“20.000 Leghe sotto i Mari”: al via le riprese

Era ormai da Settembre scorso che circolavano le prime voci su un nuovo adattamento del celebre romanzo “20.000 Leghe sotto i Mari”, una delle opere più conosciute del celebre romanziere Jules Verne. Ora a quanto pare il progetto, capitanato da Bryan Singer, sta per prendere il largo.

“20.000 Leghe sotto i Mari”: Bryan Singer è pronto a far rivivere la storia del Capitano Nemo

20.000 Leghe sotto  i MariOrmai è il mio cinquantesimo compleanno e ho appena finito gli ultimi ritocchi sulla sceneggiatura del mio prossimo film. Si tratta di una storia che ho sempre voluto raccontare, fin dall’infanzia. Promesso che sarà un’avventura epica e emozionante per tutte le età. Un’avventura che mi è davvero cara. Nonostante questo non ho intenzione di rinunciare all’universo degli X-Men, anzi, son molto eccitato riguardo “X-Men: Apocalisse” e tutto quello che verrà dopo“.

Così, a quanto riporta Comigsoon, il regista che ha creato le migliori pellicole dedicate al franchising cinematografico degli X-Men annuncia il suo nuovo progetto.

Sono incredibilmente eccitato di lavorare con i miei amici della Fox, con i quali ho una lunga collaborazione alle spalle. Sin da quando ero un ragazzo e ho letto per la prima volta il romanzo del 1870 di Jules Verne, ho sognato di adattare questa fantastica storia. Senza rivelare troppo, questa avrà come protagonisti non solo i persoanggi classici come il Capitano Nemo, Ned Land e il Professor Aronnax, ma anche alcuni nuovi personaggi originali, e la trama sci-fi vi trasporterà in un’avventura senza tempo“.

Al via le riprese per “20.000 Leghe sotto i Mari”: ecco chi curerà la produzione

Il tocco di Bryan Singer sarà su tutta la produzione, le cui riprese iniziaranno in autunno. Su una storia di base riscritta dallo stesso Singer, la sceneggitura sarà curata da Rick Sordelet e Dan Studney. Singer si occuperà inoltre anche della parte produttiva (la casa di produzione, la ad Hat Harry Productions, è di proprietà dello stesso Singer), collaborando con Jason Taylor.

Marzia Meddi
4/02/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *