Festival di Venezia 2018: programma del 30 agosto

Giovedì 30 agosto 2018, la seconda giornata della Mostra Cinematografica di Venezia si apre con la presentazione di tanti nuovi film di cui 3 in Concorso: “Roma” del regista messicano Alfonso CuarónThe Mountain” di Rick Alverson e “La favorita” del cineasta greco Yorgos Lanthimos. Nella categoria Fuori concorso – Fiction verrà presenta la commedia spagnola dal titolo “Mi Ombra Maestra” e nella sezione Fuori Concorso – Non Fiction “Isis Tomorrow. The Lost Souls Of Mosul”dei registi italiani Francesca Mannocchi e Alessio Romenzi sulla controversa questione del Medio Oriente dal titolo.

Festival di Venezia 2018: i film in concorso nella seconda giornata, un viaggio nel tempo

Festival di Venezia 2018 The Mountain

The Mountain

Una seconda giornata quella dal Festival di Venezia 2018 che ci porta subito nel vivo della competizione. Sono ben tre le pellicole presentate in questo giovedì di festa: apre la giornata il film Rick Alverson con Tye Sheridan, Jeff Goldblum, Hannah Gross che racconta in “The Mountain“, una commedia drammatica di 106 minuti, le pratiche mediche svolte in America negli anni 50.

La pellicola porta al Festival di Venezia 2018, una riflessione critica sull’utilizzo di pratiche mediche molto discutibili come lobotomie e elettroshock utilizzate sopratutto nel periodo successivo alla Seconda Guerra Mondiale, per “curare” patologie come schizofrenia, malattie mentali e non solo. Una storia che pone l’accento su una questione sociale molto delicata che raramente viene affrontata in rappresentazioni cinematografiche che concorrono a manifestazioni di questo spessore.

Altro film in Concorso presentato in questa seconda giornata di Festival è “Roma” del regista Alfonso Cuarón. Diversamente da come si possa pensare il luogo simbolo di questa commedia non è la città eterna, ma un quartiere storico di Città del Messico, che si chiama Roma e da cui prende ispirazione il nome di questa opera.

Anche questo lungometraggio ci porta indietro nel tempo più precisamente a metà degli anni 70 e ci racconta le vicende di varie generazioni di una famiglia borghese messicana.

Anche l’ultimo film in concorso presentato il 30 agosto durante la kermesse veneziana, è un vero e proprio viaggio nel tempo. Yorgos Lanthimos insieme ad un cast stellare composto da Emma Stone, Rachel Weisz, Olivia Colman e Nicholas Hoult, ci fanno riviere la corte della regina Anna nell’Inghilterra del XVIII secolo.

La Favorita” è sicuramente il lavoro più atteso della giornata nonché uno più quotati per aggiudicarsi il prestigioso Leone d’Oro di Venezia.

Festival di Venezia 2018: i film fuori concorso e le categorie speciali

Sono molti i lungometraggi appartenenti alle categorie Fuori Concorso presentati nella seconda giornata della 75esima edizione del Festival di Venezia.

Per la categoria Fuori concorso – Fiction, verrà proiettata in anteprima la commedia spagnola “Mi Ombre Maestra“del regista Gastón Duprat. Il cineasta spagnolo non è certo nuovo per il pubblico della mostra cinematografica veneziana. Infatti, ha ricevuto la prestigiosa statuetta nel 2016 con il film “Il cittadino illustre“.

Nella sezione Fuori concorso – Non Fiction troviamo un documentario drammatico sulla controversa questione del Medio Oriente dal titolo “Isis Tomorrow. The Lost Souls Of Mosul“.

Invece, sono due i film proiettati appartenenti alla categoria speciale Orizzonti: “L’Enkas” di  Sarah Marx, che segue le vicende di un giovane ragazzo appena uscito di prigione che vuole trovare un modo per fare velocemente soldi; e “Stripped” di Yaron Shani, una storia che segue le vicende di due ragazzi che sognano di vivere della loro arte e due destini completamente diversi che uniti mettono in scena una commedia drammatica che si svolge a cavallo tra la Germania e Israele.

Per la categoria Biennale College cinema invece, sarà proiettato “Yuva” di  Emre Yeksanmentre per la sezione Venezia Classici andranno in scena “Il luogo senza limiti” di Arturo Ripstein del 1977 e “Desideri nel sole” una commedia francese di  Jacques Rozier del 1963.

Per leggere il programma completo del Festival di Venezia vai sul sito ufficiale.

Chiara Broglietti

 

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *