Batman Forever: scoperta una versione più dark del film di Schumacher

Variety ha confermato che, negli archivi della Warner Bros, esiste una versione iniziale ben diversa e molto più oscura e tenebrosa di “Batman Forever”.

Verrà mai svelata ai fans la versione originale di 170 minuti?

Joel Schumacher news film

La recente scomparsa di Joel Schumacher ha prodotto voci insistenti su di un probabile Director’s Cut di “Batman Forever“, ora confermata.

A darne notizia per primo era stato, la scorsa settimana, lo sceneggiatore Marc Bernardin (“Castle Rock”, “Star Trek: Picard”) durante il podcast di Fatman Beyond, in cui rivelava come “una fonte piuttosto attendibile” gli avesse detto che negli archivi Warner Bros giaceva una versione di 170 minuti del film del 1995 “Batman Forever “.

Una versione profondamente più dark che si apre con una sequenza che vede il cattivo Two-Face, interpretato da Tommy Lee Jones in fuga da Arkham Asylum, mostrando scene totalmente inedite con l’Enigmista, Jim Carrey, che invade la caverna di Batman e usa la sua canna firmata come arma. Questa versione sembra focalizzarsi sui disagi emotivi e sui blocchi mentali che hanno portato Bruce Wayne, a cui presta il volto Val Kilmer, a decidere di diventare Batman, comprendendo una sequenza di Wayne che affronta un gigantesco pipistrello di dimensioni umane.

Il sacro Graal di Batman Forever

All’inizio il compianto Joel Schumacher aveva scritto una versione di “Batman Forever” del 1995 profondamente lontana dai propositi della Warner Bros, che quindi in corso di produzione gli aveva imposto diverse modifiche strutturali, optando per un montaggio più breve e meno introspettivo. Ed ecco emergere post-mortem la notizia di un’altra pellicola, con tonalità più cupe e destinate ad un pubblico adulto.

Il film aveva ottenuto un buon successo economico incassando in America 184 milioni, a differenza del secondo capitolo di Schumacher, “Batman & Robin”, che era stato un disastro tale da gettare nell’oblio la saga di Batman, fino all’arrivo del messia Nolan con la sua trilogia.

La morte di Schumacher ha riportato alla luce alcuni suoi lavori, fino a questa sorprendente scoperta ed ora non resta che aspettare, anche se come riporta Variety, un rappresentante della Warner Bros ha gettato ombre su una potenziale distribuzione della versione alternativa di “Batman Forever” e sulle condizioni del montaggio originale dopo ben 25 anni.

Chiaretta Migliani Cavina

10/07/2020

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *