Trainspotting: pronti per un terzo capitolo?

Non è passato neanche un mese dall’uscita italiana di “T2 – Trainspotting” e già circolano voci, rilasciate dallo stesso regista Danny Boyle, su un possibile sequel.

Trainspotting: un nuovo film dall’universo Welsh, ma sarà uno spin-off

Trainspotting T2

Un fotogramma della scena della lotta tra Renton e Begbie in “T2 – Trainspotting”.

Danny Boyle in un’intervista rilasciata al “The Hollywood Reporter” si dice pronto per un terzo film, che renderebbe “Trainspotting” una vera e propria saga. “T2” è stato tratto dal materiale ricavato da “Porno”, romanzo di Irvine Welsh, e successivamente rielaborato dallo sceneggiatore John Hodge. Il nuovo possibile capitolo, sostiene Boyle, potrebbe essere ispirato da un terzo libro di Welsh, dato che i personaggi creati dallo scrittore ritornano spesso nei suoi altri lavori, a volte come comparse nelle storie di altri; il regista ha definito simpaticamente questa tecnica, usata da Welsh, di far ritornare spesso Rent, Sick Boy, Spud e Begbie come il “piccolo universo Marvel di Irving”.

Trainspotting: il ritorno di Begbie

Trainspotting film

Da sinistra, Spud (Ewen Bremner), Renton (Ewan McGregor) e Begbie (Robert Carlyle)in “Trainspotting”.

Il cineasta britannico ha rivelato che lo script potrebbe essere tratto benissimo da “The Blade Artist“, ancora inedito in Italia e uscito in Inghilterra nel 2016. Il romanzo approfondisce la figura di Francis ‘Franco’ Begbie, in particolare la sua passione per la violenza. Nell’ultima fatica di Welsh vediamo un Begbie espatriato in California con un nome diverso e dedito all’arte della scultura. Come Mark Renton in “T2”, anche Franco si ritroverà a far ritorno in Scozia.

Inoltre, il regista ha aggiunto che a differenza dei precedenti che lui ha concepito come pellicole corali, nonostante la voce narrante di Renton, questa sarà solista. “The Blade Artist”, letteralmente “L’artista della lama”, il cui titolo ha in sé il doppio senso che collega le due nature del protagonista, scultore e dipendente dalla violenza, è, infatti, un romanzo solista, nel quale gli altri ragazzi di Leith compaiono soltanto momentaneamente; proprio per questo motivo Boyle ha negato che il nuovo film si chiamerà “T3”.

Il cineasta ha concluso annunciando che “Bobby” (Robert Carlyle) sarebbe molto interessato alla realizzazione del film, data l’evoluzione del suo personaggio all’interno del libro. Lo stesso attore, infatti, si dice pronto a rivestire per la terza volta i panni del facinoroso Franco.

Erika Micheli

20/03/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *