The Walking Dead ospite dello special di Robot Chicken

La celebre serie televisiva “The Walking Dead” approda sotto forma di parodia nello show satirico in stop motion “Robot Chicken”. L’episodio, dal titolo “The Robot Chicken Walking Dead Special: Look Who’s Walking“, è andato in onda la sera dell’8 ottobre negli Stati Uniti sul canale Adult Swim, di proprietà di Cartoon Network.

The Walking Dead e Robot Chicken: l’idea

the walking dead robot chicken

Ogni anno al San Diego Comic-Con – la più importante convention multigenere degli Stati Uniti tenuta nell’omonima città della California – Matt Senreich, creatore di “Robot Chicken”, e Robert Kirkman, creatore di “The Walking Dead”, organizzano una “cena annuale”. Nell’ultimo incontro in particolare, dopo aver discusso dell’imminente special di Robot Chicken sulla DC Comics, Kirkman ha espresso il proprio disappunto per il fatto che il suo show fosse fino a quel momento stato escluso dalle puntate di “Robot Chicken”.

Secondo i creatori di “Robot Chicken”, “The Walking Dead” è il perfetto punto di partenza per una parodia. Infatti Tom Sheppard, regista dello show satirico, ha affermato che “la cosa più bella di The Walking Dead è che prende veramente sul serio gli zombie”.

The Walking Dead e Robot Chicken: il processo di scrittura

Lo special di “Robot Chicken” su “The Walking Dead” inoltre è diventato un progetto portato avanti con passione da tutti coloro che sono stati coinvolti nella produzione e la realizzazione dell’episodio: i creatori Seth Green e Matt Senreich, insieme allo stesso Sheppard, erano già tutti fan sfegatati dell’acclamata serie TV fin dai tempi in cui essa non era ancora stata trasposta sul piccolo schermo ma circolava come graphic novel.

Alla domanda sulle fasi del processo di scrittura lo sceneggiatore Breckin Meyer – che nello show riveste anche il ruolo di doppiatore e che nella sua carriera da attore ha lavorato con registi del calibro di Paul Schrader, John Carpenter e Michael Mann – ha rivelato che “bisogna carpire tutto ciò che la gente prende in giro quotidianamente, sbarazzarsi delle cose troppo semplici e poi parlarne”.

Francesco Caiazza

09/10/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *