Addio a John le Carré, maestro dei romanzi di spionaggio

Addio a John le Carré, maestro dei romanzi di spionaggio

John le Carré è morto all’ età di 89 anni, ad annunciarlo è stato il suo agente Jonny Geller su Twitter.

John le Carré morto all’ età di 89 anni

 

Lo scrittore britannico John le Carré, il cui vero nome era David Cornwell, è morto sabato 13/12/2020  all’età di 89 anni.

La morte del noto romanziere è stata annunciata su Twitter dal suo agente Jonny Geller , dichiarando che le Carré è morto al Royal Cornwall Hospital, in Cornovaglia, dopo una breve malattia non legata al Coronavirus.

“È con grande tristezza che dobbiamo confermare che David Cornwell – John le Carré – è morto di polmonite sabato sera dopo una breve battaglia con la malattia… Tutti noi siamo profondamente addolorati per la sua scomparsa. I nostri ringraziamenti vanno al meraviglioso team del servizio sanitario nazionale dell’ospedale Royal Cornwall di Truro per le cure e la compassione che gli sono state dimostrate durante tutta la sua permanenza. Sappiamo che condividono la nostra tristezza” ha dichiarato Jonny Geller su Twitter.

Jonh Le Carré, nato a Poole, nel 1931, ha insegnato all’università di Eton, prima di diventare un funzionario del ministero degli Esteri britannico ed essere reclutato dai servizi segreti (MI6).

Proprio da questa esperienza è nato, il personaggio dell’agente segreto George Smiley, protagonista di molti suoi romanzi.

 Il personaggio di George Smiley, uno degli agenti segreti più amati dai lettori di tutto il mondo, è nato nel 1961 con il primo romanzo “Chiamata per il morto”.

Successivamente ha preso parte in altri romanzi, tra cui “La spia che venne dal freddo”, “La talpa”, “L’onorevole scolaro”, “Tutti gli uomini di Smiley”.

Il personaggio è stato interpretato da attori di spicco come Alec Guinness, Gary Oldman, James Mason e, Denholm Elliott.

Durante la sua carriera, Le Carré ha scritto le sceneggiature di “A Murder of Quality” (1991) e  “Il sarto di Panama“.

La carriera del noto romanziere

John le Carré

 

Secondo quanto riportato da Variety, John le Carrè, durante la sua carriera ha scritto diversi romanzi e, tra questi possiamo ricordare  “Il tunnel dei piccioni”, “Lo spionaggio e la scrittura di romanzi sono fatti l’uno per l’altro”.

Sebbene i suoi romanzi sono stati sempre tra le liste dei bestseller fino alla fine della sua vita, le Carré ha raggiunto la sua più grande popolarità negli anni ’70.

Il suo grande successo arrivò proprio quando la trilogia “Tinker Tailor Tailor Soldier Spy” (1974), “The Honourable Schoolboy” (1977) e “Smiley’s People” (1979), ebbe consensi di critica e vendite massicce.

Negli ultimi anni, Simon Cornwell e Stephen Cornwell, figli di le Carré, hanno prodotto diversi adattamenti televisivi di alcuni romanzi scritti dal padre attraverso il loro banner della Ink Factory.

Tra questi adattamenti possiamo trovare la versione in serie limitata del 2016 di “The Night Manager”, andata in onda su AMC negli Stati Uniti, che ha ottenuto un premio Emmy per la regia di Susanne Bier e nomination agli Emmy per le star Tim Hiddleston, Hugh Laurie e Olivia Colman.

 

Erika Zagari

14/12/2020

 

 

 

 

 

 

 

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *