Rush

Ron Howard dirige Chris Hemsworth e Daniel Brühl nel racconto sulla rivalità e sete di vittoria dei due grandi piloti James Hunt e Niki Lauda

rush 2

“Rush” è un film potente quanto il rombo del motore delle autovetture più veloci al mondo. Dietro la macchina da presa c’è un Ron Howard in stato di grazia che, con vivacità e profondità al contempo, porta sul grande schermo la rivalità tra due campioni della Formula 1, Niki Lauda e James Hunt.

L’austriaco alla guida della Ferrari e l’inglese al volante della McLaren segnarono il campionato del 1976 grazie a un testa a testa che durò fin all’ultima gara e a un antagonismo anche maggiore fuori dalle piste, che diventa il punto focale della sceneggiatura di Peter Morgan. Lauda viene presentato come un calcolatore, figlio di un uomo d’affari che, pur allontanandosi dall’impresa familiare, sarà sempre legato alla logica di businessman; mentre Hunt è un playboy, un istintivo, un festaiolo che vuole godersi la vita al massimo.

Ottime prove per Daniel Brühl e Chris Hemsworth

Daniel Brühl, il Frederick Zoller di “Bastardi senza gloria”, e Chris “Thor” Hemsworth si rivelano interpreti di spessore nel portare in scena l’ambivalenza di questi due grandi piloti. Brühl è un perfetto Niki Lauda, non solo per la somiglianza fisica, accentuata dall’ottimo trucco, ma soprattutto per la capacità di oscillare credibilmente dalla compostezza dell’uomo pianificatore, che ha ogni cosa sotto controllo, alla fragilità di chi vede la vita spezzarsi sotto i propri occhi. Hemsworth impersona invece le due facce della medaglia del fascino del ragazzo bello, simpatico e famoso, che ha imparato a compensare la mancanza di devozione per il lavoro e la disciplina, propria invece di Lauda, con lo sprezzo per il pericolo e il coraggio di rischiare il tutto per tutto per raggiungere la vittoria.

Rush: la perfetta narrazione dei tempi d'oro della formula 1

“Rush” è una pellicola che sfiora la perfezione e che, sullo sfondo del periodo d’oro della Formula 1, quella in cui i piloti erano cavalieri che rischiavano la propria vita ogni volta che mettevano in moto la propria autovettura, racconta il coraggio e la paura di due personaggi destinati a una vita di eccessi, lontana anni luce dalla routine della gente comune.

La colonna sonora intensa e incalzante potenzia, come raramente succede, la fotografia retrò, con il risultato di un mix letale che catapulta il pubblico negli anni ’70. La regia, seppur attenta a non tralasciare mai il lato umano delle vicende, è decisamente studiata soprattutto per coinvolgere lo spettatore nelle scene delle gare automobilistiche. Grazie a una serie innumerevole di diverse prospettive date da decine di telecamere poste all’esterno e all’interno delle auto, anche lo spettatore meno esperto di Formula 1 cederà al fascino della velocità, del rischio e dell’adrenalina che Ron Howard vuole suscitare.

Rush, la paura dietro le quinte

“Rush” ci concede la possibilità di dare un’occhiata al “dietro le quinte” della vita dei più coraggiosi, di guardare negli occhi quegli sportivi osannati al pari delle moderne rockstar e leggerne una paura che non viene mai esibita, ma sempre respinta dalla determinazione e il coraggio. Impossibile trattenere l’entusiasmo di fronte a una pellicola tanto coinvolgente che affascinerà i pubblici più differenti, poiché molteplici sono le chiavi di lettura proposte da Howard.

Corinna Spirito

  • Regia: Ron Howard
  • Cast: Chris Hemsworth, Daniel Brühl, Olivia Wilde, Alexandra Maria Lara, Pierfrancesco Favino, Natalie Dormer, Lee Asquith-Coe, Tom Wlaschiha, Josephine de la Baume, Julian Seager, Jamie Sives, Patrick Baladi, Christian McKay, Alistair Petrie, Jay Simpson
  • Genere:Sportivo, Colore
  • Durata: 123 minuti
  • Produzione: USA, Gran Bretagna, Germania, 2013
  • Distribuzione: 01 Distribution
  • Data di uscita: 19 settembre 2013

rushIl pilota austriaco Niki Lauda e James Hunt sono eterni rivali. Agosto 1976, circuito di Nurbugring. Il pilota della Ferrari Niki Lauda vuole vincere ad ogni costo ma sfortunatamente ha un gravissimo incidente che quasi lo uccide.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.