News Cinema

Festival di Cannes 2022 al via: gli eventi attesi giorno per giorno

Festival di Cannes 2022 – Dodici giorni per un calendario fitto di eventi, incontri e naturalmente film. La settantacinquesima edizione del festival ha avuto inizio ieri sera martedì 17 maggio. Il tappeto rosso ha visto sfilare le prime star tanto attese, la giuria al completo capitanata da Vincent Lindon, Forest Whitaker premiato con la Palma d’onore e poi il cast del film d’apertura “Coupez”. A sorpresa il collegamento del presidente dell’Ucraina che cita “Il grande dittatore”: “serve un nuovo Chaplin. Il cinema non rimanga muto”. Questo e tanto altro nel nostro approfondimento.

Festival di Cannes 2022: il resoconto della serata d’inaugurazione

Dopo l’annata annullata causa Covid del 2020 e quella fuori stagione del 2021, si ritorna alla tradizione. Ieri sera si è ufficialmente inaugurato il festival al “Palais” ricoperto del cielo pieno di nuvole di “Truman Show”, il film con Jim Carrey scelto come poster di quest’anno. Ecco la nostra guida a questi prossimi giorni, con film e gli eventi da non mancare.

La serata non ha mancato di sorprese e momenti di profonda commozione, a partire già dalle prime battute. Difatti, a fare il primo ingresso a sorpresa il presidente ucraino Volodymyr Zelens’kyj, che ha voluto lanciare il suo appello al mondo del cinema prima che Julianne Moore dichiarasse aperta la settantesima edizione del festival di Cannes. Nel lungo discorso in collegamento ha detto: “Avremmo pensato che tutti ormai avessero capito che si possono conquistare le persone attraverso la bellezza avvicinandole di fronte a uno schermo e non con la bruttezza, ammassandole nei rifugi aerei. Avresti pensato che tutti avessero capito che l’orrore su vasta scala della guerra che può travolgere l’intero continente non avrebbe avuto seguito. Ma ancora, allora come adesso, c’è un dittatore. Di nuovo c’è una guerra per la libertà”.

Lo show continua, e arriva la Palma d’oro a Forest Whitaker: “Essere un filmaker significa condividere un tramonto”

Introdotto da un montaggio dei suoi film più celebri da “Bird” su Charlie Parker al “Colore di soldi” di Martin Scorsese, da “Arrival” di Villeneuve a “L’ultimo re di Scozia” che gli è valso l’Oscar da “The Butler” di Lee Daniels a “Good morning”, il cineasta ha preso la parola e ha ringraziato per il grande onore: “una sera a Manila, ero solo su una spiaggia, ho visto un tramonto incredibile, il sole riempiva il cielo. Non avevo nessuno con cui condividerlo, mi sono tutto chiesto: è realtà o frutto della fantasia. Il cinema è questo: condividere con gli altri qualcosa a metà tra fantasia e realtà”.

Al festival di Cannes 2022 sfila compatta la giuria capitanata da Vincent Lindon. C’è anche la nostra Jasmine Trinca che ha ricordato quando ha presenziato a Cannes per la prima volta 21 anni fa con Nanni Moretti e “La stanza del figlio”, l’ultima Palma d’oro che ha conquistato il nostro paese. Gli altri sono: Rebecca Hall, attrice, sceneggiatrice e regista inglese, l’attrice indiana Deepika Padukone (66 milioni di follower su Instagram), la svedese Noomi Rapace resa famosa dalla saga Millennium. Presente in giuria anche il regista iraniano Asghar Farhadi, vincitore del gran premio della Giuria lo scorso anno con “Un eroe”, Ladj Ly, regista, attore e sceneggiatore francese di malesi conosciuto per il film origini banlieue “Les Miserables”, il regista statunitense Jeff Nichols e quello norvegese Joaquim Treviri.

Fa rumore l’arrivo del cast del film che inaugura il festival, “Coupez o Final cut” diretto dal regista franco lituano Michel Hazanavicius che dieci anni fa proprio a Cannes iniziava il percorso che lo avrebbe condotto all’Oscar con il suo film “The Artist”.

Si prospetta un’edizione scoppiettante alla presenza di volti noti anche e, mai come in questa annata, di artisti e cineasti italiani. Noi non vediamo l’ora di raccontarvela, nel frattempo di seguito il programma della settantacinquesima edizione del Festival.

Festival di Cannes 2022: ecco il calendario dettagliato per i prossimi giorni

18 maggio: Tom Cruise e tanta Italia, dal maestro Bellocchio a Pietro Marcello

Protagonista assoluto della giornata è Tom Cruise che arriva a Cannes a bordo del suo jet cinematografico, il sequel 36 anni dopo del film che lo ha reso star mondiale: “Top Gun: Maverick”. Oltre al tappeto rosso insieme ai suoi attori il divo condurrà una masterclass aperta al pubblico, Jennifer Connelly che interpreta Penny un grande amore di Pete e Miles Teller, “Whiplash”, “Divergent” e “I fantastici quattro”, che interpreta il figlio di Goose, detto Rooster.

Il secondo giorno del festival c’è già tanta Italia. Marco Bellocchio – dopo la Palma d’onore dello scorso anno – porta la sua prima serie tv “Esterno notte”, dedicata al rapimento Moro (che aveva raccontato vent’anni fa con “Buongiorno notte”) e i suoi protagonisti Fabrizio Gifuni, Margherita Buy e Toni Servillo. L’opera arriverà come film nelle sale italiane in due parti, la prima il giorno stesso della presentazione al festival di Cannes 2022, la seconda dal 9 giugno 2022 e sarà trasmessa nell’originale seriale formato in autunno su Rai 1.

19 maggio: le “8 montagne” di Cognetti e il film russo sulla moglie di Tchaikovsky

Ancora Italia per il film tratto dal romanzo premio Strega di Paolo Cognetti. Diretto dai belgi Felix Van Groeningen e Charlotte Vandermeersch, ha per protagonisti la coppia di “Non essere cattivo”: i talentuosi Luca Marinelli e Alessandro Borghi.

È anche il giorno del regista russo dissidente Kirill Serebrennikov. Sono attesi pochi professionisti russi, dato che il Festival ha annunciato dall’invasione dell’Ucraina che non avrebbe accolto “delegazioni” ufficiali o strutture legate al governo ma l’autore di Parola di Dio, Summer ePetrov’s Flu da anni in esilio in Germania è stato invitato in concorso. Nel suo film, “La moglie di Tchaikovsky”, racconta la storia di Antonina Miliukova, sposa del compositore.

20 maggio: i premi Oscar Marion Cotillard e Anne Hathaway

Due grandi stelle del cinema francese e americano protagoniste della giornata. Il premio Oscar Marion Cotillard (“La vie en rose”) dopo aver inaugurato l’anno scorso il festival con il musical “Annette”, quest’anno torna nel film del regista francese Arnaud Desplechin (“Racconti di Natale”, “I fantasmi di Ismael”, “Tromperie – l’inganno” ancora in sala). Altra grande star al femminile di giornata è un altro premio Oscar: Anne Hathaway(“Les Miserables”, “Il diavolo veste Prada”) protagonista del film del regista americano James Gray (“Two lovers”, “Ad Astra”) che con “Armageddon Time” firma una storia di formazione profondamente personale sulla forza della famiglia e la ricerca generazionale del sogno americano.

21 maggio: la giurata neoregista Jasmine Trinca e il ritorno di George Miller

Nella ricca giuria capitanata da Vincent Lindon c’è l’italiana Jasmine Trinca che contribuirà a scegliere la Palma d’oro. Un film da giurata,  ma anche da regista visto che al festival porta – in una proiezione speciale – “Marcel!” il suo primo film. L’attrice torna a Cannes dove cinque anni fa aveva trionfato come miglior attrice di Un certo riguardo. È un grande ritorno anche quello dell’australiano George Millerche aveva portato alla Croisette nel 2015 uno dei suoi film più famosi, “Mad Max: Fury Road” con Charlize Theron e Tom Hardyche torna per “Three Thousand Years of Longing” (tremila anni di attesa) con un ‘altra coppia eccezionale: Tilda Swinton e Idris Elba. Prima di immergersi di nuovo nel mondo di Furiosa (previsto un prequel con Anya Taylor-Joy) il regista australiano consegna la storia della studiosa Alithea Binnie (Swinton) che un giorno incontra un genio (Elba) che si offre di esaudire i suoi tre desideri in cambio della sua libertà. Ma Alithea è troppo erudita per ignorare che, nelle fiabe, le storie dei desideri finiscano male.

22 maggio: Valeria Bruni Tedeschi e Alicia Vikander

Tra gli italiani al festival di Cannes 2022 c’è anche l’attrice e regista Valeria Bruni Tedeschi, da sempre divisa tra il nostro paese e la Francia. Quest’anno è in concorso con “Les Amandiers” che racconta un’altra pagina della sua vita: quella del rapporto con il suo maestro Patrice Chéreau. Alla fine degli anni Ottanta Stella, Etienne e Adèle hanno vent’anni. Superato l’esame di ammissione per la prestigiosa scuola di Teatro fondata da Patrice Chéreau e Pierre Romans, i ragazzi vivono a pieno la loro giovinezza affrontando i primi grandi cambiamenti, amore e passione ma anche le prime tragedie. Nel 1996 Olivier Assayas aveva realizzato il film con Maggie Cheung Irma Vep (presentato a Cannes), quest’anno porta alla Croisette i primi episodi della serie che vede ora protagonista l’attrice premio Oscar Alicia Vikander. Mira, una star del cinema americano sconvolta dalla sua recente rottura, parte per la Francia per interpretare il ruolo di Irma Vep in un remake del classico del cinema muto francese, Les vampires di Louis Feuillade. Riprende così il ruolo accampato all’epoca da Musidora.

23 maggio: Jerry Lee Lewis visto da Ethan Coen e David Cronenberg

Al festival di Cannes 2022 Ethan Coen, questa volta senza il fratello Joel, firma il documentario dedicato al grande musicista americano Jerry Lee Lewis attraverso “uno sguardo elettrizzante sulla vita complessa e sulle elettrizzanti esibizioni senza precedenti del primo e più selvaggio praticante del rock & roll”. Il film più atteso della giornata però è quello di David Croneberg con Viggo Mortensen e Léa Seydoux, un tuffo profondo nel futuro non troppo lontano in cui l’umanità sta imparando adattarsi al suo ambiente sintetico. Dal regista della “Mosca” e “Crash” c’è da aspettarsi moltissimo da questa storia che immagina un’evoluzione che muove gli esseri umani oltre il loro stato naturale in una metamorfosi che altera la loro costituzione biologica.

25 maggio: al festival di Cannes 2022 “Nostalgia” di Martone con Pierfrancesco Favino

È la giornata del film italiano in concorso: “Nostalgia” di Mario Martone, protagonista Pierfrancesco Favino che interpreta Felice, che ha lasciato Napoli da ragazzo e torna oggi cinquantenne lì dov’è nato, il rione Sanità, per rivedere la mamma. Riscopre i luoghi, i codici del quartiere e un passato che lo divora attraverso un segreto che ha condizionato la sua vita. Dal romanzo di Ermanno Rea. Nello stesso giorno anche i fratelli belga Jean-Pierre e Luc Dardenne tornano in concorso dove hanno già vinto per ben due volte la Palma d’oro (Rosetta, 1999 e Il figlio, 2005). Paladini del cinema sociale, autori di grande poesia sempre attenti alle questioni dei più giovani in Tori e Lokita raccontano le vicissitudini di un ragazzo e un’adolescente venuti in Belgio da soli dall’Africa, che oppongono la loro invincibile amicizia alle difficili condizioni del loro esilio.

26 maggio: l’Elvis di Luhrmann e il Rendez – Vous con Mads Mikkelsen

Una giornata all’insegna del rock al festival di Cannes 20022, con la presentazione fuori concorso del biopic su Elvis Presley diretto da Baz Luhrmann. La storia approfondita le complesse dinamiche tra Presley (Austin Butler) e il colonnello Parker, suo enigmatico manager (Tom Hanks) nell’arco temporale di oltre 20 anni, dall’ascesa alla fama di Presley che raggiunge un livello di celebrità senza precedenti, sullo sullo sfondo sfondo un panorama culturale in evoluzione e la perdita dell’innocenza in America. Nella colonna sonora del film anche un brano firmato da Maneskin. Quel giorno è anche previsto uno degli incontri a tu per tu tra pubblico e star con l’attore danese Mads Mikkelsen appena reduce dal successo del terzo capitolo di “Animali fantastici” dove ha preso il posto di Johnny Depp come mago Grindelwald.

27 maggio: la masterclass con Javier Bardem e Alice Rohrwacher

Verso la fine del festival si concentrano le masterclass degli ospiti del festival. L’attore Javier Bardem e la regista Alice Rohrwacher terranno un Rendez – Vous con il pubblico. Ultima tornata anche di film in concorso tra cui quello del regista giapponese Kore-eda Hirokazu che torna in concorso al festival di Cannes 2022 quattro anni dopo la Palma d’oro per Un affare di famiglia (Shoplifters). Nel nuovo film, Broker, racconta la pratica per cui delle scatole sono messe a disposizione dei genitori che desiderano abbandonare con discrezione i loro bambini. Nel cast Kang-ho Song, straordinario interprete del film premio Oscar coreano Parasite, era il padre “povero”.

28 maggio è il giorno delle Palme

L’ultimo giorno è quello più elettrizzante che si conclude con la cerimonia di consegna dei premi. Quali dei 21 titoli in concorso si aggiudicherà.

Mina Franza

18/05/2022

Mina Franza

Recent Posts

Marco Giallini critica il passaggio di Rocco Schiavone su Rai1

Tutte le info sulle dichiarazioni dell’attore.

1 ora ago

See How They Run: ecco il trailer con Sam Rockwell e Saoirse Ronan

Tutte le info sul nuovo film con le due star.

2 ore ago

Men (2022)

Tutte le info sul film di Alex Garland.

2 ore ago

Barbie: l’urlo di Ryan Gosling in versione Ken diventa virale

Tutte le info sul set del film “Barbie”.

3 ore ago

Henry Thomas parla della possibilità di un sequel di E.T.

Henry Thomas, il protagonista dell’amatissimo capolavoro di Steven Spielberg E.T. l’extra-terrestre che, in questo 2022, si…

3 ore ago

Film al cinema dal 30 giugno

Tutti i film al cinema dal 30 giugno.

21 ore ago