Sébastien, L’aventure Continue
  • Regia: Christian Duguay
  • Cast: Félix Bossuet, Tchéky Karyo, Margaux Châtelier, Urbain Cancelier, Thierry Neuvic
  • Genere: Commedia
  • Durata: 97 minuti
  • Produzione: Francia, 2015
  • Distribuzione: Notorious
  • Data di uscita: 17 dicembre 2015

 

“Belle & Sebastien: l’avventura continua”: un film per famiglie che non deluderà i piccoli fan

belle-e-sebastien

 

Alla fine della seconda Guerra Mondiale, nel settembre del 1945, il giovane Sebastien attende il ritorno di Angelina, divenuta nel frattempo eroina della resistenza, ma l’aereo militare che avrebbe dovuto riportare la ragazza a casa cade nella foresta, dando vita ad uno spaventoso incendio.

Quando tutti in paese hanno perso ogni speranza di rivederla in vita, solo Sebastien decide caparbiamente di andare a cercarla, accompagnato dalla fida Belle. Comincia così per i due amici una lunga avventura, che si snoda tra boschi, inseguimenti con orsi, e tanto altro. Il gruppo diventa ben presto un terzetto quando ai due amici si unisce Pierre, padre di Sebastien, uno dei nuovi personaggi introdotti in questo film.

“Belle & Sebastien: l’avventura continua”: largo all’avventura e ai buoni sentimenti

A due anni di distanza dal successo del primo episodio, la serie cambia regista, allontanandosi ulteriormente dal materiale originale della scrittrice Cécile Aubry.

Secondo capitolo di un’annunciata trilogia, “Belle e Sebastien: l’avventura continua” si differenzia dal precedente episodio grazie al taglio di pura e semplice avventura pensato dagli sceneggiatori. Se due anni fa, inoltre, avevamo assistito alla nascita di un’amicizia, quella tra la cagnolona Belle e il piccolo Sebastien, questo sequel è incentrato sull’inedito rapporto padre-figlio, travolgente per il giovane protagonista.

Un volto, quello dell’attore Félix Bossuet, maturato in questi due anni sotto tutti i punti di vista, tanto da assurgere al ruolo di protagonista di un film impegnativo ed emotivamente in grado di suscitare belle emozioni.

“Belle & Sebastien: l’avventura continua”: il personaggio del padre sminuisce il ruolo dell’amata Belle

Una parola sul ruolo di Belle, che era uno dei fulcri emozionali e narrativi del primo racconto: la cagnolona diventa qui una sorta di spalla di Sebastien; gli sceneggiatori, per giustificarla, sono costretti a usarla come deus ex machina di un’avventura che riguarda sostanzialmente solo gli esseri umani.

Se l’evoluzione della trama talvolta lascia a desiderare, soprattutto nei momenti di maggior pathos, il film di Duguay ha il raro pregio della delicatezza: i protagonisti seminano continuamente tracce di affetto, arrivando all’espressione dei reciproci sentimenti tramite piccoli gesti, come un abbraccio, un sorriso, uno sguardo, due mani che si stringono.

Siamo già in attesa dell’annunciato terzo e ultimo capitolo di questa bella avventura per famiglie.

Daniele Battistoni

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *