20th Century Fox con l’istituto Jane Goodall a sostegno degli scimpanzé

20th Century Fox con l’istituto Jane Goodall a sostegno degli scimpanzé

20th Century Fox in collaborazione con l’Istituto Jane Goodall, si è messa dalla parte degli scimpanzé in occasione della prossima uscita cinematografica del film “The War – Il Pianeta delle Scimmie” prevista per il 13 luglio.

20th Century Fox promuove una casa di riabilitazione per gli scimpanzé

20th Century Fox  Per The War Il Pianeta delle Scimmie

Si chiamerà “Casa di Cesare” – in onore del protagonista del film che nel terzo capitolo della saga, sarà costretto ad entrare in guerra con un terribile e crudelissimo esercito umano – il centro di riabilitazione per scimpanzé promosso assieme dalla 20th Century Fox e dall’Istituto Jane Goodall – un’organizzazione dall’impatto globale occupata nella conservazione della comunità e fondata nel 1977 dalla dottoressa Jane Goodall – per prestare soccorso alle scimmie salvate dal commercio illegale di carne selvatica di specie a rischio. Grazie ai tre siti protetti allestiti sull’isola, che daranno protezione a ben centocinquanta esemplari, gli animali verranno accolti nell’habitat da cui furono prelevati, con la possibilità di reintegrarsi e di creare nuove comunità dinamiche.

Non è la prima volta che un film riesce a porre l’accento su una tematica ambientale importante e in particolare, “The War – Il Piante delle Scimmie”, secondo la Dottoressa Jane Goodall, è riuscito a stringere l’occhio della cinepresa sulla particolare situazione delle scimmie e sul nostro rapporto con questi animali.
Seguire Cesare durante le riprese del film, dichiara il regista Matt Reeves, è stato un viaggio affascinante ed isturttivo, alla scoperta di questi animali, così vicini a noi nella loro capacità di organizzarsi, pianificare e persino socializzare.

La speranza è quella di far scoccare una nuova scintilla di consapevolezza e rispetto per questa specie, in noi e nelle generazioni future.

20th Century Fox: una nuova opportunità per gli scimpanzé di Tchimpounga

Gli animali di Tchimpounga, proprio come le scimmie protagoniste del lungometraggio, cercano di ricreare una propria comunità attiva e dinamica. Molti esemplari non fanno parte della stessa famiglia, pertanto è compito del personale dell’Istituto riuscire ad accoppiare le personalità di scimmie in grado di riunirsi e formare il nuovo branco.

Il pericolo più grande per questa specie, non è soltanto quello di finire nei menù illegali di ristornati chic, ma anche quello di diventare attrazioni di strada o animali domestici per seguire una moda crudele, sempre più diffusa nel mondo.

Il film “The War – Il Pianeta delle Scimmie”, capace di unire una magistrale performance di attori umani con immagini generate al pc, dimostra la volontà di creare una più che valida – e sicuramente giusta – alternativa all’attrattiva spettacolare di questi grandi animali.

Ilaria Romito
07/06/2017

Related posts

2 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *