Toronto International Film Festival: i film in programmazione da I Magnifici 7 a Snowden

Il remake del classico western “I Magnifici Sette” di Antoine Fuqua e due biopic – uno su Snowden e l’altro su Barack Obama a New York nei primi anni Ottanta – sono alcuni dei film che verranno proiettati al 41 ° Toronto Film Festival, che si svolgerà dall’8 al 18 settembre 2016. Aprirà il festival l’ospite d’onore Michael Fassbender.

Toronto Film Festival 2016:  apertura con l’ospite d’onore Michael Fassbender e con I Magnifici 7

michael fassbender

Oggi è andata in onda la prima conferenza stampa del Toronto Film Festival 2016, in cui sono stati annunciati i titoli dei film per le categorie “Gala” e “Special Presentations”.

Il 7 settembre il festival canadese si aprirà con la conversazione sul palco della ‘TIFF Bell Lightbox’  con l’ospite d’onore Michael Fassbender, cui seguirà un cocktail party sul tetto, con vista su Toronto.

Il primo film ad essere proiettato sarà invece I Magnifici 7 (il titolo italiano è in numeri anziché in lettere)remake del regista Antoine Fuqua del classico di John Sturges del 1960.  Saranno Chris Pratt, Denzel Washington, Ethan Hawke e Vincent D’Onofrio a interpretare il gruppo di cowboy reclutato per difendere una città di frontiera.
Il film aprirà il festival l’8 settembre, prima di venire proiettato nei cinema di tutto il mondo il 23 settembre.

Due biopic al Toronto Film Festival 2016: Snowden e Barry

Dopo aver allietato il pubblico del Comic-Con con un nuovo trailer lo scorso fine settimana, Snowden debutterà finalmente al Toronto Film Festival. Il film, diretto dal premio Oscar Oliver Stone, è la trasposizione cinematografica della biografia di Edward Snowden scritta dal giornalista Luke Harding. Il noto ex-informatico della CIA e dell’ NSA verrà interpretato da Joseph Gordon-Levitt, l’attrice Shailene Woodley sarà la ragazza di Snowden, Lindsay Mills.
Tom Wilkinson, Zachary Quinto e Melissa Leo impersoneranno il trio di giornalisti del Guardian a cui Snowden ha comunicato le scioccanti informazioni riguardanti il controllo dei cittadini da parte del governo degli Stati Uniti.

Ma “Snowden” non è l’unico film biografico atteso a Toronto: anche Barry, biopic su Barack Obama, sarà proiettato in prima visione nella città canadese. Il film si concentra sul primo anno di Barack Obama da studente presso la Columbia University: è in questo momento che egli inizia ad affrontare i problemi razziali e a costruirsi un’identità da futuro leader.

Toronto Film Festival: documentari, musical e mockumentary

la la land

Al Festival di Toronto verrà anche proiettato in anteprima un documentario sulla storica band britannica The Rolling Stones, intitolato The Rolling Stones Olé Olé Olé!: a Trip across Latin America. Il regista Paul Dugdale ha seguito la rock band in viaggio nelle terre selvagge dell’America Centrale fino allo storico concerto da 1,2 milioni di spettatori a L’Avana, Cuba.

E in pieno stile della tradizione statunitense del ‘mockumentary’ troviamo Mascots, commedia che affronta in maniera ironica la sottocultura americana delle mascotte all’interno degli sport agonistici. Nel film, degli strampalati personaggi in maschera competono per ottenere il prestigioso premio annuale per mascotte, il “Golden Fluffy”.

Anche un musical è stato annunciato nella line-up del Toronto International Film Festival: si tratta di La La Land, con Ryan Gosling e Emma Stone, che sarà anche il film d’apertura alla 73ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

A questo link è possibile vedere la conferenza stampa sul sito del Festival, con le clip esclusive dei film.

Di seguito il programma del Festival:

Gala

  • Arrival di Denis Villeneuve
  • Deepwater Horizon di Peter Berg
  • The Headhunter’s Calling di Mark Williams
  • The Journey is the Destination di Bronwen Hughes
  • JT + The Tennessee Kids di Jonathan Demme
  • LBJ di Rob Reiner
  • Lion di Garth Davis
  • Loving di Jeff Nichols
  • A Monster Calls di J.A. Bayona
  • Planetarium di Rebecca Zlotowski
  • Queen of Katwe di Mira Nair
  • The Rolling Stones Olé Olé Olé! : A Trip Across Latin America di Paul Dugdale
  • The Secret Scripture di Jim Sheridan
  • Snowden di Oliver Stone
  • Strange Weather di Katherine Dieckmann
  • Their Finest di Lone Scherfig
  • A United Kingdom di Amma Asante

 

Presentazioni speciali:

  • The Age of Shadows (Miljeong) di Kim Jee woon
  • All I See Is You di Marc Forster
  • American Honey di Andrea Arnold
  • American Pastoral di Ewan McGregor
  • Asura: The City of Madness di Kim Sung-soo
  • Barakah Meets Barakah (Barakah yoqabil Barakah) di Mahmoud Sabbagh
  • Barry di Vikram Gandhi
  • Birth of the Dragon di George Nolf
  • The Birth of a Nation di Nate Parker
  • Bleed for This di Ben Younger
  • Blue Jay di Alex Lehmann
  • Brimstone di Martin Koolhoven
  • Brotherhood di Noel Clarke
  • Carrie Pilby di Susan Johnson
  • Catfight di Onur Tukel
  • City of Tiny Lights di Pete Travis
  • The Commune (Kollektivet) di Thomas Vinterberg
  • Daguerrotype (Le Secret de la chambre noire) di Kiyoshi Kurosawa
  • A Death in the Gunj di Konkona Sensharma
  • Denial di Mick Jackson
  • Elle di Paul Verhoeven
  • Foreign Body (Jassad Gharib, Corps Etranger) di Raja Amari
  • Frantz di François Ozon
  • The Handmaiden (Agassi) di Park Chan-wook,
  • Harmonium (Fuchi ni tatsu) di Kôji Fukada
  • I Am Not Madame Bovary di Feng Xiaogang
  • The Journey di Nick Hamm
  • King of the Dancehall di Nick Cannon,
  • La La Land di Damien Chazelle
  • The Limehouse Golem di Juan Carlos Medina
  • Manchester by the Sea di Kenneth Lonergan
  • Maudie di Aisling Walsh
  • Neruda di Pablo Larraín
  • Nocturnal Animals di Tom Ford
  • The Oath di Baltasar Kormákur
  • Orphan (Orpheline) di Arnaud des Pallières
  • Paris Can Wait di Eleanor Coppola
  • Paterson di Jim Jarmusch
  • The Salesman di Asghar Farhadi
  • Salt and Fire di Werner Herzog
  • Sing di Garth Jennings
  • Souvenir di Bavo Defurne
  • Things to Come (L’Avenir) di Mia Hansen-Løve
  • Toni Erdmann di Maren Ade
  • Trespass Against Us di Adam Smith
  • Una di Benedict Andrews
  • Unless di Alan Gilsenan
  • The Wasted Times (Luo Man Di Ke Xiao Wang Shi) di Cheng Er

 

 

Marta Maiorano

26/07/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *