Hitler contro Picasso e gli altri (2017)

  • Regia: Claudio Poli
  • Cast: Toni Servillo
  • Genere: Documentario, Evento
  • Durata: n/d
  • Produzione: Italia, 2017
  • Distrubuzione: Nexo Digital
  • Data di uscita: 13 marzo 2018

Hitler contro Picasso e gli altri locandina italiana"Hitler contro Picasso e gli altri" è un documentario/evento diretto da Claudio Poli e prodotto da  3D Produzioni e Nexo Digital. Realizzato a partire da un soggetto di Didi Gnocchi con sceneggiatura di Sabina Fedeli e Arianna Marelli, e musiche di Remo Anzovino. Questo lavoro impreziosito dalla partecipazione di Toni Servillo, rientra nel progetto della Grande Arte al Cinema. Tra i partner figurano Radio DEEJAY, Sky Arte HD, MYmovies.it e ARTE.IT.

Hitler contro Picasso e gli altri: la restituzione dell'arte alla storia

Nel 1937 a Monaco il regime nazista organizzò a Monaco un'esposizione dell'allora appellata "arte degenerata" per denigrare l'arte ebraica e, contemporaneamente, una mostra, "La Grande Esposizione di Arte Germanica", per celebrare la "pura arte ariana". Nello stesso periodo iniziò un vero e proprio grande saccheggio di oltre 16.000 opere d'arte di artisti ebrei in Germania e ben 5 milioni in tutta Europa  per la realizzazione del Louvre di Linz (mai attuata) e di Carinhall. Muri imbrattati da scritte come: "Incompetenti e ciarlatani", "Un insulto agli eroi tedeschi della Grande Guerra","Decadenza per scopi letterari e commerciali". Una mostra itinerante in tour in 12 città, tra Austria e Germania, con un'affluenza di circa 2 milioni di persone.

 

"Hitler contro Picasso e gli altri" realizza un viaggio tra Parigi, New York, l'Olanda e la Germania alla ricerca di testimonianze dirette dei protagonisti di quegli anni, prendendo spunto da quattro esposizioni di questi ultimi anni dedicate all'arte trafugata. Si inizia da “21 rue La Boétie” a Parigi, nata con l'intento di esporre parte di un prezioso patrimonio recuperato, la collezione di uno dei più grandi collezionisti e mercanti di inizio '900, Paul Rosenberg, con opere da Picasso a Matisse; per passare alla mostra di Deventer, in Olanda, dal nome “Looted Art”, con i quadri recuperati dai depositi statali olandesi e dalle collezioni razziate dai nazisti; si procede poi con l'esposizione di Berna e Bonn, “Dossier Gurlitt”, in cui si trova la collezione segreta di Cornelius Gurlitt. Tra le tele della collezione trafugata figurano capolavori di Chagall, Monet, Picasso e Matisse.

Tra i nomi presenti nel documentario troviamo anche Simon Goodman (che riscopre in vecchi scatoloni la collezione di famiglia di opere d'arte di Degas, Renoir e Botticelli; sequestrata ai tempi da Hitler e Goering), Edgar Feuchtwanger (vicino di casa di Adolph Hitler, prima della deportazione del padre a Dachau) e Tom Selldorff (che ha recuperato quattordici opere appartenute alla sua famiglia, sottratte negli anni '30).

Nel documentario evento ci saranno autorevoli interventi di esperti di storia dell'arte come il giornalista Pierre Assouline, Eva Kleeman e Daaf Ledeboer, Markus Krischer e Cynthia Saltzmann.

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *