I cinque migliori film italiani del 2020 tra sala e streaming

I cinque migliori film italiani del 2020 tra sala e streaming

Ecco quelli che noi reputiamo i cinque migliori film italiani del 2020 in anno da dimenticare per la settima arte e non solo. Le sale cinematografiche sono state ferme per la maggior parte del tempo a causa della pandemia. Chiuse a marzo per il lockdown hanno riaperto per pochi mesi da giugno a ottobre. Il Festival di Berlino è stata l’ultimo pre Covid, e non a caso ha fatto uscire almeno due dei film migliori italiani. Il Festival di Venezia si è svolto in presenza, al pari della Festa del Cinema di Roma, un gesto di grande coraggio vista la difficoltà del momento. Il Torino Film Festival, invece, è passato in streaming, croce e delizia di una stagione difficile. Eppure qualcosa di buono è uscito tra sale e piattaforme digitali, che hanno preso il posto della sala, cosa ottima che si spera tuttavia resti solo una situazione emergenziale.

5. “I predatori” di Pietro Castellitto, un’opera prima sorprendente

I predatori - Alice nella città 2020
I Predatori

É passato al Festival di Venezia 2019 nella sezione Orizzonti e ha vinto il premio per la Migliore Sceneggiatura il quinto classificato tra i cinque migliori film italiani del 2020. “I predatori”, primo lavoro di Pietro Castellitto, figlio del più noto Sergio, è una piacevolissima sorpresa. Il suo lavoro è corrosivo e fresco e colpisce come un figlio d’arte riesca a dare vita a un racconto libero dal suo vissuto familiare che è a dir poco impegnativo. Ne sono protagoniste due famiglie romane, una borghese e l’altra proletaria e fascista, non così diverse alla fine dei giochi.

La pellicola è attualmente disponibile su Amazon Prime, Timvision, Infinity, Chili, Rakuten Tv.

4. “Lontano lontano” di Gianni De Gregorio

É diretto da Gianni De Gregorio, un regista che ha esordito in piena maturità dopo anni di gavetta con i migliori registi italiani. Lui è molto legato al quartiere di Trastevere e sceglie di ambientare la sua storia proprio in questa specie di isola della capitale. “Lontano Lontano” mette in scena i vaghi propositi di fuga dall’Italia di tre anziani trasteverini interpretati da Ennio Fantastichini, Giorgio Colangeli e da lui stesso. Fa parte del cast Roberto Herlitzka, un maestro che riesce a spiccare anche se solo in piccoli ruoli. “Lontano lontano” è stato l’ultimo film girato da Ennio Fantastichini morto prematuramente poco dopo la fine delle riprese. Un piccolo capolavoro sull’Italia in crisi pre Covid imperdibile per ogni romano. Il film è disponibile su Rai Play.

3. “Figli” di Giuseppe Bonito, un omaggio al talento di Mattia Torre

É tratto da un monologo di Mattia Torre, uno degli autori di “Boris” scomparso prematuramente “Figli” di Giuseppe Bonito. Il regista ha realizzato un ritratto agrodolce della vita di coppia in tempi di crisi economica. Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea sono i genitori di un bimbo, il secondogenito che porterà scompiglio nella loro vita già segnata dalla precarietà. Appaiono in omaggio a Torre in piccoli cammei molti suoi amici.

La pellicola è disponibile su Amazon Prime, Now Tv, Infinity.

2. “Volevo nascondermi” di Giorgio Diritti premiato a Berlino con l’Orso d’Argento a Elio Germano

I cinque migliori film italiani del 2020
Volevo nascondermi

Non ha fatto neanche in tempo a uscire nelle sale dopo il trionfo alla Berlinale, eppure il film di Diritti aveva tutte le carte in regola per diventare campione d’incassi, proprio per questo lo abbiamo inserito al secondo posto tra i cinque migliori film italiani del 2020. Si racconta la vita del pittore Antonio Ligabue, un bambino difficile, poi uomo solo, considerato da tutti ‘il matto’, che diventerà un artista famoso dopo aver passato diversi anni in manicomio.

L’evento che gli cambia la vita è l’incontro con lo scultore Renato Marino Mazzacurati che gli fa scoprire la pittura. Così, “El Tudesc”, come lo chiamavano tutti nel suo paese si apre alla vita. Diritti, da buon emiliano, grazie anche all’interpretazione di Elio Germano, riesce a non far rimpiangere il Ligague mitico di Flavio Bucci dello sceneggiato televisivo Rai del 1977 diretto da Salvatore Nocita.

Il film è disponibile su Infinity, Chili, Timvision, Rakuten Tv.

1. “Favolacce” dei fratelli d’Innocenzo premiato a Berlino per la migliore sceneggiatura

É decisamente il film dell’anno, che conferma il talento di questa coppia di fratelli registi, ne è protagonista Elio Germano e un cast di giovani attori tutti bravissimi. I d’Innocenzo portano sul grande schermo una favola nera ambientata nella periferia romana, che potrebbe essere vista ovunque per l’universalità della situazione di malessere dei personaggi. Non è un film di facile lettura ma è senz’altro di grande impatto psicologico sullo spettatore. Tutto è raccontato dal punto di vista dei bambini, che sono vittime dei loro genitori persi nel loro squallore. La pellicola ha stravinto ai Nastri d’Argento e meritatamente, dopo esser passato con successo a Berlino.

Il film è disponibile su Amazon Prime Video, Now Tv, Infinity.

Ivana Faranda

26/12/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *