“Iqbal: bambini senza paura”: il trailer italiano del film d’animazione

“Iqbal: bambini senza paura”: il trailer italiano del film d’animazione

Rilasciato online il trailer del nuovo film d’animazione sui diritti dei bambini, “Iqbal: bambini senza paura”, che uscirà in tutte le sale il 19 novembre 2015.

“Iqbal: bambini senza paura”, la storia di bambini in schiavitù che sognano la libertà e la realizzazione dei loro diritti

iqbal

Il mondo del lavoro e della schiavitù minorile viene rappresentato nella pellicola d’animazione dal punto dei vista dei bambini stessi e in particolar modo da quello del protagonista, Iqbal, coraggioso e deciso a metter fine alla sua, e a quella dei suoi amici, condizione di schiavitù, rappresentando un’infanzia non stereotipata ma quanto più vicina alla realtà, fatta di lavoro al posto del gioco e di scelte coraggiose.

Ci troviamo a Kardù, fittizio paese sottosviluppato, dove Iqbal vive insieme alla madre e al fratello, gravemente malato. Mentre si trova al mercato di Mapur, Iqbal incontra Hakeem, il quale si offre di pagare le medicine per il fratello in cambio di un lavoro: il piccolo sarà costretto così, d’ora in avanti, a lavorare in uno stato degradante per l’uomo, che lo costringerà a tessere incessantemente un tappeto.

Tra tappeti realizzati dai bambini e il sogno della fuga e del rientro a casa si pone il protagonista, Iqbal che coraggiosamente tenterà di porre fine alla situazione ingiusta in cui si è ritrovato.

“Iqbal: bambini senza paura”, il trailer ufficiale in italiano


Il film d’animazione è stato realizzato con una tecnica mista di animazione 3D su scenografie disegnate e diretto da Michel Fuzellier e Babak Payami, su una sceneggiatura di Paolo Bonaldi, Lara Fremder e Michel Fuzellier.

Prodotto da Gertie srl, 2d3D Animation, Montparnasse productions con Francesco Serra come produttore esecutivo, “Iqbal: bambini senza paura” uscirà al cinema il 19 novembre 2015.

Inoltre il film vanta il patrocinio di Unicef, ALMED Università cattolica del Sacro Cuore, Fondazione Banca Etica e con il sostegno del programma MEDIA dell’Unione Europea, del Ministero Italiano dei Beni e delle Attività Culturali e dell’Apulia Film Fund.

 

 

Letizia Yacoub

12/11/2015

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.