Le migliori serie anni ’90

Le migliori serie anni ’90

I meravigliosi anni ‘90, come fare a non amarli? Ecco perché EcodelCinema ha deciso di stilare per voi questa lista con le migliori serie più amate degli anni ‘90.

Anni ‘90 che passione

Anni ‘90, tra canzoni pop e innovazioni tecnologiche, ma era anche jeans a vita alta, con magliette over da sopra, spesso nelle nuance pastello. Per i nostalgici gli anni ‘90 sono si e no 10 anni fa, ma sfortunatamente per noi… sono passati… oramai… 30 anni…
Comunque sia, la nostra passione per l’ultimo decennio del secolo scorso è tutt’ora presente.
Quanto era bello ascoltare a tutto volume le Spice Girls, i Backstreet Boys, Laura Pausini, beh gli anni ‘90 sono stati l’ultimo decennio perfetto per la fine del 1900.
Dal 1990 al 1999 sono uscite centinaia di serie tv, un format che ha iniziato ad impazzire pure da noi, dalla comica e meravigliosa Friends, alla cupa e misteriosa X-Files. Insomma, c’era una serie per tutti, naturalmente non potremmo elencarle tutte, ma proveremo a mettere quelle che sono rimaste nel nostro cuore.

Anni ‘90, La Tata

Andata in onda per 6 anni (1993-1999) parla di Francesca Cacace venditrice di cosmetici porta a porta, fino a quando viene assunta come nuova baby sitter dalla famiglia Sheffield. Stravagante ed esagerata, l’uniforme di Francesca è abbagliante, tacchi altissimi, abiti smaglianti e capelli cotonati.
Francesca viene catapultata dal Queens all’alta società di New York. La tata, che ha sempre 20 anni, si prenderà cura dei tre figli del manager teatrale britannico Maxwell Sheffield: la timida e goffa Maggie, il pestifero Brian e la più giovane della famiglia, Gracie. Per completare il quadro, il sarcastico maggiordomo Niles e l’assistente di Maxwell (e aspirante nuova moglie), CC Babcock.
Francesca torna spesso nel Queens per far visita alla sua amata, sempre affamata zia Assunta e alla più anziana e ultra-elegante Yeta (l’attrice che l’ha interpretata, Ann Morgan Guilbert, è venuta a mancare nel 2016, all’età di 88 anni).
La Tata è stata una delle sitcom più divertenti e seguite degli anni ’90, grazie anche all’adattamento di Guido Leone. Nell’originale americano Fran era di origini ebraiche, mentre in Italia, Francesca era originaria di Frosinone. La protagonista Fran Drescher è anche l’ideatrice dello spettacolo, insieme al marito Peter Marc Jacobson. È in onda in Italia dal 1995.
Indimenticabili i siparietti di Niles e CC.

Il mistero dei Segreti di Twin Peaks

Ma vogliamo parlare del segreto di Twin Peaks? La serie TV, andata in onda su ABC dal 1990 al 1991, è ambientata in un’ipotetica cittadina del Montana dove non succede MAI nulla. O quasi. La tranquilla Twin Peaks è turbata dall’omicidio di Laura Palmer. L’indagine per trovare il colpevole svelerà una serie di segreti nascosti fino alla scoperta del corpo di Laura il 24 febbraio 1989.

Ideato dai maestri David Lynch e Mark Frost, i segreti di Twin Peaks presenta tutti i tratti distintivi dei film del regista americano: dolore, scene oniriche, immagini grezze. A quel tempo, era molto difficile raggruppare Twin Peaks in un genere. La serie tv è arricchita da una colonna sonora di Angelo Badalamenti, e il tema della sigla è forse uno dei brani più riconoscibili degli anni ’90.

Il reboot di Twin Peaks è stato svelato al 70° Festival di Cannes nel 2017.

Anni ‘90 e ospedali: E.R. – Medici in Prima Linea

Prima di Grey’s Anatomy, c’era E.R. Andato in onda per ben 15 anni, dal 1994 al 2009, E.R è uno dei migliori medicala drama mai realizzati. È stato ispirato dal libro Emergencies dell’autore Michael Chrichton, in cui descriveva la sua esperienza al pronto soccorso di Boston. La storia si sposta da Boston a Chicago: al County General Hospital, dove medici e infermieri lavorano senza sosta.

La dottoressa Green non riesce a conciliare lavoro e vita amorosa, la dottoressa Susan ha una sorella tossicodipendente e il pediatra Doug Rose (il giovane George Clooney) non segue mai il protocollo e si scontra con la caposala Carol Hathaway (Julie Anna Margulies),l’assistente chirurgo Peter Benton è, invece, IL problema del giovane specializzando John Carter (Noah Wyle).

Vampiri, demoni e ogni sorta di dannato, Buffy l’ammazzavampiri

Buffy Summers si è appena trasferita nella super tranquilla Sunnydale, dopo aver lasciato Los Angeles per aver dato fuoco alla palestra della scuola. Apparentemente sembra una tipica studentessa delle superiori, ma la sedicenne nasconde un segreto: è l’ultima discendente di una stirpe di ammazzavampiri.

Nella sua costante ricerca del cugino di Dracula, Buffy è aiutata dai suoi nuovi amici: il timido Xander, l’adorabile Willow e la bella Cordelia. Buffy ha anche incontrato il suo guardiano, il professor Giles, al liceo, che è stato incaricato di insegnarle come essere una cacciatrice migliore. Insieme formarono la leggendaria banda di Scooby-Doo.

Anche Angel, vampiro redento, è pronto a dare una mano. L’ex vampiro mai sorridente è diventato con riluttanza parte della banda di Scooby-Doo e quando si trasferisce a Los Angeles, l’abbandona per sempre. Angel se ne va con Cordelia, e i due fondano un’agenzia investigativa: questo è lo spin-off della serie tv Angel.

Dopo che Angel se ne va, Buffy si avvicina sempre di più a un altro vampiro: Spike. Il vampiro che ricorda Billy Idol sarà il suo nuovo amore. Lo spettacolo segue anche Buffy dopo il liceo ed è accreditato di aver unito due mondi: la fantascienza e il dramma adolescenziale. I mostri che Buffy deve affrontare sono un’allegoria dei problemi che ogni adolescente del mondo ha.

La serie anni ’90 più anni ’90: Beverly Hills 90210, i primi amori

 

Beverly Hills, 90210 è storia : la TV inizia a parlare di adolescenti agli adolescenti per la prima volta. Aaron Spelling ha scritto la serie e in parte il nuovo genere. Beverly Hills, 90210 è stata la prima serie TV per adolescenti ad andare in onda negli Stati Uniti (il debutto spetta a DeGrassi Junior High in Canada nel 1987) ed è la prima serie TV per adolescenti ad andare in onda sulla rete FOX.

I gemelli Walsh lasciano il freddo Minnesota per la calda e complessa Beverly Hills, dove studiano nella scuola superiore più prestigiosa della città: la West Beverly High School. Brandon e Brenda si fanno strada nell’élite di Beverly Hills: Kelly, una ragazza problematica vulnerabile con una madre assente; Donna, dolce e ricca (interpretata dalla figlia di Aaron, Tory Spelling); la bella e impossibile Dee Len, Bully Steve, il timido DJ David e Intelligente Andrea. Gli otto amici sono uniti, anche se tra loro non mancano i litigi e l’amore avanti e indietro: il più famoso? Il triangolo Kelly-Brenda-Dylan.

Beverly Hills, 90210 parla per la prima volta ai giovani di droga, AIDS, sesso e omosessualità. Brenda è diretta a Londra per uscire dalla sua relazione distruttiva con Dylan. Altri continueranno a vivere le loro vite tra sfarzo, esami, fratellanza e flirt. Lo show ha uno spin-off, Melrose Square, e un reboot con alcuni personaggi storici.

Alieni, mostri e assassini X-file

I protagonisti di X-Files sono gli agenti dell’FBI Mulder e Scully che indagano, con le prese in giro di tutta l’FBI, su casi che coinvolgono il paranormale. Mulder scelse di farlo perché era convinto che un alieno avesse rapito sua sorella e Scully era semplicemente lì per controllarlo. Con il passare del tempo tra due colleghi si sviluppa una forte intesa che si trasforma prima in amore platonico e poi in una vera e propria relazione.

X-Files è stata una delle serie TV più premiate degli anni ’90: 3 Emmy su 21 nomination (alla migliore guest star Peter Boyle, alla sua protagonista Gillian Anderson e per la sua interpretazione) e 5 Golden Globe Awards su 12 nomination (migliore serie drammatica nel 1994 e 1997 e coppia di attori e dramma vincitrice del premio En Plein nel 1996). Ha vinto 13 statuette d’oro in Creative Emmy Awards, Technology Awards e TV Dramas.

Dal 2016 al 2018 è andato in onda su FOX un revival, che ha fatto storcere un po’ il naso a tutti.
Indimenticabile la sigla di X-Files: Materia Primoris, il titolo di una canzone scritta da Mark Snow.

Gialli, irriverenti e sempre amati, I Simpson

Una delle serie tv più longeve della storia sono loro, i Simpson. Le creature gialle, create da Matt Groening, hanno debuttato sulla rete statunitense FOX nel 1987 durante il The Tracey Ullman Show. La serie TV vera e propria è uscita nel 1989, ed è ancora trasmessa dalla stessa rete. Homer lavora alla centrale nucleare di Springfield: insignificante, ma generoso. L’uomo vive con la moglie, Marge , e i loro tre figli: Bart il teppista, Lisa la profonda e la “perenne” piccola Maggie.
I Simpson hanno distrutto tutto ciò da cui dipendeva la società americana. Non è un caso che lo spettacolo sia ambientato a Springfield: ce ne sono 41 negli Stati Uniti. Anche se nel 2012, Groening ha finalmente rivelato che la città nella serie animata si trova in Oregon. L’adattamento del dialogo italiano è stato curato da Tonino Accolla, che ha doppiato Homer fino al 2013, anno della sua morte.
Nella nostra versione,i Simpsons possono contare su una gamma di voci con un dialetti da ogni parte d’Italia: il commissario Winchester è napoletano, Willie il giardiniera è sardo (sebbene l’originale sia scozzese), Lovejoy il prete è calabrese e il collega di Homer Carl ha un Accento veneto.

Il potere del trio, coincide col mio. Streghe

Charmed, una serie creata da The WB è durata per 8 stagioni. Le protagoniste sono le tre sorelle Halliwell, Prue, Piper e Phoebe, interpretate rispettivamente da Shannen Doherty, Holly Marie Combs e Alyssa Milano, con poteri soprannaturali che un tempo usavano per difendere il mondo dalle forze oscure. Per il trio, mutevole, Prue morirà alla fine della terza stagione, rimuovendo Doherty dal cast e inserendo la sorellastra Paige, interpretata da Rose McGowan (figlia della madre delle sorelle e il suo angelo custode).

La serie ha riscosso un enorme successo sia negli Stati Uniti che soprattutto all’estero, in quanto è stata trasmessa in 55 paesi, ed è ancora considerata una delle serie di protagoniste tutte al femminile più seguite della storia. D’altra parte, la femminilità è uno degli elementi chiave della trama e il produttore Aaron Spelling ne sfrutta al meglio. La serie si conclude nel 2006, ponendo fine alla storia delle sorelle Halliwell.
Nel 2018, sulla scia di altri reboot, torna la serie tv con nuove protagoniste e nuove storie. La serie è ancora in produzione.

So no one told you life was gonna be this way… Friends

La sitcom più seguita degli anni ’90 ha debuttato negli Stati Uniti nel 1994 e in Italia tre anni dopo. “Friends” ruota attorno a un gruppo di amici trentenni: la sempre indecisa Rachel, la severissima Monica, la pazza Phoebe, il bello ma stupido Joey, il sarcastico e timido Chandler e il fiscale Ross.

Nell’episodio pilota: Rachel è appena scappata dal suo matrimonio e trova la sua amica del liceo Monica a Central Perk, dove i sei amici trascorreranno la maggior parte del loro tempo. Rachel sarà la coinquilina di Monica per la maggior parte delle dieci stagioni, e il loro appartamento dalla porta color lavanda, insieme a quello dei loro vicini Joey e Chandler, ospiterà un’intera generazione di spettatori.
Friends per dieci anni parla di amore, problemi, tradimenti e, naturalmente, amicizia per un’intera generazione. Lo show ha avuto un tale successo che il cast è arrivato nelle liste dei guadagni più alti e ha lanciato una sfilza di tormentoni che sono sopravvissuti fino ad oggi, come il mitico gesto dei fratelli Geller o il meraviglioso Gatto Rognoso.

Anni ‘90, la magia continua: Sabrina, vita da Strega

A metà degli anni ’90, dopo il successo di X-files tutto sembrava indicare che i produttori televisivi si sarebbero presto spostati verso i film dell’orrore, in cui l’occulto era il punto forte. Ma non sempre è andata così.
Nasce così Buffy, che diventa un dei più grandi show del periodo (come abbiamo già detto), ma c’è bisogno anche di umorismo e semplicità, così nasce Sabrina, vita da Strega, una serie ambientata al liceo la cui protagonista una giovane ragazza di 16 anni scopre di essere una strega.

La serie è ispirata ai fumetti di Archie Comics, creati nel 1962 e che hanno avuto il loro apice negli anni ’70. Melissa Joan Hart è scelta per interpretare la protagonista, accompagnata dalle due zie con i volti di Caroline Rhea e Beth Broderick e dal meraviglioso e sarcastico gatto Salem, compagno di tante avventure.
La serie ha un successo planetario, infatti, la ABC ha anche prodotto tre film per la TV, ma soprattutto, durante la quarta stagione c’è stato un clamoroso arresto tra la rete e la protagonista. La Hart ha posato nuda per Maxim rifiutato di scusarsi, preferendo spostare la serie, nel frattempo diventata produttore, su un altro canale.
Nel 2019 c’è stato un reboot da parte di Netflix, il quale ha avuto un enorme successo, dai torni dark, senza umorismo e spensieratezza intitolata “Le Terrificanti Avventure di Sabrina”. Il reboot si è concluso nel 2021 alzando critiche e lasciando i fan con l’amaro in bocca.

Will & Grace… e Karen e Jack e Rosario e…

Un pilastro della comicità degli anni ‘90. Will & Grace è una sitcom americana andata in onda sulla NBC dal 1998 al 2006.
Irriverente e divertente, Will & Grace è una sit-com socialmente e politicamente che prima ha combattuto per l’eliminazione dell’omosessualità, ora si schiera apertamente in politica.
Will, Grace, Jack e Karen sono amici stravaganti, nevrotici, uniti e dinamici.
Dopo 8 stagioni, con l’ultima nel 2006, lo show sarebbe tornato con un revival di grande successo nel 2017.
Insomma, una vera perla della NBC.
Lo show è ambientato a New York e parla di Will Truman, un avvocato gay e del suo amica Grace Adler, una donna ebrea che lavora nel suo studio di interior design.
Accompagnati dai loro amici Karen Walker, persona mondana e super ricca, incline alle droghe e all’alcool, e Jack McFarland, attore/cantante/ballerino che ha avuto anche brevi periodi come insegnante di teatro, cameriere e tirocinante infermiere.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.