Per chi suona Campanella: dal flop al cult

Per chi suona Campanella: dal flop al cult

Da un’idea del produttore Sergio De Angelis, “Per chi suona Campanella: dal flop al cult” è il titolo di un film d’imminente uscita scritto da Lorenzo De Luca e diretto da Fabrizio Rampelli dedicato al cineasta Pierfrancesco Campanella.

“Per chi suona Campanella: dal flop al cult” celebra il regista di “Bugie rosse” e “Cattive inclinazioni”

Per chi suona Campanella: dal flop al cult immagine

A prima vista può risultare strano che venga celebrato proprio Pierfrancesco Campanella: non è un regista campione di incassi, né in passato è stato particolarmente amato dai critici. Eppure, incredibilmente negli ultimi tempi è stato riscoperto dagli amanti del cinema di culto, a cominciare dalla ripubblicazione su dvd CG Entertainment e in streaming della sua principale filmografia, a partire dalla commedia “Strepitosamente… flop”. Ottime vendite e recensioni positive hanno portato a pensare che, proprio come il buon vino, si tratti di film che invecchiando migliorano, tanto che i due thriller “Bugie rosse” e “Cattive inclinazioni” godranno presto di capillare distribuzione in blu-ray addirittura negli Stati Uniti, nelle versioni restaurate da negativo originale.

L’omaggio ad un artista d’indubbia originalità

Per chi suona Campanella: dal flop al cult immagine

Il documentario “Per chi suona Campanella: dal flop al cult”, dunque, intende omaggiare questo discusso artista, capace di suscitare reazioni molto contrastanti tra chi lo critica ferocemente e chi lo ammira per la sua originalità, l’autoironia e il suo essere ‘politicamente scorretto’. D’altra parte, i suoi lavori, forse un po’ troppo ‘avanti’ per i periodi in cui vennero concepiti e, di conseguenza, ‘disturbanti’, non furono capiti.

Rampelli non si limita a ripercorrere la carriera di Campanella, ma scava a fondo sulla sua controversa personalità attraverso le testimonianze di molti addetti ai lavori che lo conoscono  bene. A fare da filo conduttore al tutto è il professor Fabio Melelli, autorevole docente di Storia del Cinema presso l’Università di Perugia.

Per chi suona Campanella: dal flop al cult: campanella e i suoi nuovi impegni

Per chi suona Campanella: dal flop al cult immagine

“Per chi suona Campanella: dal flop al cult” rappresenta l’ulteriore testimonianza del momento favorevole che sta vivendo Pierfrancesco Campanella, il cui ultimo cortometraggio “Sacrificio disumano”, interpretato da Maria Grazia Cucinotta, ha conquistato numerosi premi. Trionfatore, tra gli altri, presso l’Hollywood Blood Horror Festival, il Rome International Movie Awards, il San Marino Green Movie, il Castelli Romani Film International, il Terra di Siena Film Festival, l’Ostia Film Festival, il Digital Media Festival, il Cubo Cine Festival e Primo Piano sull’Autore: Pianeta donna, prestigiosa rassegna curata da Franco Mariotti.

Ma per Pierfrancesco Campanella gli impegni dietro la macchina da presa non si fermano, in quanto sono in lavorazione un documentario sulla ‘beat generation’, un lungometraggio horror per il grande schermo provvisoriamente intitolato “La lista micidiale” e, infine, “Il provino”, short sulle molestie alle attrici da parte di registi e produttori, di cui è anche protagonista insieme a Francesca Nunzi, Nicholas Gallo e Valeria Di Pace.

Maria Grazia Bosu

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.