Gina Carano: le dichiarazioni dopo il licenziamento da “The Mandalorian”

Gina Carano: le dichiarazioni dopo il licenziamento da “The Mandalorian”

Gina Carano ha partecipato al The Ben Shapiro Show per continuare a svelare i recenti eventi legati al suo licenziamento da “The Mandalorian” di Disney +, in particolare il suo rapporto con l’ex co-star Pedro Pascal.

Le dichiarazioni dell’attrice sul collega Pedro Pascal

Pedro Pascal Gina Carano

Come riportato in precedenza, l’attrice è stata licenziata dalle serie Lucasfilm e Disney dopo essere passata sui social media, come l’ha descritta Lucasfilm, postando materiale “ripugnante” che confrontava l’attuale clima politico diviso negli Stati Uniti con la Germania nazista. Questo ha portato l’hashtag “#FireGinaCarano” a fare tendenza, tanto da far diventare la richiesta una realtà.

Nell’intervista con Shapiro, ha parlato di come Pedro Pascal non sia stato licenziato per aver pubblicato un tweet nel 2018 in cui confrontava i bambini privi di documenti in gabbia negli Stati Uniti con gli ebrei nei campi di concentramento. Shapiro sottolinea come sia sembrato un doppio standard che Disney e Lucasfilm non abbiano intrapreso un’azione simile con Pascal come hanno fatto con Carano.

“Adoro Pedro”, ha detto Carano nell’intervista. “So che ha detto e fatto alcune cose offensive. “Ma abbiamo raggiunto un accordo dopo che ci siamo resi conto di essere un po’ politicamente diversi. Avevamo un accordo sul fatto che, prima di tutto, sei un essere umano. E sei prima un mio amico.”

Ha affermato che entrambi sono appassionati delle loro convinzioni e riconosce che pensano in modo diverso a causa delle loro diverse esperienze. “So che entrambi abbiamo sbagliato con i nostri tweet”, ha detto. “Non siamo perfetti. Siamo esseri umani. Ma non è un cattivo essere umano. È una persona dolce.”

Gina Carano contro la Disney

Gina Carano news

Dopo il successo della tendenza #FireGinaCarano, l’attrice ha detto che la Disney la stava guardando “come un falco”. Ha fatto riferimento al doppio standard e ha detto che mentre tutto questo accadeva, ha visto che le persone nella stessa produzione dicevano tutto ciò che vogliono.

Nell’intervista, ha anche affermato: “Non sono l’unica a essere stata vittima di bullismo da parte di questa azienda, e lo so. Potrei condividere una storia che cambierebbe le cose nei media, ma non posso perché venderei un amico… tutti hanno paura di perdere il lavoro”.

Federica Contini

22/02/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *