Netflix: Charlize Theron produrrà il film della regista Niki Caro sul mondo del surf

Netflix: Charlize Theron produrrà il film della regista Niki Caro sul mondo del surf

Charlize Theron e la regista di “Mulan” Niki Caro collaboreranno per realizzare un film per Netflix sull’uguaglianza di genere nel mondo del surf.

Netflix: il surf come scenario sull’uguaglianza di genere

Netflix - film sul surf

Netflix ha in programma un nuovo film in cui contribuiranno ai fini della realizzazione l’attrice sudafricana Charlize Theron e la regista Niki Caro. Un film che avrà come punto fermo la lotta delle donne per l’uguaglianza nel surf. Il lungometraggio infatti, è basato sull’articolo di Daniel Duane del New York Times Magazine, “The Fight For Gender Equality In One of the Most Dangerous Sports on Earth”, in cui quattro donne: Bianca Valenti, Andrea Moller, Paige Alms, Keala Kennelly, stanno combattendo per il diritto di competere in gare della grande onda.

Le quattro donne formano un forte legame mentre navigano in luoghi pericolosi, tra cui il Maverick’s e il Maui’s Jaws della California, mentre affermano il loro diritto di partecipare alle competizioni dominate dagli uomini. Niki Caro dirigerà il film, da una sceneggiatura adattata da Becky Johnston, che si concentrerà sulle storie delle quattro donne e sul loro potente legame. La regista produrrà anche l’adattamento cinematografico insieme a Charlize Theron, AJ Dix e Beth Kono per Denver e Delilah.

Gli impegni della Caro e della Theron

Charlize Theron
Charlize Theron parla del film “The Old Guard” e svela un retroscena sulla Marvel.

In attesa di questa nuova collaborazione, la regista di “Mulan” ha in programma  il thriller d’azione con Jennifer Lopez “The Mother,” su Netflix, basato su “Leon, The Professional”In pre-produzione, Niki Caro ha l’adattamento della miniserie del romanzo rock ‘n’ roll bestseller “Daisy Jones & the Six” per Amazon e un altro adattamento bestseller, il romanzo d’epoca “Beautiful Ruins”, ambientato ad Amblin.

L’attrice Charlize Theron invecem ha avuto un’intensa carriera di produttrice oltre a recitare, con crediti nelle serie TV “Mindhunter”, “Atomic Blonde”, “Bombshell”, “The Old Guard” e l’imminente “Atomic Blonde 2”.

Francesca Reale

26/05/2021

Related posts

1 Comment

  1. francescolena.bg@alice.it

    Gentile Redazione le mando questo mio semplice scritto veda se ritiene utile pubblicarlo, grazie.
    La questione morale
    Il dovere delle istituzioni di formare una coscienza morale, è una priorità,
    educare i cittadini, all’onestà, alla verità, al rispetto delle regole e alla responsabilità.

    La scuola ha il dovere educare ai valori, alla bellezza della vita e ai sentimenti,
    non solo istruzione, ma anche principi sani, civili, colturali, sociali e il diritto allo studio sia garantito a tutti.

    I mezzi di informazione, il dovere di comunicare bene, con programmi di trasparenza, verità ed educativi,
    c’è bisogno di fare prevenzione, dei danni alla salute, per la circolazione, abuso di troppe sostanze tossiche.

    I datori di lavoro, dico di non guardare solo al profitto, ma che sia garantita la dignità umana della persone,
    i lavoratori vanno sul posto di lavoro per guadaquare il pane per vivere, va salvaguardata la loro sicurezza e salute, siano garantite, le parità, dei diritti e doveri tra uomini e donne.

    Noi cittadini, abbiamo il dovere di educarci alle responsabilità, alla solidarietà, prendersi cura dei più deboli.
    Dei più bisognosi, dei vecchi , dei diversamente abili, dei bambini dei senza tetto e degli ultimi.

    Il governo, prima deve dare il buon esempio, poi educare i cittadini al rispetto delle leggi e dell’ambiente,
    creare le condizioni perché sia salvaguardato, per consegnarlo alle future generazioni migliore di come l’abbiamo trovato.

    Dobbiamo educare al senso del bene comune, dello stato, una coscienza morale, la corruzione va sradicata,
    Insieme, istituzioni, associazioni, parrocchie, cittadini, dobbiamo impegnarci, per costruire un etica morale.

    Il parlamento, ha il dovere di emanare leggi, di giustizia sociale e umane che favoriscono, accoglienza, l’ospitalità e l’integrazione,
    dei fratelli che fuggono dalle guerre e dalla fame, prima di essere migranti sono persone, con umanità in mare, vanno sempre salvate.
    Francesco Lena Via Provinciale,37 24060 Cenate Sopra ( Bergamo ) Tel. 035956434

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *