Gérard Depardieu nei panni del dittatore Stalin per Fanny Ardant

Gérard Depardieu nei panni del dittatore Stalin per Fanny Ardant

È ufficiale la notizia giunta pochissime ore fa: sembrerebbe che il celebre, dalla vita privata molto chiacchierata, attore francese Gérard Depardieu sia in trattative con la regista Fanny Ardant per il ruolo del dittatore russo Stalin, nel suo prossimo film.

Gérard Depardieu sarà lo storico e spietato dittatore russo Stalin sul grande schermo sotto l’attenta guida della regista Fanny Ardant per il suo prossimo progetto

gerard-depardieu

Sembra che la celebre attrice e regista Fanny Ardant, nota al grande pubblico per successi al cinema sia come interprete (ultimo fra tutti il cameo nel nostrano “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino, nel ruolo di se stessa) sia come regista di “Cadences obstinées”, sia di nuovo al lavoro per un progetto alquanto ambizioso, ovvero un film incentrato sulla discussa e storica figura del dittatore russo Stalin. E, ad oggi, sembra aver trovato anche il suo interprete principale: Gérard Depardieu.

Iosif Stalin è una delle figure tra le più importanti e controverse, per chi negativamente e per chi positivamente, della storia moderna e mondiale. Rivoluzionario, politico e militare sovietico bolscevico, Stalin diventò il Segretario Generale del Partito Comunista dell’URSS seguendo fedelmente i passi del suo predecessore Lenin e, in tale ruolo, assumendo sempre più potere, a partire dal 1924, diventando progressivamente il dittatore del suo Paese fino alla morte, avvenuta nel 1953. Stalin viene ricordato inoltre per essere stato uno dei principali capi della Rivoluzione d’Ottobre e del nuovo Stato Socialista, l’Unione Sovietica, partecipando e portando avanti la Guerra civile russa.

La vita del dittatore Stalin in un nuovo lungometraggio dal titolo provvisorio “Le Divan De Stalin” tratto dall’omonimo romanzo del 2013

Il nuovo progetto della regista Fanny Ardant, che viene presentato ad oggi con il titolo provvisorio di “Le Divan De Stalin”, sarà tratto dall’omonimo romanzo del 2013 scritto da Jean-Daniel Baltassat e racconterà la storia di un artista che visse nel 1950 e che ricevette l’incarico di creare un’opera che celebrasse il noto dittatore russo.

In particolare, gli eventi rappresentati nel film si svolgeranno durante gli ultimi anni di vita di Stalin, notoriamente caratterizzati dalla paranoia e depressione sconfinati verso la follia. Il progetto sarà una produzione francese e, per ora, non sono stati rivelati ulteriori dettagli.

La scelta di Depardieu come protagonista potrebbe non stupire i più: da anni infatti l’attore ha un forte legame con la Russia, avendone accettato, nel 2013, la cittadinanza onoraria donatagli da Vladimir Putin e apprestandosi, da oggi, a celebrare ulteriormente la storia del paese.

Letizia Yacoub
30/12/2015

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *