Tanna
  • Regia: Martin Butler, Bentley Dean
  • Cast: Mungau Dain, Marie Wawa, Marceline Rofit, Charlie Kahla, Albi Nangia, Lingai Kowia, Dadwa Mungau, Linette Yowayin, Kapan Cook, Albi Nagia, Mikum Tainakou, Mungau Yokay
  • Genere: Drammatico, Colore
  • Durata: 104 minuti
  • Produzione: Australia, 2015
  • Distribuzione: Tycoon Distribution
  • Data di uscita: 4 Maggio 2017

Tanna locandina filmIl film "Tanna", prodotto nell'anno 2015 in Australia, per la regia a due mani di Martin Butler e Bentley Dean, è stato presentato  alla 72ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, in occasione della Settimana della Critica. Nel settembre 2016 è stato scelto per rappresentare l'Australia agli Oscar 2017 nella categoria Miglior film straniero, venendo ufficialmente candidato il 24 gennaio.

"Tanna" è ambientato nell'omonimo isolotto del sud del Pacifico, situato nell'arcipelago di Vanuatu. Questo piccolo paradiso incontaminato è uno dei rarissimi luoghi del mondo che ancora oggi ospitano società tribali.

Qui, in un villaggio conosciuto con il nome di Yakel, abitano una giovane fanciulla indigena di nome Wava - una ragazza dolce e sveglia - e Dain, il nipote del capo tribù.
La vita scorre tranquilla nella comunità, così lontana dal quotidiano a cui siamo abituati; tra canti allegri, bagni nelle grandi e fresche cascate e corteggiamenti amorosi.

Tanna: la pace grazie ad unioni matrimoniali

L'isola di Tanna è però abitata da diverse tribù, per lo più in lotta tra loro, pronte a farsi guerra e uccidersi senza pietà in caso di sconfinamento.

Per evitare questi massacri, la tradizione Kastom, seguita scrupolosamente dagli indigeni, prevede l'organizzazione di matrimoni strategici - su decisione degli anziani - tra individui appartenenti a gruppi rivali.
Malgrado ciò, l'omicidio del padre di Dain, sciamano di Yakel, inasprisce il rapporto con il clan nemico: gli Imedin.

Durante una riunione tra i gruppi, indetta per porre finalmente un freno a questa inaudita violenza, la giovane Wava viene promessa in sposa al figlio del capo tribù degli Imedin, Mikum, come parte di un accordo di pace.

Wava, però, rifiuta le nozze, perché innamorata di Dain, il quale, visibilmente contrariato, nel tentativo di opporsi alla decisione, viene mandato in esilio forzato sulle pendici del vulcano Yahul.

Durante la notte Wawa decide di raggiungere il suo innamorato e i due iniziano una fuga romantica in nome dell'amore, ribellandosi alla secolare cultura di Kastom; così, in una situazione senza dubbio shakespeariana, i due ragazzi si ritroveranno di lì a poco a vagare nella foresta, braccati dagli abitanti del loro villaggio e dai terribili guerrieri Imedin, furiosi per l'affronto subito.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.