Pasqua 2021: cinque film da vedere

Pasqua 2021: cinque film da vedere

Pasqua è una delle festività cristiane più significative: è il simbolo della resurrezione del figlio di Dio, e con questa ricorrenza si festeggia anche il rinascere della natura

La leggenda dei doni di Pasqua

Anticamente, prima della resurrezione di Gesù dal Santo Sepolcro dopo tre giorni, a inizio primavera i vecchi popoli si scambiavano dei doni, e solitamente erano uova.
Per i pagani le uova erano il simbolo della fertilità e l’eterno ritorno alla vita. Per Greci, Cinesi e Persiani erano doni da scambiarsi per le feste primaverili. Per gli israeliti un dono da portare agli amici o dei regali per il compleanno.

La leggenda di regalare uova dopo la resurrezione dal Santo Sepolcro nasce con Maria Maddalena e l’apostolo Pietro. Maria Maddalena trovò il sepolcro di Gesù vuoto, corse dai discepoli e annunciò la straordinaria notizia. Pietro non credeva alle sue parole e la sfidò dicendo “Crederò a quello che dici solo se le uova contenute in quel cestello diverranno rosse.” E le uova diventarono di un color rosso molto vivido simile al sangue.
In ogni parte del mondo si colorano le uova, e tutte le culture hanno sviluppato un modo molto originale per decorarle.
Ma Pasqua non è solo un momento per mangiare uova di cioccolato o fare grandi abbuffate in famiglia. Pasqua è anche un momento per ritrovarsi tutti insieme, grandi e piccini, a guardare un film, che solitamente parlano di famiglia, di amicizia e perché no, anche di vecchie leggende…

Film da vedere a Pasqua: Il Principe d’Egitto – 1998

Il Principe d’Egitto è un classico animato della DreamWorks Animation del 1998. Segue la vita di Mosè da bambino a principe. Non solo la storia è potente, ma anche la colonna sonora è sorprendente.
La storia parla di Mosè abbandonato dalla madre in una cesta nel Nilo per salvarlo dalla furia omicida dell’esercito del faraone verso il popolo ebraico.
La cesta giunge al palazzo reale e viene trovata dalla regina Tuya, moglie di Seti il faraone, e dal suo figlioletto, Ramses. La donna decide di adottare il piccolo come proprio figlio e di chiamarlo Mosè. I due crescono come fratelli, fino a che non intraprendono due strade differenti… Mosè è destinato a salvare il suo popolo dalla schiavitù imposta dalla famiglia che lo ha adottato… La storia sappiamo tutti come si conclude, ma questo film d’animazione è un classico da rivedere.
In più, nel 1999 il Principe d’Egitto, vince l’Oscar per la miglior canzone, When You Believe di Stephen Schwartz cantata in duetto da Whitney Houston e Mariah Carey.

Hop – 2011

Questo film per famiglie dei creatori di Cattivissimo Me fonde animazione e attori dal vivo per girare il racconto del coniglietto pasquale e di suo figlio, C.P., che si reca a Hollywood che vuole sfondare nel mondo della musica rock n’ roll.
Ne derivano avventure colorate mentre fa amicizia con Fred (James Marsden) e il duo si allea per salvare la Pasqua.
Il film del 2011 è diretto da Tim Hill. La colonna sonora riprende base dalla famosa canzone dei Bow Wow Wow “I Want Candy”. Nel film è cantata da è cantata da Russell Brand, James Marsden, Chelsea Handler, Hugh Laurie, Kaley Cuoco, David Hasselhoff e Cody Simpson.

Risorto – 2016

Il film segue le vicende dopo la morte di Gesù per crocifissione. Ponzio Pilato, per assicurarsi che i seguaci di Gesù non rubino il suo corpo e in seguito dichiarino la sua resurrezione, mette Clavio, un tribuno romano di alto rango e il suo aiutante, Lucio, a guardia del sepolcro.
Quando dopo tre giorni il corpo scompare, Clavio parte in missione alla ricerca del corpo perduto, per smentire le voci del Messia risorto ed evitare una rivolta a Gerusalemme.
Film del 2016 con protagonisti Joseph Fiennes e Tom Felton, diretto da Kevin Reynolds e prodotto da Warner Bros. e Sony Pictures.

Jesus Christ Superstar – 1973

Il Musical per eccellenza di Pasqua. Jesus Christ Superstar e l’adattamento del 1973 del successo di Broadway di Tim Rice, autore dei testi, e Andrew Lloyd Webber, autore della musica . Il film, diretto da Norman Jewison, e vede Ted Neeley nel ruolo di Cristo. Le canzoni, intramontabili, rimangono in testa per molto tempo dopo la fine delle uova di cioccolato.
L’opera narra l’ultima settimana della vita di Cristo prima della morte per crocifissione. Per la loro interpretazione, rispettivamente di Gesù e Giuda, Ted Neeley e Carl Anderson sono stati candidati al Golden Globe nel 1974. Sempre nel 1974 il film vinse il David di Donatello come miglior film straniero
Prima di essere distribuito in Italia, il film fu sottoposto al vaglio dell’Osservatore Romano, e sembra pure presentato privatamente a Papa Paolo VI, che ne rimase favorevolmente colpito, almeno da ciò che ha dichiarato Ted Neeley in una recente intervista.
L’Osservatore Romano, all’epoca, aveva smentito quest’anteprima, mentre il Papa non si espresse mai, almeno ufficialmente.
Mina promosse Everything’s alright impersonando lei stessa Maddalena in coppia con Sammy Barbot (che impersonava Giuda) nel varietà televisivo Milleluci.

Le Cinque Leggende – 2012

Un’altra avventura animata per famiglie, le Cinque leggende, comprende tutti i fantastici eroi dell’infanzia: Babbo Natale, la Fatina dei Denti, Jack Frost, Sandman e, naturalmente, il Coniglio pasquale. I cinque si ritrovano per combattere le forze maligne dell’Uomo Nero che minaccia di inghiottire il mondo nell’oscurità. Hugh Jackman doppia nella versione originale Bunnymund, un coniglio australiano ossessionato dalla Pasqua.
Il film è un successo al botteghino e dichiarato uno dei film d’animazione più belli degli anni ‘10 del XXI secolo. Diretto da Peter Ramsey basato sulle opere dell’autore William Joyce.
La canzone nei titoli di coda Still Dream, cantata da Renée Fleming, è in parte dedicata a Mary Katherine Joyce, la figlia dell’autore del libro da cui è tratto il film, morta a causa di un cancro nel 2011 all’età di 18 anni. Katherine è stata la fonte d’ispirazione per la creazione del libro di William Joyce, quando, da piccola, chiese al padre se Babbo Natale e il Coniglio pasquale fossero amici.

01/04/2021

Giacomo Caporale

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *