Paul Newman: dieci anni dalla scomparsa dell’attore dagli occhi di ghiaccio

Paul Newman (Shaker Heights, 26 gennaio 1925 – Westport, 26 settembre 2008) è una delle celebrità più talentuose e affascinanti di Hollywood e rimane un’icona di stile senza tempo. Era una persona di buon cuore che ha dedicato la sua vita e il suo denaro a cause umanitarie.

Ecco la nostra lista di fatti poco noti su Paul Newman:

Numero 1

Paul Newman possedeva un campo estivo per bambini malati di cancro.

Newman ha costruito il campo “The Hole in the Wall” a New Haven nel 1988. La sua organizzazione mirava a sostenere i bambini gravemente malati con attività gratuite e divertenti durante l’estate. L’organizzazione è ancora oggi operativa e spesso riceve supporto da altre celebrità, come Bradley Cooper.

Numero 2

Paul Newman era un tipo scherzoso.
C’è un certo numero di persone che sono state burlate da Mr. Newman, ma Robert Redford era l’obiettivo della maggior parte dei suoi scherzi. Entrambi gli attori, amici intimi, scherzavano sempre. In un’occasione, Redford aveva consegnato una Porsche distrutta alla casa di Newman per il suo compleanno. Paul l’ha riportata indietro facendo schiacciare l’auto e riducendola a un blocco di acciaio, che ha consegnato al suo appartamento avvolto nello stesso nastro. Ma non è finita qui: ha trasformato il blocco in un’orribile scultura e l’ha fatta installare nel giardino di Redford.

Numero 3

Dopo essersi diplomato al liceo, l’attore si è iscritto al programma V-12 della Marina alla Yale University, sognando di diventare pilota.
Il motivo per cui Newman non è mai diventato pilota è perché era daltonico. Newman ricevette invece un addestramento di base e  fu assegnato allo squadrone responsabile della formazione dei piloti da combattimento.
Nel 1944, gestì un bombardiere aerodinamico a Barber’s Point.

Numero 4

Paul era più di un tipo casual. Indossava vestiti eleganti ogni volta che l’occasione lo richiedeva, ma appena poteva tornare ad essere se stesso, si infilava dei pantaloni comodi e maglioni con scollo a V. In ogni caso, non importava cosa indossasse, sembrava sempre a suo agio. Al suo 75 ° compleanno ha bruciato il suo smoking, perché ne “aveva abbastanza della formalità”.

Numero 5

Durante i primi anni della sua carriera molte persone lo scambiarono per Marlon Brando. Una volta ha rivelato di aver firmato quasi 500 autografi come Marlon Brando.

Numero 6

Newman ha co-fondato il marchio di condimento per insalate “The Newman’s Own”, che mira a utilizzare la sua popolarità come un modo per vendere prodotti sani che andrebbero a beneficio delle associazioni di beneficenza. Tutti i profitti raccolti finora, circa 250 milioni di dollari, sono stati interamente donati a organizzazioni non profit a livello internazionale.

Numero 7

Era così appassionato di corse che possedeva una squadra personale. Newman ha vissuto una seconda vita lontano dalle telecamere come pilota professionista di auto da corsa, la sua vera passione. Oltre alla passione per la guida possedeva anche una squadra corse: la “Newman / Haas”. Infatti, una volta è stato citato affermando che il suo suono preferito era quello di un motore V-8.

Nel 2006 ha doppiato Doc Hudson nel cartone animato “Cars” della Pixar.

Numero 8

Ha avuto un’esperienza vicina alla morte. Paul Newman si è iscritto alla U.S. Navy durante la Seconda Guerra Mondiale. In una delle sue missioni, fu inviato ad Okinawa. Un giorno, il suo pilota ha sviluppato un’infezione all’orecchio e entrambi sono stati trattenuti a terra. La portaerei su cui avrebbero dovuto volare fu distrutta, uccidendo tutto l’equipaggio a bordo.

Numero 9

A causa del suo attivismo politico e della sua schietta personalità, che includeva una forte opposizione alla guerra del Vietnam, Newman fu classificato diciannovesimo nella lista dei nemici del presidente Nixon. L’attore ha ritenuto che fosse la sua più grande realizzazione della vita. Newman era un sostenitore delle cause liberali ed era profondamente preoccupato per il riscaldamento globale.

Numero 10

Paul Newman stava pianificando di dirigere un film. Il debutto alla regia di Newman, che sarebbe stato per un adattamento teatrale “Of Mice and Men” di Steinbeck, era previsto per il 2008 a Westport. A quell’epoca all’attore era stato diagnosticato un cancro ai polmoni e lo spettacolo venne rinviato. Newman è morto pochi mesi dopo, il 26 settembre 2008.

Alessia Arragoni

27/09/2018

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *