Festival di Venezia 2015: programma del 9 settembre

Festival di Venezia 2015: programma del 9 settembre

Questi i nuovi film in programma oggi, 9 settembre, al Festival di Venezia 2015

“Heart of a Dog” e “11 Minutes” i film in Concorso oggi al Lido

festival_venezia_2015Una grande storia d’amore quella che ha unito due grandi artisti come il ruvido rocker Lou Reed, scomparso nell’ottobre del 2013, e l’artista sperimentale Laurie Anderson. In “Heart of a Dog”, la Anderson racconta a modo suo l’elaborazione del lutto dopo la morte del suo compagno.

È del regista polacco Jerzy Skolimowski “11 Minutes” il secondo film della giornata, in cui le vicende di varie personaggi s’intrecciano per soli, ma intensissimi, 11 minuti mentre il cielo è coperto da una strana macchia scura.

“L’esercito più piccolo del mondo” di Gianfranco Pannone: questa il nuovo film presentato Fuori Concorso

Occhi puntati sullo Stato del Vaticano per “L’esercito più piccolo del mondo” di Gianfranco Pannone presentato Fuori Concorso. Il film, prodotto dal Centro Televisivo Vaticano, realizza un ritratto del corpo pontificio attraverso la storia di due giovani molto diversi tra loro che decidono di farvi parte.

Molto differente il secondo lavoro di oggi: “De Palma”, di Noah Baumbach e Jake Paltrow sulla vita e la carriera del grande regista americano. Il documentario viene presentato in assoluta anteprima in occasione della consegna al Maestro del prestigioso premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker”.

Due prime per la sezione Orizzonti: “Tempête” e “Mate-me por favor”

Per la sezione Orizzonti il primo film è il francese “Tempête” di Samuel Collarday, una storia di mare e di sentimenti per un marinaio che si vede costretto a tornare a casa sulla terra ferma dopo lunghi anni di lontananza.

È della regista Anita Rocha de Silvera “Mate-me por favor” la seconda opera in programma. In un quartiere di Rio un gruppo di ragazze devono affrontare le prime emozioni forti della loro vita, quando una serie di misteriosi omicidi cominciano ad avvenire nel loro quartiere.

Ivana Faranda

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *