Alec Baldwin: nuove rivelazioni sulla tragedia

Alec Baldwin: nuove rivelazioni sulla tragedia

Come ben sappiamo, l’attore Alec Baldwin si è trovato coinvolto in un incidente mortale sul set di “Rust“, dove la direttrice della fotografia Halyna Hutchins ha perso la vita a 42 anni. Ora, come riportato da Variety, sono state rilasciate nuove dichiarazioni sull’accaduto.

I dettagli dell’incidente che ha coinvolto Alec Baldwin

Alec Baldwin news

Halyna Hutchins, direttrice della fotografia di “Rust”, è morta a causa di un colpo sparato da un revolver in mano ad Alec Baldwin.

Joel Souza, regista della pellicola ha rilasciato una dichiarazione domenica che lascia trapelare nuovi dettaglio sull’incidente. La donna è stata uccisa mentre Alec Baldwin stava provando una scena in cui l’attore stava puntando l’arma in direzione dell’obiettivo della telecamera.

Souza, anche lui ferito nell’incidente sul set, ha affermato che al cast e alla troupe era stato assicurato che Baldwin stava maneggiando una “pistola fredda”, ossia priva di proiettili veri. I protocolli di sicurezza sul set richiedevano che la responsabile delle armi, Hannah Gutierrez-Reed, verificasse che la canna fosse vuota, mentre l’assistente alla regia Dave Halls avrebbe dovuto ricontrollare lo stato dell’arma prima che fosse consegnata agli attori. Souza e Hutchins erano in piedi dietro la macchina da presa per vedere l’angolazione. Baldwin era seduto su un banco di legno rivolto a sud verso la telecamera e la troupe, vestito in abiti occidentali. Dopo aver notato un’ombra, Souza e Hutchins hanno riposizionato la loro attrezzatura e stavano parlando con Baldwin, che stava mostrando loro come aveva pianificato di estrarre la pistola dalla fondina quando si fosse scaricata.

Reid Russell, un cameraman che era in piedi accanto ai due, ha dichiarato alla polizia di “ricordare che Joel aveva del sangue addosso e la signora Hutchins che parlava e diceva che non riusciva a sentire le sue gambe”. Souza ha poi notato che la donna perdeva sangue dalla spalla. La Hutchins, che aveva quarantadue anni e ha lasciato un figlio di otto anni, è stato dichiarata morta giovedì dopo essere stato trasportato in aereo in un ospedale di Albuquerque.

Una produzione sofferente

La produzione di “Rust” era stata alle prese con problemi di manodopera prima dell’incidente. Diversi membri della troupe IATSE sul set del New Mexico di “Rust” hanno lasciato la produzione perché sentivano che i produttori non stavano seguendo le linee guida sulla sicurezza, secondo numerosi rapporti. Le riprese di “Rust” sono iniziate il 6 ottobre al Bonanza Creek Ranch vicino a Santa Fe e i membri della troupe hanno osservato problemi di sicurezza per diversi giorni. Souza ha fatto riferimento a questi conflitti nella sua discussione con la polizia, osservando che giovedì la produzione “… è iniziata in ritardo a causa di una troupe televisiva che si era ritirata e hanno dovuto trovare un’altra troupe per aiutare a girare il film”.

La produzione di “Rust” si è interrotta per pranzo giovedì intorno alle 12:30. Quando il cast e la troupe sono tornati sul set dopo pranzo, Souza ha detto che non era sicuro che l’arma che Baldwin stava usando fosse stata controllata di nuovo. Mentre Baldwin si stava esercitando, Souza ha sentito “come una frusta e poi un forte schiocco”.

La morte della Hutchins ha spinto a chiedere maggiori misure di sicurezza sui set e ha ispirato una petizione su change.org per vietare l’uso di armi da fuoco vere sui set. Quella petizione ha attirato più di 25.000 firmatari.

I produttori del film “Rust” hanno annunciato domenica che sospenderanno la produzione finchè le indagini saranno in corso.

Roberta Rosella

25/10/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *