Vinicio Marchioni

Presso la "Libera Accademia dello Spettacolo di Roma" acquisisce una buona dose di capacità attoriali e interpretative, e nel 2000 Vinicio Marchioni si diploma come attore. Sebbene abbia dichiarato di soffrire di una leggera forma di balbuzie, non si è mai fatto intimorire, affrontando una dura gavetta teatrale, che l'ha portato alla ribalta come attore, 'Freddo' nella serie tv ma non per le interpretazioni.

Vinicio Marchioni: 'il Freddo' del cinema italiano

(Roma, 10 agosto 1975)

Vinicio Marchioni in bianco e neroLo conoscono tutti per aver interpretato il Freddo in "Romanzo Criminale - La Serie", serie televisiva tratta dal romanzo sulla Banda della Magliana “Romanzo criminale” di Giancarlo De Cataldo. Ma non tutti sanno che Vinicio Marchioni si è avvicinato alla recitazione per superare una lieve forma di balbuzie, che ancora a volte si fa sentire.

Vinicio nasce a Roma, da una famiglia di origine calabrese. Dopo qualche anno presso la Facoltà di Lettere dell’Università La Sapienza, lascia gli studi per dedicarsi completamente al teatro. Lavora molto con la compagnia di Giuseppe Marini, ma anche con Ronconi ne “Il bosco degli spiriti”.

Vinicio Marchioni: il grande successo con "Romanzo criminale"

I primi ruoli in televisione risalgono al 2006 nella serie “R.I.S. 2”. Solo due anni dopo arriva la grande occasione per il giovane attore romano: sull’onda del successo del film di Michele Placido “Romanzo criminale”, nel 2008, il canale satellitare Sky mette in cantiere una serie sulla Banda della Magliana.

Vinicio eredita il ruolo che fu di Kim Rossi Stuart, quello del "Freddo" Maurizio Abbatino. Fu lui, insieme a Enrico de Pedis (chiamato Renatino "Dandi" nella serie) e a Franco Giuseppucci (per tutti "Er Negro", nella serie il "Libanese"), a fondare una banda criminale che dominò la capitale a metà degli anni ’70. Tra i tre, il Freddo è quello più introverso e più legato al Libanese, il personaggio perfetto per Marchioni. Con questa prova arriva il successo per il giovane attore.

Vinicio Marchioni: il debutto sul grande schermo

Nel frattempo Marchioni debutta sul grande schermo con il film a episodi “Feisbum! Il film” di Giancarlo Rolandi nel 2009, sulla generazione Facebook. Ma il bello deve ancora arrivare con il ruolo di Aureliano Amadei, unico sopravvissuto civile della strage di Nassiriya nel 2003.

La regia di “20 sigarette” del 2010 è dello stesso Amadei, anche autore dell’omonimo libro. Marchioni è l’alter ego dello scrittore ed è fantastico nel calarsi in un personaggio prima leggero e superficiale e poi sempre più drammatico. La scena dell’attentato è da brivido e Vinicio è al suo meglio. Viene presentato a Venezia e viene insignito del Premio Francesco Pasinetti come Miglior Film, con Menzione Speciale per tutto il cast. Lo stesso Marchioni ottiene per la sua interpretazione il Premio Controcampo Italiano con una Menzione Speciale tutta per lui.

Vinicio Marchioni: tra ruoli più importanti e piccole parti in film d'autore

Oramai Vinicio è di casa al Festival di Venezia e lì passa infatti “Cavalli” (2011) di Michele Rho, che vede ancora una volta l’attore romano in un personaggio ruvido. Mentre è molto ironico e divertente, invece, quello di “Scialla” di Francesco Bruno del 2011. Marchioni è “Il poeta”, boss della malavita romana innamorato della poesia di Pasolini e di Truffaut, una specie di parodia di quello che è stato il suo Freddo. A questo punto, non poteva mancare una piccola parte nel film corale su Roma di Woody Allen “To Rome with Love” del 2012.

Dello stesso anno è "Venuto al mondo" film diretto da Sergio Castellitto, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Margaret Mazzantini, in cui Marchioni fa una piccola parte nel ruolo di Fabio.

Un impegno costante nelle proiezioni, è un Vinicio Marchioni instancabile

Il 2013 lo vede molto impegnato. Inizia l'anno con il debutto alla regia di Giorgia Farina, la commedia amara "Amiche da morire", al fianco di Claudia Gerini, Cristiana Capotondi e Sabrina Impacciatore. È uno dei protagonisti della commedia a sfondo politico "Passione sinistra" di Marco Ponti ed è diretto da Valeria Golino nel dramma che affronta il tema dell'eutanasia "Miele". Entra poi a far parte del cast di stelle di “Third Person”, per la regia di Paul Haggis e si dedica a un progetto tutto italiano che riscuote il successo della critica al Toronto International Film Festival 2013: “Il sud è niente” di Fabio Mollo.

Nel 2011 Marchioni si è sposato con la compagna Milena Mancini, dalla quale ha avuto due figli, Marco e Marcello.

Massimiliano Ponzi

Vinicio Marchioni Filmografia - Cinema

Vinicio Marchioni filmografia

  • Feisbum! Il film, regia di Dino Giarrusso, Alessandro Capone, Giancarlo Rolandi, Emanuele Sana, Serafino Murri, Laura Luchetti, Mauro Mancini (Episodio: Questo è il problema) (2009)
  • Diciotto anni dopo, regia di Edoardo Leo (2009)
  • 20 sigarette, regia di Aureliano Amadei (2010)
  • Cuore di clown, regia di Paolo Zucca (Cortometraggio) (2011)
  • Ombre, regia di Emanuele Pica (Cortometraggio) (2011)
  • Sulla strada di casa, regia di Emiliano Corapi (2011)
  • Cavalli, regia di Michele Rho (2011)
  • Scialla!, regia di Francesco Bruni (2011)
  • Un consiglio a Dio, regia di Sandro Dionisio (2011)
  • To Rome with Love, regia di Woody Allen (2012)
  • Amiche da morire, regia di Giorgia Farina (2013)
  • Ladri di chitarre, regia di Claudio Noce (2013)
  • Passione sinistra, regia di Marco Ponti (2013)
  • Miele, regia di Valeria Golino (2013)
  • Third Person, regia di Paul Haggis (2013)
  • Il sud è niente, regia di Fabio Mollo (2013)
  • Tutta colpa di Freud, regia di Paolo Genovese (2014)
  • Pecore in erba, regia di Alberto Caviglia (2015)

Vinicio Marchioni Filmografia - Televisione

  • R.I.S. 2 - Delitti imperfetti, regia di Alexis Sweet e Pier Belloni (Serie TV - Episodio: “Insospettabile”) (2006)
  • Romanzo criminale - La serie, regia di Stefano Sollima (Serie TV) (22 episodi, 2008-2010)
  • Città criminali (Docu-fiction) (Voce) (2009)
  • Crimini 2 - Luce del nord, regia di Stefano Sollima (Film TV) (2010)
  • X Factor - The Movie (Voce) (2012)
  • Un mondo nuovo, regia di Alberto Negrin (2014)
  • Francesco, di Liliana Cavani (2014)
  • L'Oriana, di Marco Turco (2015)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *