Leonardo DiCaprio a ruota libera sui retroscena di “The Revenant”

Leonardo DiCaprio a ruota libera sui retroscena di “The Revenant”

L’intervista di Yahoo Movies a Leonardo DiCaprio ha dato la possibilità ai fan dell’attore di “Titanic”, di apprendere qualche notizia in più sul ‘dietro le quinte’ di “Revenant – Redivivo” (titolo originale “The Revenant”), il nuovo attesissimo lavoro del regista Premio Oscar Alejandro González Iñárritu, che vedremo in Italia a partire dal 28 gennaio 2016.

Leonardo DiCaprio si sfoga su “The Revenant”: “la scena con l’orso tra le più sorprendenti e difficili della mia carriera”

revenant-redivivo

Parla liberamente Leonardo DiCaprio in una lunga intervista con Yahoo Movies, la redazione del popolare canale è stata ben attenta a non farsi scappare la ghiotta occasione di intervistare il bell’attore ‘lupo di Wall Street’, prossimamente protagonista di “The Revenant”, film tratto dalla vera storia di sopravvivenza del pioniere americano Hugh Glass.

Tra fiumi ghiacciati, fegato crudo di bisonte, e carcasse di animali, Leonardo DiCaprio si racconta attraverso i retroscena del nuovo, e attesissimo lavoro di Iñárritu. Una delle sequenze più suggestive e impressionanti del trailer sembra essere il momento in cui Glass viene attaccato da un orso, interessante capire come possa essere stata realizzata la scena, DiCaprio cerca di aiutarci: “Beh, non entrerò nei dettagli, dovrete capirlo da soli. Dirò solamente che c’entrano cavi, voli nella foresta e tante, tantissime prove. È stata un’agonia girarla; quella e alcune altre scene sono tra le più difficili che abbia mai fatto nella mia carriera. Ma il risultato finale sarà una delle esperienze più coinvolgenti che il pubblico abbia mai provato. Il faccia a faccia con un animale di quella stazza è al tempo stesso sorprendente e scioccante, quanto di più vicino ci sia al documentario, anche se lo stile risulterà inedito per gli spettatori”.

Tra carne di bisonte cruda, carcasse di animali e gelidi fiumi: ecco i retroscena di “The Revenant”, raccontati dal protagonista Leonardo DiCaprio

Del resto, come avevamo anticipato in qualche articolo fa, Iñárritu non è conosciuto per avere approcci morbidi e flessibili nel suo modo di fare cinema, alla continua ricerca di quella ‘verosimiglianza’ che possa rendere le scene quanto più possibile vicine alla realtà.

redivivo-foto-set-2Questo a discapito di cast e troupe di “The Revenant”, costretti a subire dei veri e propri ‘tour de force’, come si evince anche dalle parole di Leonardo DiCaprio, che così prosegue: “Posso dire di aver girato 30 o 40 sequenze che sono state tra le cose più difficili che abbia mai fatto. Che si trattasse di entrare e uscire in fiumi ghiacciati o di dormire nelle carcasse di animali. Faceva un freddo gelido, rischiavo continuamente l’ipotermia”.

E non possiamo dimenticarci di citare l’intensa scena nella quale Leonardo DiCaprio, noto attivista vegetariano, è stato ‘costretto’ a mangiare del fegato di bisonte, esperienza che l’ha profondamente toccato: “Non mangio spesso fegato di bisonte crudo. Quando vedrete il film, vedrete anche la mia vera reazione, Alejandro ha deciso di tenerla. Dice tutto, è stata una reazione istintiva”.

Nessuna competizione con “Star Wars: Il Risveglio della Forza”, Leonardo DiCaprio aggiunge: “non mi sognerei mai di competere, andrò a vederlo”

L’ultima domanda è relativa a un altro film piuttosto popolare che vedremo al cinema nello stesso periodo,” Star Wars: Il Risveglio della Forza”, DiCaprio non si è detto preoccupato della ‘gara al botteghino’: ”C’è sempre spazio in cima, e io farò comunque la fila per Star Wars. La cosa bella di questo periodo dell’anno è, come sai, che in molti casi lasciano il meglio per ultimo. Si spera, quindi, che più persone siano eccitate all’idea di andare al cinema. Sono convinto che la gente sappia che a dicembre escono grandi opere. Non mi sognerei mai di poter competere con Star Wars visto che è nel nostro DNA, ma credo che quando la gente sentirà parlare di The Revenant vorrà andare a vederlo. È tutto quello che possiamo sperare”.

Bello, bravo, e politically correct, ma quanto ci piace Leonardo DiCaprio?

Eleonora Di Giacomo

22/10/2015

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.