Svegliati amore mio: torna Sabrina Ferilli nei panni di una madre coraggiosa

Svegliati amore mio: torna Sabrina Ferilli nei panni di una madre coraggiosa

Partirà il prossimo 24 marzo in prima serata su Canale5Svegliati amore mio“, fiction in tre puntate con Sabrina Ferilli, nei panni di una madre che vive il dramma della malattia della propria figlia, causata dai veleni tossici della fabbrica in cui lavora suo marito.

Sabrina Ferilli e il dolore di una madre

Sabrina Ferilli Svegliati amore mio

“Svegliati amore mio”, scritta e diretta dalla coppia formata da Ricky Tognazzi e Simona Izzo, debutterà con la prima puntata mercoledì 24 marzo su Canale 5 e sarà disponibile anche sul portale Mediaset Play in streaming, contemporaneamente alla prima visione televisiva. Nel cast oltre alla Ferilli figurano Ettore Bassi, nei panni del marito; Caterina Sbaraglia in quelli della piccola Sara e Francesco Arca in quelli di Mimmo. Francesco Venditti, figlio del noto cantautore, interpreta il giornalista gay che segue il caso. Venditti si trova così alla seconda collaborazione con Ricky Tognazzi e Simona Izzo dopo “Il caso Enzo Tortora”.

La fiction è ambientata in un paesino del centro-sud Italia di cui non sappiamo il nome. Ci troviamo nei primi anni del 2000. Sabrina Ferilli è Nanà, una madre e una moglie che cerca giustizia ed è animata da un forte senso del coraggio. L’esistenza della donna cambia repentinamente quando la figlia di dodici anni si ammala di leucemia.

Nanà viene lentamente a conoscenza di un’atroce verità: molte altre persone stanno vivendo il dolore di una malattia simile a quella che ha colpito la sua bambina. Da questa constatazione prende il via l’ipotesi che le cause di tali sciagure siano da attribuire ai veleni tossici della fabbrica, vicina alla loro casa, in cui lavora il marito Sergio.

Nanà decide così di alzare la voce per dare visibilità al suo caso e a quello delle famiglie che vivono il suo stesso dramma, richiamando l’attenzione dei dirigenti della fabbrica e delle diverse autorità chiamate in causa.

In questa situazione disperata, la donna si ritrova a far i conti con due uomini innamorati di lei: il marito Sergio e Mimmo.

Una storia di denuncia

“Svegliati amore mio” vede riunito il trio Ferilli – Izzo – Tognazzi in quello che può essere definito il secondo capitolo di una trilogia dedicata alla denuncia sociale con storie al femminile, iniziata con “L’amore strappato”, tratto da una storia vera. Anche nella precedente fiction la Ferilli vestiva i panni di una madre in cerca di giustizia, dopo aver perso la custodia della figlia di sette anni a causa delle accuse di molestie nei confronti del marito in realtà innocente. Lo show, riproposto a febbraio, aveva ottenuto nella prima messa in onda il 19% di share con quattro milioni di telespettatori per l’ultima puntata.

In questa nuova produzione si mette l’accento sulle conseguenze dell’inquinamento a causa dei veleni emessi dalle fabbriche. 

A tal proposito Sabrina Ferilli ha affermato nel corso di Verissimo il 12 marzo, di sentirsi attratta da vicende che si concentrano su queste problematiche e che cercano di mettere sotto i riflettori tragedie legate all’inquinamento causato dalle acciaierie.

Lorenzo Buellis

17/03/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *