Un marito in due

  • Titolo originale: Garde Alternée
  • Regia: Alexandra Leclère
  • Titolo originale: Garde Alternée
  • Cast: Valérie Bonneton, Didier Bourdon, Isabelle Carré, Josiane Balasko, Laurent Stocker
  • Genere: Commedia, colore
  • Durata: n/d
  • Produzione: Francia, 2017
  • Distribuzione: Officine Ubu
  • Data di uscita: 25 gennaio 2018

Marie è una donna sposata e madre di due figli quando scopre che suo marito Jean ha una relazione con un’altra donna di nome Virgine. Superata la sorpresa iniziale decide di incontrarla e le propone di dividersi il marito a settimane alterne. Virgine accetta il patto: nasce così uno strambo triangolo. Per Jean, inizialmente, è come vivere un sogno, circondato da due donne che non si fanno la guerra tra loro. Presto però questa relazione prenderà una piega imprevista e si trasformerà in qualcosa che lo metterà in una situazione non proprio piacevole.

Un marito in due: il cast

"Un marito in due" è una commedia francese diretta da Alexandra Leclère, già regista del film "Benvenuti… ma non troppo". Il film è prodotto da Philippe Godeau (produttore di film come, “L’ottavo giorno” di Jaco van Dormael e “Mr. Nobody” dello stesso regista).

Le due donne sono interpretate da Valérie Bonneton (“Tutta colpa del vulcano” di Alexandre Coffre, “Supercondriaco – Ridere fa bene alla salute” di Dany Boon) nel ruolo della moglie Marie e Isabelle Carré (“Ricordo di belle cose” di Zabou Breitman, che gli vale il Premio César nel 2003, “I sentimenti” di Noémie Lvosky) nel ruolo dell’amante Virgine.

A dare il volto al marito/traditore è l’attore Didier Bourdon l’attore francese conosciuto soprattutto per il film “Un’ottima annata – A Good Year” di Ridley Scott del 2006.

Nel film "Un marito in due" gli altri interpreti sono Josiane Balasko, che ha già  lavorato con la regista anche nel film precedente “Benvenuti…ma non troppo” e Laurent Stocker (“Notte bianca”, “Love At First Child”).

"Un marito in due" è una commedia degli equivoci, dove quello che può sembrare un colpo di fortuna per chiunque si potrebbe trasformare in qualcosa di terribile, dove le vie di fuga non sembrano essere molto vicine e facilmente percorribili.

 

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *