“Le streghe” e il problema delle dita in meno

“Le streghe” e il problema delle dita in meno

La Warner Bros. si è scusata per essere stata criticata da persone con disabilità per la rappresentazione del personaggio interpretato da Anne Hathaway in “Le streghe” (The Witches). In una dichiarazione, lo studio ha affermato di “essersi pentito di qualsiasi reato causato”.

Le streghe: la Warner Bros. chiede scusa

Nel film “The Witches” diretto da Robert Zemeckis, il personaggio malvagio interpretato da Anne Hathaway, noto come Grand Witch, ha le dita mancanti. Molte persone con disabilità hanno sottolineato che sembra avere Ectrodattilia, un’anomalia degli arti che viene comunemente chiamata “mano divisa”. I sostenitori temono che ritrarre cattivi con difetti fisici possa perpetuare gli stereotipi secondo cui le disabilità sono anormali o spaventose.

L’atleta paraolimpica Amy Marren ha detto di essere “delusa” dalla Warner Bros. e si è chiesta se “ci fosse stata molta riflessione su come questa rappresentazione delle differenze degli arti avrebbe influenzato la comunità delle differenze degli arti”.

L’account Twitter ufficiale dei Giochi Paraolimpici ha fatto eco ai sentimenti di Marren, scrivendo “La differenza degli arti non fa paura. Le differenze dovrebbero essere celebrate e la disabilità deve essere normalizzata “.

La Marren ha spiegato che i chirurghi spesso cercano di costruire le mani per bambini e adulti con differenze agli arti. “È sconvolgente per qualcosa che rende una persona diversa possa essere rappresentata come qualcosa di spaventoso”, ha dichiarato.

“Sì, sono pienamente consapevole che questo è un film e queste sono streghe. Ma le streghe sono essenzialmente dei mostri “, ha continuato. “La mia paura è che i bambini guarderanno questo film, ignari del fatto che esagera enormemente l’originale di Roald Dahl e che le differenze degli arti iniziano a essere temute”.

Le risposte della Warner Bros.

Un portavoce della Warner Bros. ha dichiarato che lo studio è “profondamente rattristato nell’apprendere che la nostra rappresentazione dei personaggi di fantasia in” The Witches” potrebbe turbare le persone con disabilità”.

“Nell’adattare la storia originale, abbiamo lavorato con designer e artisti per trovare una nuova interpretazione degli artigli felini descritti nel libro”, si legge nella dichiarazione. “Non è mai stata intenzione degli spettatori sentire che le creature fantastiche e non umane avrebbero dovuto rappresentarli. Questo film parla del potere della gentilezza e dell’amicizia. La nostra speranza è che famiglie e bambini possano godersi il film e abbracciare questo tema pieno di potere e amore “.

“Le streghe” ha debuttato su HBO Max a ottobre ed è il secondo adattamento cinematografico del popolare libro per bambini di Dahl. La storia è incentrata su un giovane ragazzo che si imbatte in un raduno di streghe durante il soggiorno con sua nonna in un hotel. Dopo aver scoperto il loro piano malvagio per trasformare i bambini del mondo in topi, lavora con sua nonna per contrastare il loro malvagio complotto. Insieme ad Hathaway, il cast include il nuovo arrivato Jahzir Kadeem Bruno, Octavia Spencer, Stanley Tucci, Chris Rock e Kristin Chenoweth.

04/11/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *