Wes Anderson

Wes Anderson è un regista creativo ed innovativo, che ha ottenuto molto successo grazie alla sua singolare originalità.

Fantastic Mr. Wes Anderson

(Houston, 1 maggio 1969)

Wes Anderson SorrisoWes Anderson, il cui nome completo è Wesley Wales Anderson, nato il 1 maggio del 1969 a Houston in Texas, cresce nella vasta provincia texana in una famiglia della buona borghesia americana: il padre è un manager, la madre un’archeologa.

Come ricorda lo stesso regista in un’intervista, un punto di svolta della sua infanzia è il divorzio dei genitori che lo spinge, a soli 10 anni, ad interessarsi di recitazione e di teatro per vincere l’imbarazzo rispetto ai suoi coetanei. Il cinema sembra essere una sua seconda natura, fin da ragazzino, con una piccola cinepresa Super-8 si diletta a girare cortometraggi insieme ai fratellini Eric e Mel.

Al momento di iscriversi all’università decide però di studiare filosofia ad Austin, dove il suo compagno di stanza e miglior amico è il futuro attore Owen Wilson. Wilson, che fin da giovane ha una personalità decisamente istrionica, si mette ben presto a disposizione dell’amico per girare demenziali cortometraggi comici che hanno tanto successo da essere infine trasmessi su alcune reti televisive locali.

Ai due si aggiunge presto Luke Wilson, fratello più giovane di Owen. È la nascita del cosiddetto “Frat pack”, un gruppetto di amici con la passione per il cinema, i libri e per l’umorismo che più tardi includerà anche Ben Stiller, Jack Black, Will Ferrell e Steve Carell.

Wes Anderson all'inizio della sua carriera da regista

Il primo progetto “serio” di Wes Anderson risale al 1992 e si intitola “Bottle Rocket”: è un corto in cui due imbranati ladruncoli, i fratelli Wilson, si trovano coinvolti in una serie di disavventure. Il breve film viene selezionato per il Sundance Film Festival dove solleva immediatamente l’attenzione della critica e degli addetti ai lavori. La Columbia decide di investire sul promettente talento del regista e gli offre incredibilmente 6 milioni di dollari per espandere il corto in un vero film.

“Bottle Rocket” (il titolo italiano è “Un colpo da dilettanti”) esce così in sala nel 1996 senza attirare troppo l’attenzione del pubblico ma circondato da un grande interesse dei critici. Il regista Martin Scorsese dichiara pubblicamente che si tratta di uno dei più bei film della stagione e diventa da subito un fan del giovane Wes.

Di fronte a tanta fiducia, Anderson insiste ad affinare il suo stile girando “Rushmore” (1998). È la storia di uno studentello di college geniale, ma inconcludente che si innamora di una sua insegnante entrando in competizione con uno strambo milionario, ex studente dello stesso college.

Grazie alle magnifiche performance di un esordiente Jason Schwartzman, appena diciottenne, e di un maturo e sornione Bill Murray il film si rivela questa volta un successo, guadagnando al giovane regista un nucleo di accaniti fan cinefili. Fin da questo primo film sono chiare le marche registiche di Anderson: citazioni cinematografiche e pop, una grande attenzione alla fotografia e ai dettagli più minuti della messa in scena, uso del grandangolo per sottolineare l’ispirazione quasi fumettistica delle storie.

Il successo di Wes Anderson con "I Tenenbaum"

Tutti questi elementi, oltre a notevoli spunti autobiografici, si ritrovano nel film successivo “I Tennenbaum” (2001), la comica storia di una famiglia newyorchese di ex-bambini prodigio, nessuno dei quali crescendo è riuscito a mettere a frutto le proprie grandi potenzialità.

Il cast è impressionante e include Anjelica Huston, un eccezionale Gene Hackman, gli amici Ben Stiller, Luke e Owen Wilson, oltre a Bill Murray e Gwyneth Paltrow che forse regala una delle migliori interpretazioni della sua carriera. Il film ha un grande successo internazionale, lanciando il nome di Wes Anderson e il suo peculiare stile cinematografico in tutto il mondo.

Anderson ritrova Bill Murray come protagonista nel successivo “Le avventure acquatiche di Steve Zissou” (2004). Il film vede Murray nei panni di un oceanografo e documentarista ormai sul viale del tramonto che deve recuperare il rapporto col figlio, Owen Wilson, e al tempo stesso vendicare un caro amico ucciso da un enorme squalo.

Nonostante la presenza nel cast di altre star come Cate Blanchett, Willem Dafoe e Jeff Goldblum, il film viene accolto freddamente, forse un po’ troppo soffocato dalle troppe simbologie e dal ritmo disteso.

Wes Anderson: la sua fama cresce sempre più

Il rapporto con i fan e la critica viene presto restaurato grazie al successo di “Il treno per il Darjeeling” (2007), nel quale tre fratelli, interpretati da Owen Wilson, Adrien Brody e Jason Schwartzman, affrontano un lungo viaggio in treno in un’India da fumetto, per superare il lutto della morte del padre e ritrovare la madre lungamente scomparsa.

Il film include un cortometraggio intitolato “Hotel Chevalier” e piccole parti per Bill Murray, Anjelica Houston e Natalie Portman.

In seguito dirige “Fantastic Mr. Fox” (2009), un’animazione realizzata con la classica tecnica del “passo uno” e tratta dal famoso romanzo per ragazzi di Roald Dahl “Furbo, il signor Volpe”. Il film, acclamato da critica e pubblico, guadagna numerose nomination all’Oscar e ai Golden Globe.

 Nel 2012 gira "Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore", che vede protagonisti star del calibro di Bruce Willis, Frances McDormand, Bill Murray e Edward Norton. Protagonista della storia è una coppia di giovanissimi amanti che fugge dal proprio paesino inseguita da numerosi curiosi.

La promozione della sua ultima creatura neanche è giunta a termine, quando nel 2014 ritorna dietro la macchina da presa per girare "The Grand Budapest Hotel", pellicola che vede una serie di storie intrecciarsi all'interno di un famoso albergo di lusso nel corso dei decenni.

Tiziano Filipponi

Wes Anderson Filmografia - Regista

Wes Anderson Regista

Cinema

  • Un colpo da dilettanti (1996)
  • Rushmore (1998)
  • I Tenenbaum (2001)
  • Le avventure acquatiche di Steve Zissou (2004)
  • Il treno per il Darjeeling (2007)
  • Fantastic Mr. Fox (2009)
  • Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore (2012)
  • Grand Budapest Hotel (2014)
  • Isle of Dogs (2018)

Cortometraggi

  • Bottle Rocket (1994)
  • Hotel Chevalier (2007)
  • Cousin Ben Troop Screening with Jason Schwartzman (2012)
  • Prada: Candy (2013)
  • H&M: Come Together (2016)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *