The War – Il pianeta delle scimmie

The War - Il pianeta delle scimmie - Recensione: Il pianeta sarà veramente delle scimmie? All’uomo l'ardua sentenza

The War - Il pianeta delle scimmie primo piano

In un mondo in cui gli uomini stanno percorrendo all’indietro i gradini della scala evolutiva, regredendo allo stato animale, mentre le scimmie riescono a parlare e a sviluppare capacità intellettive, il conflitto fra le due specie pare sia inevitabile.

Colpevole di questo sconvolgimento, un terribile virus che, con relativa pandemia, ha cambiato letteralmente i connotati agli ospiti della Terra. Il genere umano, però, non vuole abdicare al ruolo di razza suprema e, abbandonato dal senno, riproporrà senza filtri la sua arma più spietata: la violenza.

"The War - Il pianeta delle scimmie", terzo capitolo della serie reboot, avviata nel 2011 con “L’alba della pianeta delle scimmie”, si mostra al pubblico con ottimi presupposti: l’epopea dello scontro finale, la natura violata dall’uomo che gli si ritorce contro, la guerra per la sopravvivenza.

L'epilogo di una saga non chiede di meglio, l’unico problema rimane la gestione di elementi così interessanti e “The War – il pianeta delle scimmie”, almeno in partenza, sembra che riesca a sbrogliare la matassa con un certo piglio.

The War - Il pianeta delle scimmie: concetti ingombranti e scomodi, sacrificati dall'azione

The War - Il pianeta delle scimmie una scena

Concetti importanti e scomodi come la discriminazione e l’intolleranza compaiono sullo schermo con lo stesso impatto visivo delle bellissime sequenze in cui l’azione si sviluppa in paesaggi dalla natura rigogliosa e ancora incontaminata. Il ripetersi continuo e pedissequo degli errori umani, sempre quelli, sempre gli stessi, impongono una domanda: le scimmie evolute, saranno una razza migliore di quella umana?

La risposta è affidata a Cesare, il leader dei primati. ll suo percorso interiore è la vera guerra citata nel titolo, in cui lo scontro nei cunicoli dell’animo viene consumato tra velleità pacifiste e brama di vendetta. E il sospetto nasce spontaneo: forse chi pare deputato a sostituire gli uomini non è così diverso né, tantomeno, moralmente superiore.

Tutto questo sfizioso carico di avvincenti interrogativi e riflessioni, purtroppo, si perde nel corso della narrazione, anzi, viene quasi gettato via come una zavorra troppo ingombrante. Si lascia sempre più spazio all’action-movie e alla lacrima facile, che avrebbero anche il loro motivo d’essere, ma con i presupposti sopracitati, non fanno altro che aumentare una sensazione di vuoto ed incompiuto. Non basta poi, per impreziosire la pellicola, ispirarsi a film cult del passato: le scene di guerra sono chiaramente ispirate ad “Apocalypse Now” e, tanto per non farci dimenticare di cosa siamo capaci, la prigionia delle scimmie ricorda i campi di concentramento di “Schindler’s List”.

Il citazionismo, in questo caso, diventa una brutta malattia: troppo evidente, troppo sottolineato, troppo didascalico. E per finire, ma questo attiene più alla pazienza dello spettatore, “The war – il pianeta delle scimmie”, risulta anche troppo lungo.

  • Ttolo originale: War for the Planet of the Apes
  • Regia: Matt Reeves
  • Cast: Gabriel Chavarria, Woody Harrelson, Andy Serkis, Steve Zahn, Judy Greer, Sara Canning, Max Lloyd-Jones, Terry Notary, Aleks Paunovic, Alessandro Juliani, Amiah Miller, Chad Rook, Karin Konoval, Timothy Webber, Mercedes de la Zerda, Michael Adamthwaite, James Pizzinato
  • Genere: Fantascienza, Colore
  • Durata: 142 minuti
  • Produzione: USA, 2017
  • Distribuzione: 20th Century Fox
  • Data di uscita: 13 Luglio 2017

The War - Il pianeta delle scimmie poster"The War - Il pianeta delle scimmie" è il sequel di "Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie". Il film è diretto da Matt Reeves, che si è occupato anche del precedente lavoro sulle scimmie antropomorfe.

La sceneggiatura di "The War" vede Cesare e il suo popolo di scimmie costretti a battersi contro un esercito di esseri umani guidati dal crudele Colonnello (Woody Harrelson).

A causa delle ingenti perdite Cesare comincia a meditare vendetta e a fare i conti con i suoi lati più oscuri, fino a un scontro finale tra scimmie e umani che determinerà le sorti delle due specie e il destino di tutto il pianeta.

The War - Il pianeta delle scimmie: i volti dietro l'infinita logica di sopravvivenza darwiniana

Il cast di "The War - il pianeta delle scimmie" presenta in comune con il film precedente solo gli interpreti Andy Serkis (il giovane Gollum de "Lo Hobbit"), Judy Greer e Karin Konoval, rispettivamente nei panni di Cesare, Cornelia e Maurice.

Nuovi volti di grandi attori entrano nel cast di questo episodio: Woody Harrelson, protagonista di "Assassini nati" di Oliver Stone e noto al pubblico teen come il personaggio di Haymitch Abernathy in "Hunger Games", che interpreterà l'antagonista del film; Steve Zahn, anche lui interprete di celebri pellicole, tra cui "SubUrbia", "Bandidas" e "L'alba della libertà" accanto a star hollywoodiane.

Il regista Matt Reeves ha girato solo il secondo e il terzo film sulle scimmie sapiens, "The War" ed "Apes Revolution" (la regia del primo era stata affidata a Rupert Wyatt), sue prime pellicole riguardo il mondo della fantascienza, poiché fino ad allora si era principalmente dedicato al genere horror.

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *