Gli Indesiderati d’Europa (2018)

  • Regia: Fabrizio Ferraro
  • Cast: Vicenc Altaió, Bruno Duchêne, Euplemio Macri, Pau Riba, Marco Teti, Catarina Wallenstein
  • Genere: Drammatico, bianco e nero, colore
  • Durata: 100 minuti
  • Produzione: Italia, 2018
  • Distribuzione: Zomia
  • Data di uscita: 24 aprile 2018

Gli Indesiderati d'Europa - Locandina

Nel febbraio del 1939, lungo i Pirenei, alcune persone scappano dalla Guerra civile spagnola. Poco dopo, la stessa strada è percorsa da un altro gruppo di profughi, stavolta in direzione opposta: sono gli antifascisti europei e gli ebrei, gli "indesiderati" a tutti gli effetti. Tra di loro, c'è anche il filosofo Walter Benjamin.

Gli Indesiderati d'Europa: la storia raccontata da Fabrizio Ferraro

Presentato al Festival di Rotterdam 2018 nella categoria "Perspectives - A History of Shadows", "Gli Indesiderati d'Europa" è la quinta opera del regista italiano Fabrizio Ferraro ("Piano sul pianeta - Malgrado tutto, coraggio Francesco", "Penultimo paesaggio", "Quattro notti di uno straniero", "Colossale sentimento").

Il film, scritto da Claudia Landi, è interpretato da Euplemio Macri, nel ruolo di Walter Benjamin, e da Vicenc Altaió, Bruno Duchêne e Catarina Wallenstein. Le musiche sono a cura di John Cale e Pau Riba.

"Gli Indesiderati d'Europa" vuole porre lo spettatore dalla stessa parte dei fuggiaschi, cercando di coinvolgerlo in un cammino senza fine verso un luogo che possa concedere loro libertà e dignità. Spesso sono gli stessi passi a costituire il suono principale del film, colmi dell'angoscia che ogni personaggio porta dentro di sé.

La vera protagonista del film di Ferraro è la storia e, in particolare, un anno particolarmente critico del XX secolo, alle porte della Seconda Guerra Mondiale, che cambierà per sempre il destino dell'Europa. Da un lato, chi fugge dalla dittatura di Francisco Franco e dall'altro chi fugge dai Nazisti (come Benjamin), ogni uomo si ritrova in disorientamento perenne, spinto però sempre dalla forte volontà di sopravvivere e di vivere in un luogo libero e migliore.

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *