Asiatica Film Festival 2019: al via oggi la kermesse che compie 20 anni

Inizia oggi e si protrae fino al 10 ottobre l’Asiatica Film Festival 2019, appuntamento romano, giunto al suo ventesimo anno di vita, dedicato al nuovo cinema asiatico ideato e diretto da Italo Spinelli. Un evento che propone uno sguardo a 360° gradi su un continente sempre più importante per il mondo globalizzato.

Asiatica Film Festival 2019: non solo film ma anche mostre e dibattiti nel cuore di Trastevere nello spazio WeGil e al Nuovo Sacher

Asiatica Film Festival 2019

Ha venti anni e ha raggiunto la maturità, l’evento creato da Italo Spinelli che racconta attraverso il linguaggio delle immagini, un continente molto più grande dell’Europa e in continua espansione economica e culturale. Mai come quest’anno, il Festival si annuncia carico di eventi e di novità.

Si parte oggi 1 ottobre con l’inaugurazione della mostra fotografica Mosaic Myanmar di Minh Pham, fotografo, intellettuale vietnamita-americano ed ex diplomatico delle Nazioni Unite ospitata nello spazio We.Gil situato nel cuore di Trastevere. L’apertura sarà, come di consueto, all’insegna della musica, quella tradizionale indonesiana dell’Orchestra Angklung, seguita dal saluto di Spinelli. Inoltre, oggi i monaci tibetani dell’Istituto Samantabhadra inizieranno a creare davanti agli occhi del pubblico un Mandala della Pace Universale che sarà distrutto il dieci, giorno di chiusura dell’evento.

Un omaggio a Bernardo Bertolucci e i film in concorso

La rassegna cinematografica entra nel vivo da mercoledì e, dopo aver presentato il cortometraggio “Videocartolina dalla Cina” di Bertolucci, propone in concorso il meglio del cinema asiatico dalla Turchia all’India.

Tra le pellicole in competizione non si può non citare il film d’apertura turco “Noah Land” di Cenk Erturk, una storia di amore paterno, ma anche l’indiano “Biriyaani” di Sajin Babu, e “Moan” di Dominic Megam Sangma.

Seguiranno nei giorni a venire il film vincitore del Fajir Film Festival “Castle of Dream” del cineasta iraniano Reza Mirkarimi e l’attesissimo ultimo lavoro del regista cult thailandese Apichatpong Weerasethakul.

Altra star del panorama audiovisivo asiatico in arrivo è Midi Z il birmano-taiwanese, che ha presentato recentemente con successo a Cannes il suo nuovo film “Nina Wu”.

La rassegna si chiude con la proiezione del film “The Rest” dell’ artista cinese Ai Wei Wei, in assoluto il più conosciuto nel mondo. Come da tradizione, gli autori sono tutti presenti e incontreranno il pubblico a fine serata.

Inoltre, nel corso dell’evento lo spazio WeGil ospiterà gratuitamente gli incontri “Asia di Carta”, un focus sul rapporto tra cinema e letteratura con nomi prestigiosi e performances di danze tradizionali del sud-est asiatico.

Tutte le proiezioni avranno luogo al Cinema Nuovo Sacher.

Per info: http://www.asiaticafilmfestival.com/ita/

Stefano Mazzola

01/10/2019

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *