Robbie Williams: il biopic diretto dal regista di “The Greatest Showman” Michael Gracey

Robbie Williams: il biopic diretto dal regista di “The Greatest Showman” Michael Gracey

Il regista di “The Greatest Showman”, Michael Gracey, dirigerà “Better Man”, una storia di formazione sull’improbabile ascesa del celebre cantautore Robbie Williams.

Better Man: la storia di Robbie Williams

Robbie Williams

Il film racconta la storia dell’ascesa di Robbie Williams, esplorando le esperienze che lo hanno reso quello che è, e i demoni con cui ha combattuto sia dentro che fuori dal palco quando è diventato una grande star sulla scia di successi come “Angels”.

La sceneggiatura del film verrà scritta a tre mani da Michael Gracey e due scrittori esordienti, Oliver Cole e Simon Gleeson.

Jules Daly per Big Red Films, Craig McMahon per McMahon International e Gracey stanno producendo. L’inizio della produzione è previsto per questa estate.

Gracey ha detto che il film è uscito da ore di conversazioni a flusso libero che ha avuto con Williams, un processo iniziato dopo “The Greatest Showman” a Los Angeles e Londra, ed è durato un paio d’anni per trovare la maniglia su un film. I brani di successo di Williams fanno parte del pacchetto del film, ma per ciò che riguarda il come sarà rappresentato Williams sullo schermo e se lui stesso sarà nel film, Gracey è criptico, mantenendo il top-secret.

“Tutte le canzoni di Robbie verranno ri-cantate, per l’emozione del momento”, ha detto. “Quindi ogni canzone del film, Robbie canterà, ma sarà eseguita per l’emozione di quel momento e di quella scena.”

Le origini della star

robbie williams

Robbie Williams è diventato famoso per la prima volta a 16 anni come cantante nella band di successo Take That, ma ha davvero raggiunto il successo come artista solista.

Un’ascesa rapida, con 11 dei 12 dei suoi album in studio che si sono piazzati al primo posto nel Regno Unito e sei di loro tra i 100 album più venduti lì. I suoi tour esauriti all’istante e ha fatto il Guinness Book per aver venduto 1,6 milioni di biglietti per un tour in un giorno.

È una personalità provocante e fuori misura ma, stranamente, l’unico posto al mondo in cui non ha raggiunto la statura da superstar è l’America, dove vive la maggior parte del tempo.

Federica Contini

23/02/2021

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *