Fratello, dove sei?: la reunion del cast nel ventesimo anniversario

Fratello, dove sei?: la reunion del cast nel ventesimo anniversario

Il cast del film “Fratello, dove sei?” si è riunito in occasione del ventesimo anniversario dall’uscita , svelando aneddoti e raccontando fatti accaduti durante la produzione di questa commedia musicale di successo.

George Clooney e il provino da cantante finito male

Fratello dove sei Reunion Notizia

Era il 2000 quando nelle sale cinematografiche usciva la commedia “Fratello, dove sei?” scritta e diretta da Ethan e Joel. Venti anni dopo, per il Nashville Film Festival, George Clooney, Tim Blake Nelson e John Turturro si sono riuniti, intervistati da Steven Gaydos.

George Clooney ha svelato che in origine avrebbe dovuto cantare il brano della colonna sonora “Man of costant sorrow”, ma in fase di registrazione in studio la produzione si è resa conto che sarebbe stato meglio doppiarlo. “Pensavano che potessi cantare”, spiega Clooney, “perché mia zia era Rosemary Clooney”, una famosa cantante, ma il risultato fu ben diverso da quello che si aspettavano. La sua voce “Suonava letteralmente come un gatto incastrato nella ruota di un camion in strada”. Per tale motivo decisero di chiamare il cantante americano Dan Tymiski che cantò per lui e incise la canzone al posto suo. “Fu piuttosto umiliante” ricorda Clooney.

Un’esperienza formativa

Il cast ha poi raccontato dell’esperienza lavorativa con i registi e anche di come il film sia entrato a far parte della cultura cinematografica, acquistando sempre maggior popolarità con il passare del tempo. Nonostante le prime recensioni negative da parte della critica, questa commedia musicale guadagnò sempre maggior consenso da parte del pubblico che ne decretò il successo, regalando forte popolarità anche ai suoi protagonisti.

La commedia, inoltre, aumentò l’attenzione del pubblico verso il bluegrass, un genere musicale vicino al country: la colonna sonora vinse infatti un Grammy Award come album dell’anno nel 2002.

“Sono incredibilmente grato a questi due ragazzi” (riferendosi a Tim Blake Nelson e John Turturro), “per il trio che abbiamo formato e perché mi è stato permesso di farne parte”, conclude Clooney.

Chiara Canova
12/10/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *