New York Film Festival 2016: termina l’ultima edizione

New York Film Festival 2016: termina l’ultima edizione

New York Film Festival 2016: giunge al termine un’altra edizione di successo piena di pellicole che hanno portato sul grande schermo tanta qualità.

New York Film Festival 2016: i film che hanno riscontrato maggiore successo

New York Film Festival 2016

Abbiamo una cospicua lista di film che anche in questa edizione del New York Film Festival 2016, hanno portato grande piacere agli occhi del pubblico che è rimasto soddisfatto dalle proposte che hanno continuano a mantenere alti standard di qualità.

Tra i film trasmessi sul grande schermo, non possiamo non menzionare la presenza tra quelli presenti al Festival del documentario “13th” diretto da Ava DuVernay che si propone, in vista delle elezioni presidenziali americane, di esporre il problema legato al sistema giudiziario estremamente corrotto degli Stati Uniti.

Il film documentario di DuVernay mostra come la schiavitù si sia protratta nel tempo, anche dopo l’abolizione ufficiale. .Lo schiavismo ha continuato ad esistere attraverso le carcerazioni di massa che hanno continuato a sconvolgere e ad arrogarsi il diritto di  porre fine prematura a molte vite umane.

Oltre a questo splendido e, allo stesso tempo, estremamente duro, lungometraggio, che riporta il lato oscuro degli Stati Uniti, ricordiamo la presentazione di un altro film che ha arricchito ancora di più il “New York Film Festival 2016”, ovvero, “20Th Century Women”, diretto da Mike Mills regista noto per aver diretto “Beginners”.

Questa pellicola mostra in chiave ironica tutti i vari dilemmi e le complessità che nascono  nell’ambiente familiare, dove tutti corrono alla ricerca di un qualcosa che possa dar senso alla vita.

Ambientato a Santa Barbara, il film segue la vita di Dorothea Fields (Annette Bening) una madre single di mezza età determinata a crescere suo figlio Jamie, un adoloscente che, come tanti suoi coetanei,  si ritrova a dover affrontare tutta una serie di sfide tipiche dell’adolescenza.

Il film si propone come un messaggio d’amore per tutti coloro che si ritrovano ad affrontare una situazione difficile come quella proposta nel film; si incentra in particolar modo sul concetto di famiglia, che per quanto possa essere strana e bizzarra, deve dare amore e sostenere nei momenti difficili.

Mill attraverso questa pellicola ha dato la possibilità di offrire al pubblico un’opera che riesce a trasmettere un’intensità emotiva che non si può sottovalutare;  gli sguardi trasmettono in molte scene, una profondità che va oltre qualsiasi parola.

Altro film, non di valore inferiore rispetto a quelli precedentemente citati, seppur con qualche piccolo difetto nello sviluppo narrativo della storia, è “ Billy Lynn’s Half Time Walk”, diretto da Ang Lee. La pellicola è basata sul romanzo di Ben Fountain. Il film è molto coinvolgente ed è riuscito a prendere nel modo giusto il pubblico.

Da sottolineare, tra l’altro, l’interpretazione magistrale di Joe Alwin che esordisce nel migliore dei modi dando vita ad un personaggio che viene identificato da tutti come eroe di guerra, ma che in realtà, è un ragazzo semplice che deve ancora capire il suo posto nella grande scacchiera della vita.

Questa pellicola  pone i riflettori su quello che potremmo definire un costante genocidio che vede protagoniste vittime civili e soldati che vengono sacrificati in battaglia per gli interessi di chi detiene il potere.

New York Film Festival 2016: “The Lost City of Z” chiude magistralmente la carrellata

Come film di chiusura proposto al New York Film Festival 2016 ritroviamo “The Lost City of Z”, probabilmente uno dei migliori film di tutto il festival.

La pellicola è stata diretta da James Gray ed è incentrata sull’esploratore Percy Fawcett che attraversò la foresta Amazzonica per cercare di scoprire i resti di una civiltà vissuta proprio nel cuore della foresta. Tra i protagonisti del cast ovviamente ritroviamo la stella Charlie Hunnam che ha offerto una performance eccezionale sul set, sicuramente la migliore di tutta la sua carriera.

Oltre a Charlie Hunnam, gli altri membri del cast che hanno preso parte alla realizzazione del film sono stati: Robert Pattinson, Sienna Miller e Tom Holland.  Il film presentato da James Gray al “New York Film Festival 2016” si presenta con una narrazione piuttosto asciutta e diretta, ma ciò non ha compromesso la presentazione e la complessità emotiva dei personaggi.

Anche questa edizione del festival non ha fatto mancare proprio nulla, pubblico e critica sono rimasti abbastanza colpiti dai risultati: non si poteva chiedere di meglio!

Corrado Zocco

18/10/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *