Ecodelcinema

Supernatural “Wayward Sisters” 13×10 – Recensione e Spoiler

Supernatural è tornato dopo la pausa invernale con un episodio tutto al femminile. Stavolta sono proprio Sam e Dean ad avere bisogno d’aiuto, e saranno le loro amiche a tentare di salvarli.

Potere alle donne: il coraggio non è solo “roba da maschi”

Che le donne in Supernatural non siano le classiche principesse che hanno bisogno di essere salvate dai loro cavalieri è ormai chiaro, e in questo nuovo episodio ciò diventa più che mai evidente.

La serie infatti ci aveva lasciato a dicembre con il fiato sospeso a chiederci cosa ne sarebbe stato dei fratelli Winchester, intrappolati in un’altra dimensione sconosciuta ed estremamente inquietante. Siamo abituati ormai da tredici stagioni a vederli lottare contro i mostri più disparati per salvare il mondo da oscure minacce, ma non mancano le occasioni in cui sono loro a necessitare di essere salvati. E questa è proprio una di quelle occasioni.

L’episodio si apre mostrando Claire, l’adolescente ribelle figlia del tramite di Castiel, intenta a cacciare dei lupi mannari: quando Jody la chiama e le comunica che Sam e Dean sono in pericolo, la ragazza non esita e parte immediatamente, intenzionata ad aiutarli ad ogni costo. Claire si unisce a Jody, alla sua “sorella acquisita” Alex e alla veggente Patience. Il dream team si mette al lavoro e riesce a trovare Kaia, la dreamwalker che insieme al nephilim Jack aveva aperto il portale attraverso il quale i Winchester erano entrati nell’altra dimensione. Raggiunte poi dallo sceriffo Donna Hanscum ritrovano il portale; Claire, ignorando gli avvertimenti di Patience che aveva avuto una premonizione in cui la vedeva morire, insiste per raggiungere Sam e Dean e viene seguita da Kaia. L’impresa va a buon fine, ma tutto ha un prezzo, e stavolta lo scotto da pagare è molto alto; l’avventura nell’altra dimensione si conclude con una scena ad altissimo carico emozionale: il sacrificio di Kaia, che in un impeto di coraggio e spirito altruistico salva la vita a Claire da una lancia letale, ma viene colpita al posto suo.

Il finale dell’episodio ha pertanto un sapore agrodolce: i nostri eroi sono salvi, ma Claire è divorata dai sensi di colpa per non essere riuscita a mantenere la promessa di proteggere Kaia: ciò le fa però comprendere perché Jody è così protettiva nei suoi confronti, e la ragazza capisce infine di aver bisogno della sua “famiglia”. Dopo un breve momento di serenità, la conclusione presenta un colpo di scena degno di Supernatural: la figura incappucciata che dava la caccia ai Winchester si scopre il volto, e rimaniamo senza fiato nel vedere il primo piano di Kaia e il suo sguardo minaccioso.

L’episodio, com’è tipico dello stile di Supernatural, è un alternarsi di scene ad alto contenuto adrenalinico e di momenti commoventi. La prospettiva al femminile rappresenta un rovesciamento interessante che porta una ventata di novità nella serie, che, seppur giunta alla sua tredicesima stagione, non cessa mai di stupire piacevolmente il pubblico. Il colpo di scena finale ci fa attendere con ansia il prossimo episodio e apre a mille domande, ma una tra tutte è: come faremo ad aspettare fino alla prossima settimana?

Ilaria Ciciori

19/01/2018