Trono di spade 8: Recensione e Spoiler Episodio 4

Ci avviciniamo a passo spedito verso la resa dei conti finali. Arrestata (definitivamente?) l’avanzata degli Estranei, i nostri eroi si concedono gli ultimi momenti di riposo, bevendo e rilassandosi. Ma la strategia e i complotti torneranno subito dopo a occupare le nostre e le loro menti. A parte qualche colpo di scena, una puntata cuscinetto, sulla quale riporre le nostre speranze per quella che sarà la conclusione della serie evento degli ultimi anni. Ecco a voi la nostra recensione della quarta puntata de “Il trono di spade”.

Il trono di spade: stringiamoci a corte

Immagine 1 Trono di spade s08e04

La puntata inizia con un doveroso ricordo nel quale vengono onorati i caduti della battaglia di Grande Inverno. Le parole di Jon sono giuste e toccanti, e sembrano scaldare gli animi di chi è rimasto vivo. Chi può si stringe intorno alle persone a cui tiene, festeggiando e bevendo tutta la notte in quello che si può definire sicuramente un meritato riposo.

Dopo l’azione e la sofferenza dello scorso episodio, la quarta puntata si concentra più sui rapporti interpersonali che sulle fredde dinamiche militari. Vediamo anche Jamie e Brienne concedersi diversi bicchieri di vino, a loro si unisce anche Tyrion, che col suo fare scherzoso, coinvolge i due in un gioco alcolico dalle conseguenze importanti. I due infatti, sicuramente aiutati dall’alcool, finiscono per abbassare le loro difese e condividono il letto in una tenera notte durante la quale entrambi, valorosi cavalieri, mostrano le loro insicurezze.

Meno fortunato invece il giovane Gendry che, grazie al suo valore in battaglia e al suo essere rimasto l’ultimo dei Baratheon, viene nominato da Daenerys Signore di Capo Tempesta. Alla disperata ricerca di Arya, che vedremo troppo poco in questa puntata e con la quale aveva passato la notte prima della battaglia, il ragazzo, dopo essersi dichiarato, viene respinto dalla giovane Stark, ormai devota solo alla Vendetta. Davanti al fuoco, il nome della ragazza è quello che evoca i maggiori festeggiamenti, grazie al colpo fatale inferto al Re della Notte.

Ma oltre al giubilo, su Grande Inverno aleggia anche quello che è sicuramente un segreto che potrebbe sconvolgere tutte le carte attualmente in tavola. L’eventuale diritto al trono di Jon infatti, ormai ufficializzato anche attraverso la confessione alla sua amata, insinua non poca tensione nella coppia. Uomo d’onore fin dalla prima stagione, Jon si sente in dovere di rivelare il suo lignaggio alle sorelle.

Purtroppo il suo segreto non resterà tale per molto. Sansa infatti decide, poco dopo averlo scoperto, di esprimere tutti i suoi dubbi sulla Madre dei draghi, non particolarmente amata al Nord, durante un dialogo con Tyrion. A seguito del loro scambio, e visto che poco dopo sembra esserne al corrente anche Varys, gli autori ci lasciano intendere che la ragazza riveli al suo ex marito anche le vere origini di Jon.

Il trono di spade: siam pronti alle morti

Immagine 2 Trono di spade s08e04

Dopo qualche scena di commiato, in cui Jon saluta i suoi amici Tormund e Sam, prestando pochissima attenzione a Spettro, lo sguardo volge finalmente al Sud, direzione Approdo del Re. Prima delle partenze però,  la puntata ci regala uno scambio tra i fratelli Lannister e Bron, che è giunto al Nord insieme alla sua balestra a dichiarare i suoi intenti. A differenza di Jon, l’uomo non è mai stato mosso da valori particolarmente puri, tanto che durante il dialogo emerge il suo essere ancora, principalmente, un mercenario.

L’apice della puntata sono però sicuramente i dialoghi tra il più piccolo dei Lannister e Varys. I due consiglieri della Regina e Madre dei Draghi infatti, durante i loro scambi, aprono diverse interessanti possibilità sui possibili sviluppi e conseguenze dell’amore tra i due Targaryen, lasciando intendere che potrebbero esserci non poche sorprese. D’altronde i due sono sempre stati particolarmente acuti nel decifrare il gioco per il trono, ed esprimere, anche solo ipoteticamente, dei dubbi sulla loro Regina, è sicuramente un risvolto interessante.

La ragazza però ha altri problemi da gestire prima di preoccuparsi dell’eventuale tradimento dei suoi consiglieri. Appena arrivati vicino ad Approdo del Re, i nostri eroi vengono infatti attaccati a sorpresa dalla flotta di  Euron Greyjoy che, grazie ad una balestra gigante e ad una mira fuori dal comune, riesce a uccidere uno dei due draghi rimasti vivi di Daenerys. La ragazza, in preda alla collera, rischierà la vita attaccando frontalmente l’avversario. Insieme al drago, numerose sono le sue perdite a seguito dell’attacco del nemico alle sue navi, visto che Cersei è riuscita a prendere prigioniera Missandei.

Grazie ai consigli dei suoi aiutanti, la ragazza si convince che l’attacco diretto al castello non è la via migliore, e acconsente a dialogare col nemico. Il confronto purtroppo non andrà particolarmente bene, visto che dopo poche parole Cersei decide di decapitare davanti a tutti la povera ex schiava. Il dettaglio più triste di tutta la vicenda? Vedere la ragazza morire in catene. Le sue ultime parole, rivolte proprio a Daenerys, saranno feroci. Sussurrando Dracarys, cosa suggerisce alla madre dei draghi? Forse nelle due puntate mancanti vedremo una Daenerys, persi due draghi e i suoi fidati amici e consiglieri, sull’orlo della follia?

Cosa aspettarci dalle ultime due puntate?

A “Il Trono di Spade”piace molto giocare col genere, sovvertendo sempre le aspettative del pubblico. Che il percorso della Madre dei draghi possa portarla a rivelarsi una minaccia per Westeros? Che Jon sia costretto a scegliere tra il suo amore e la sua fiducia per lei o la vita di milioni di innocenti? Anche Jamie, partito da Grande Inverno dopo aver trovato forse l’amore, sarà alla ricerca di vendetta o si dimostrerà troppo debole per potersi mettere contro la Sorella? Solo il tempo potrà dircelo, in attesa di una quinta puntata che si preannuncia esplosiva. Giudicate voi dal trailer qui sotto!

Federico Renis

06/05/2019

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *