“Bad Luck Banging” di Radu Jude ha ottenuto importanti vendite per Heretic Outreach

“Bad Luck Banging” di Radu Jude ha ottenuto importanti vendite per Heretic Outreach

Bad Luck Banging or Loony Porn” di Radu Jude ha vinto l’Orso d’Oro per il miglior film al Festival di Berlino di quest’anno. E′ stato venduto ai principali paesi per Heretic Outreach, come ha appreso Variety in esclusiva.

“Bad Luck Banging” il vincitore dell’Orso d’Oro a Berlino

Radu Jadu

L’ultimo lungometraggio della regista e scrittrice rumena è una satira irriverente su un’insegnante, Emi (Katia Pascariu), la cui reputazione è in pericolo dopo che un video porno personale è stato caricato su Internet. Costretta a incontrare i genitori che chiedono il suo licenziamento, rifiuta di arrendersi. “Bad Luck Banging” è un film in tre parti vagamente collegate: una passeggiata nella città di Bucarest, poi un saggio giocoso sulle oscenità, il tutto culmina in una sitcom incendiaria.

Heretic Outreach ha concluso accordi con Francia (Météore Films), Italia (Lucky Red), Portogallo (Films4you), Lituania (Kino Pavasaris), Estonia (Must Käsi), Israele (Lev Cinemas), Brasile (Imovision) e Hong Kong ( Edko Films Limited). Le vendite precedenti della società di vendita con sede ad Atene includono Germania (Neue Visionen), Taiwan (Swallow Wings), Polonia (New Horizons), ex Jugoslavia (MCF Megacom), Grecia (Cinobo) e Russia (Capella Film).

Anche i diritti rumeni sono stati acquisiti dai produttori di microMultilateral.

Diverse nozioni di oscenità

Il principale critico cinematografico di Variety, Peter Debruge, ha descritto”Bad Luck Banging” in una recensione come un “assalto di cattivo gusto alla nozione di oscenità”, definendo lo “scherzo buñueliano provocatorio e impenitentemente profano” di Jude uno dei primi esempi di “vero lavoro autoriale in un mondo ribaltato da COVID-19. ” Ha aggiunto: “Di conseguenza, dovrebbe ottenere un sacco di proiezioni [virtuali] nei festival”.

Parlando con Variety prima della premiere del film, Jude ha detto di voler utilizzare il pretesto di un video di sesso trapelato sulla rete per esaminare le nozioni di oscenità nella vita di tutti i giorni. “Cosa è osceno? Cos’è immorale? Siamo abituati ad atti che sono molto più osceni, in un certo senso, di questi piccoli atti [sessuali]. Se la società è così piena di oscenità, ammettiamolo: quel video non è più osceno. Questa è stata una mia idea, per mostrare che quella cosiddetta oscenità nel video porno non è niente in confronto a ciò che ci circonda. Ma non ci prestiamo attenzione. E il cinema può aiutarci a vedere meglio le cose”.

Jude ha trionfato l’ultima volta a Berlino nel 2015, quando ha vinto l’Orso d’argento come miglior regista per “Aferim!”, Un rauco western rumeno sulla ricerca di uno schiavo zingaro in fuga nella Valacchia del XIX secolo. L’anno scorso “Stampa maiuscola” e “L’uscita dei treni”, che Jude ha co-diretto con Adrian Cioflâncă, sono stati presentati in anteprima mondiale nel Forum della Berlinale.

Maria Bruna Moliterni

11 ⁄ 03 ⁄ 2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *