Festival di Cannes 2018: il programma del 16 Maggio

La nona giornata del Festival di Cannes 2018 presenta i film in Concorso: “Burning” diretto da Lee Chang-Dong e “Dogman” di Matteo Garrone; per la sezione Un Certain Regard verranno proiettati “Sofia” di Meryem Benm’Barek e “Chuva e Cantoria na Aldeia das Mortos” di João Salaviza e Renée Nader Messora.

Festival di Cannes 2018: l’Italia è in Concorso con “Dogman”

Festival di Cannes 2018: Dogman

Dogman di Matteo Garrone

Il 16 Maggio, il Festival di Cannes 2018 apre la sezione delle pellicole in Concorso con “Burning” di Lee Chang-Dong, basato sulla vita di un ragazzo, il cui hobby preferito è di appiccare incendi. A seguire il western di Matteo Garrone “Dogman“, incentrato sulla figura di Marcello, uomo tranquillo che vive in una periferia sospesa tra metropoli e natura selvaggia, dove vige la legge del più forte; dopo tante sopraffazioni, medita una vendetta che avrà dei risultati inaspettati.

Un Certain Regard propone “Sofia” di Meryem Benm’Barek, che racconta la drammatica storia di una ragazza che nasconde alla famiglia una gravidanza; e “Chuva e Cantoria na Aldeia das Mortos” diretto da João Salaviza e Renée Nader Messora documentario sull’essere un indigeno in Brasile ai giorni nostri. In replica tornerà “Euforia” di Valeria Golino.

Festival di Cannes 2018: da Midnight Screenings a Cannes Classics

Festival di Cannes 2018: Ladri di biciclette

Ladri di biciclette di Vittorio De Sica

Per Midnight Screenings verrà proiettato il documentario di Kevin McDonald sulla vita e la carriera di Whitney Houston, intitolato “Whitney“.

Anche nella sezione Special Screening troviamo un documentario “La Traversée” di Romain Goupil e Daniel Cohn-Bendit, volto a mostrare i cambiamenti della società francese tramite il racconto di due portavoce delle battaglie del 1968.

La categoria Quinzaine des Réalisateurs presenta “Ming Wang Xing Shi Ke” di Ming Zhang, che narra le vicende di quattro cineasti; e il film d’animazione “Mirai No Mirai” diretto da Mamoru Hosoda, che tratta la storia di una ragazza che viaggia nel tempo per conoscere i suoi antenati.

Durante la nona giornata sarà lanciato il film che chiude la Semaine de la Critique, Guy” di Alex Lutz, commedia in cui il protagonista scopre che il padre è un uomo di spettacolo e decide di conoscerlo per realizzare un documentario su di lui.

Cannes Classics dedica la serata a Vittorio De Sica e al suo capolavoro “Ladri di biciclette“, a settant’anni dalla sua uscita.

Mariateresa Vurro

 

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *